Le Regioni del Vino - Quattrocalici

Puglia


puglia wine map

Indice dei contenuti per la regione Puglia

La Puglia e il vino

La produzione vinicola della Puglia è tra le più importanti  in Italia in termini quantitativi. Per anni il vino Pugliese che prendeva la via del nord destinato ad altre regioni e ad altre zone dell’Europa veniva utilizzato come vino “da taglio” per rinforzare i vini locali, conferendo colore, struttura e alcol. Da alcuni anni però la situazione sta cambiando e i produttori pugliesi hanno iniziato a dedicarsi alla produzione di qualità, nella consapevolezza dell’enorme potenziale vinicolo della regione. Negro Amaro, Primitivo e Uva di Troia sono uve che negli ultimi anni hanno guadagnato la ribalta internazionale, segnando la ripresa dei vini della Puglia.

Il territorio e la viticoltura in Puglia

La Puglia ha un territorio circa per metà collinare e metà pianeggiante. Partendo da nord, la prima zona che incontriamo è il Gargano, un promontorio formato da calcare e rocce eruttive con superfici a volte anche ripide ricoperte dalla macchia mediterranea. A seguire il Tavoliere, sempre in provincia di Foggia; le Murge, area molto estesa che copre le province di Barletta-Andria-Trani, Bari e Brindisi e infine il Salento con la provincia di Lecce e parte di quelle di Brindisi e Taranto. La formidabile superficie vitata della Puglia si è dimezzata dagli anni del boom della produzione arrivando a circa 95.000 ettari nel 2010, dei quali la vasta maggioranza si trova in pianura. La produzione di vino annuale supera gli 8 milioni di ettolitri (2015). Infatti attualmente la regione sta vivendo un periodo di notevole sviluppo nel settore vitivinicolo, soprattutto perché dopo anni di produzione di vino basata sulle alte rese per ettaro di vini soprattutto da taglio, grazie alla loro colorazione e consistenza, si sta ora cercando di valorizzare il territorio raggiungendo dei livelli qualitativi di tutto rispetto per alcuni vini soprattutto a base di vitigni autoctoni. Soprattutto nella zona tra Brindisi e Taranto, la forma di allevamento più diffusa è l’Alberello, che però sta venendo sempre più sostituito dalla Spalliera.

La storia della viticoltura in Puglia

La vite era probabilmente presente in Puglia prima dei tempi della colonizzazione greca già nel VIII secolo a.C. Alcune delle varietà oggi considerate autoctone di questa regione come il Negro Amaro e l’Uva di Troia vi sono state introdotte proprio dai Greci. Greco è anche il sistema di coltivazione della vite ad “alberello”, il metodo più diffuso in Puglia. Nella sua monumentale opera Naturalis Historia, Plinio il Vecchio ricorda che in Puglia erano presenti le Malvasie Nere di Brindisi e Lecce, il Negroamaro e l’Uva di TroiaPlinio il Vecchio definì Manduria come viticulosa, cioè “piena di vigne”. Con la costruzione del porto di Brindisi nel 244 a.C. il commercio del vino pugliese conobbe un periodo piuttosto fiorente e a Taranto, con lo scopo di facilitare la spedizione e l’imbarco, si conservano enormi quantità di vino in apposite cantine scavate nella roccia lungo la costa.

Dopo la caduta dell’impero romