La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Chardonnay e i suoi vini

    Lo Chardonnay è un vitigno di origine francese, originario della Borgogna, da dove vengono i suoi vini più pregiati e famosi, e da qui si è poi diffuso fino a diventare uno dei più vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo. Attualmente con lo Chardonnay si producono grandi vini nei luoghi più disparati del pianeta: Nuova Zelanda, Israele, Australia, California, Cile, Argentina e non da ultima l’Italia. Lo Chardonnay è così popolare che non ha praticamente sinonimi (tranne Morillon in Stiria, Austria). L’incredibile varietà di componenti aromatiche che lo Chardonnay dona ai vini emerge in modi diversi a seconda dei terreni e dei climi dove viene coltivato, rendendo quindi la degustazione dei suoi vini un’esperienza sempre nuova. Lo Chardonnay riesce a produrre vini di buona qualità anche se coltivato con rese relativamente alte, ed a basse rese si ottengono vini di grandissima caratura.

    chardonnay vitigno

    La precoce germogliatura dello Chardonnay lo mette a rischio di gelate primaverili, mentre la buccia sottile degli acini può favorire il marciume. E’ dunque fondamentale scegliere il giusto momento per la vendemmia anche perchè, se troppo avanzata, le uve rischiano di dare vini con livello di acidità troppo basso. Lo Chardonnay rientra nell’uvaggio dei migliori spumanti metodo classico del mondo, ed è inoltre dotato di grandi capacità di invecchiamento. L’Italia vanta una lunga tradizione per la coltivazione dello Chardonnay, specie nella fascia subalpina. Oggi viene prodotto in quasi tutta la nazione e si possono trovare ottimi Chardonnay in Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Valle d’Aosta, Toscana e Sicilia. Oltre agli spumanti metodo classico, dalle uve di Chardonnay si possono ottenere vini fermi dalla gradazione alcolica alta e dall’acidità piuttosto elevata. Il colore del vino da Chardonnay è giallo paglierino non particolarmente carico, il suo profumo è caratteristico, delicato e fruttato (frutta tropicale, ananas in particolare), e il suo sapore elegante e armonico. I vini da Chardonnay hanno buona predisposizione alla vinificazione e maturazione in legno (barriques), con la quale assumono note di frutta secca.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Chardonnay

      Il vitigno Chardonnay è uno dei  Vitigni internazionali a Bacca bianca della regione Friuli-Venezia Giulia, registrato ufficialmente dal 1978. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 19709 ha.
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni internazionali
      Superfice vitata nazionale19709 ha
      Anno di registrazione1978
      Autorizzato provinceBenevento, Bolzano
      Autorizzato regioniAbruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta
      Osservazione provinceBelluno, Rovigo
      Raccomandato regioniPiemonte, Sardegna

      Chardonnay - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Chardonnay sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Chardonnay ha Foglia media, Intera.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Chardonnay ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 0-2 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Chardonnay ha acini piccoli, di forma Sferoidale, con buccia Buccia pruinosa, sottile e di colore verde-gialla.

      Chardonnay - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Chardonnay sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Chardonnay è di colore Giallo paglierino, intenso. Al palato è Fruttato, elegante.

      Chardonnay - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Chardonnay le caratteristiche principali sono:

      Chardonnay - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Chardonnay risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
      DenominazioneTipo denominazioneRegione
      Abruzzo DOCDOCAbruzzo
      Alcamo DOCDOCSicilia
      Alghero DOCDOCSardegna
      Alta Langa DOCGDOCGPiemonte
      Alto adige DOC sottozona Meranese di collinaSottozona DOCTrentino-Alto Adige
      Alto adige DOC sottozona Santa MaddalenaSottozona DOCTrentino-Alto Adige
      Alto adige DOC sottozona TerlanoSottozona DOCTrentino-Alto Adige
      Alto adige DOC sottozona Val VenostaSottozona DOCTrentino-Alto Adige
      Alto Adige o dell’Alto Adige DOCDOCTrentino-Alto Adige
      Alto Livenza IGTIGTFriuli-Venezia Giulia, Veneto
      Alto Mincio IGTIGTLombardia
      Anagni IGTIGTLazio
      Aprilia DOCDOCLazio
      Arcole DOCDOCVeneto
      Arghillà IGTIGTCalabria
      Bagnoli di Sopra o Bagnoli DOCDOCVeneto
      Basilicata IGTIGTBasilicata
      Benaco Bresciano IGTIGTLombardia
      Benevento o Beneventano IGTIGTCampania
      Bianco di Custoza o Custoza DOCDOCVeneto
      Bianco di Pitigliano DOCDOCToscana
      Breganze DOCDOCVeneto
      Brindisi DOCDOCPuglia
      Calabria IGTIGTCalabria
      Carso DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Castel del Monte DOCDOCPuglia
      Circeo DOCDOCLazio
      Civitella d’Agliano IGTIGTLazio
      Colli Altotiberini DOCDOCUmbria
      Colli Aprutini IGTIGTAbruzzo
      Colli Berici DOCDOCVeneto
      Colli Bolognesi DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli Cimini IGTIGTLazio
      Colli del Sangro IGTIGTAbruzzo
      Colli della Toscana Centrale IGTIGTToscana
      Colli di Faenza DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli di Parma DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli di Rimini DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli di Scandiano e di Canossa DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli d’Imola DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli Euganei DOCDOCVeneto
      Colli Maceratesi DOCDOCMarche
      Colli Martani DOCDOCUmbria
      Colli Perugini DOCDOCUmbria
      Colli Pesaresi DOCDOCMarche
      Colli Piacentini DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli Romagna Centrale DOCDOCEmilia-Romagna
      Colli Tortonesi DOCDOCPiemonte
      Colline Frentane IGTIGTAbruzzo
      Colline Joniche Tarantine DOCDOCPuglia
      Colline Pescaresi IGTIGTAbruzzo
      Colline Teatine IGTIGTAbruzzo
      Collio Goriziano o Collio DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Conselvano IGTIGTVeneto
      Contea di Sclafani DOCDOCSicilia
      Contessa Entellina DOCDOCSicilia
      Controguerra DOCDOCAbruzzo
      Corti Benedettine del Padovano DOCDOCVeneto
      Cortona DOCDOCToscana
      Costa Etrusco Romana IGTIGTLazio
      Costa Viola IGTIGTCalabria
      Curtefranca DOCDOCLombardia
      del Vastese o Histonium IGTIGTAbruzzo
      Delia Nivolelli DOCDOCSicilia
      delle Venezie IGTIGTFriuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino-Alto Adige
      Dugenta IGTIGTCampania
      Emilia o dell’Emilia IGTIGTEmilia-Romagna
      Epomeo IGTIGTCampania
      Erice DOCDOCSicilia
      Fontanarossa di Cerda IGTIGTSicilia
      Forlì IGTIGTEmilia-Romagna
      Franciacorta DOCGDOCGLombardia
      Friuli Annia DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Friuli Aquileia DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Friuli Colli Orientali DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Friuli Grave DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Friuli Isonzo o Isonzo del Friuli DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Friuli Latisana DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
      Galatina DOCDOCPuglia
      Gambellara DOCDOCVeneto
      Gambellara DOC sottozona ClassicoSottozona DOCVeneto
      Garda Colli Mantovani DOCDOCLombardia
      Garda DOCDOCLombardia, Veneto
      Lago di Corbara DOCDOCUmbria
      Langhe DOCDOCPiemonte
      Lazio IGTIGTLazio
      Lessini Durello DOCDOCVeneto
      Leverano DOCDOCPuglia
      Lipuda IGTIGTCalabria
      Lison Pramaggiore DOCDOCVeneto, Friuli-Venezia Giulia
      Lizzano DOCDOCPuglia
      Locride IGTIGTCalabria
      Marca Trevigiana IGTIGTVeneto
      Marche IGTIGTMarche
      Maremma Toscana DOCDOCToscana
      Menfi DOCDOCSicilia
      Menfi DOC sottozona Feudo dei FioriSottozona DOCSicilia
      Merlara DOCDOCVeneto
      Molise o del Molise DOCDOCMolise
      Monreale DOCDOCSicilia
      Montello e Colli Asolani DOCDOCVeneto
      Montenetto di Brescia IGTIGTLombardia
      Montescudaio DOCDOCToscana
      Monti Lessini DOCDOCVeneto
      Oltrepò Pavese DOCDOCLombardia
      Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCGDOCGLombardia
      Paestum IGTIGTCampania
      Palizzi IGTIGTCalabria
      Parrina DOCDOCToscana
      Pellaro IGTIGTCalabria
      Piemonte DOCDOCPiemonte
      Pomino DOCDOCToscana
      Pompeiano IGTIGTCampania
      Prosecco DOCDOCVeneto, Friuli-Venezia Giulia
      Provincia di Pavia IGTIGTLombardia
      Ravenna IGTIGTEmilia-Romagna
      Riesi DOCDOCSicilia
      Riviera del Brenta DOCDOCVeneto
      Ronchi di Brescia IGTIGTLombardia
      Rosazzo DOCGDOCGFriuli-Venezia Giulia
      Rubicone IGTIGTEmilia-Romagna
      Salaparuta DOCDOCSicilia
      Salice Salentino DOCDOCPuglia
      Sambuca di Sicilia DOCDOCSicilia
      San Colombano al Lambro o San Colombano DOCDOCLombardia
      San Torpè DOCDOCToscana
      Savuto DOCDOCCalabria
      Scavigna DOCDOCCalabria
      Sciacca DOCDOCSicilia
      Scilla IGTIGTCalabria
      Sebino IGTIGTLombardia
      Sicilia DOCDOCSicilia
      Soave DOCDOCVeneto
      Soave DOC sottozona ClassicoSottozona DOCVeneto
      Soave DOC sottozona Colli ScaligeriSottozona DOCVeneto
      Soave Superiore DOCG sottozona ClassicoSottozona DOCGVeneto
      Squinzano DOCDOCPuglia
      Terra d’Otranto DOCDOCPuglia
      Terre Aquilane o Terre de l’Aquila IGTIGTAbruzzo
      Terre del Colleoni o Colleoni DOCDOCLombardia
      Terre di Casole DOCDOCToscana
      Terre di Chieti IGTIGTAbruzzo
      Terre di Cosenza DOCDOCCalabria
      Terre Lariane IGTIGTLombardia
      Terre Tollesi o Tullum DOCDOCAbruzzo
      Torgiano DOCDOCUmbria
      Trentino DOCDOCTrentino-Alto Adige
      Trentino superiore DOCSottozona DOCTrentino-Alto Adige
      Trento DOCDOCTrentino-Alto Adige
      Val d’Arbia DOCDOCToscana
      Val d’Arno di Sopra DOCDOCToscana
      Val d’Arno di Sopra DOC sottozona PietravivaSottozona DOCToscana
      Val d’Arno di Sopra DOC sottozona PratomagnoSottozona DOCToscana
      Val di Neto IGTIGTCalabria
      Valcalepio DOCDOCLombardia
      Valdadige DOCDOCTrentino-Alto Adige, Veneto
      Valdamato IGTIGTCalabria
      Valdichiana Toscana DOCDOCToscana
      Vallagarina IGTIGTTrentino-Alto Adige, Veneto
      Valle d’Aosta o Vallée d’Aoste DOCDOCValle d’Aosta
      Valli Ossolane DOCDOCPiemonte
      Veneto Orientale IGTIGTVeneto
      Venezia DOCDOCVeneto
      Venezia Giulia IGTIGTFriuli-Venezia Giulia
      Verona o Provincia di Verona o Veronese IGTIGTVeneto
      Vicenza DOCDOCVeneto
      Vigneti della Serenissima o Serenissima DOCDOCVeneto

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione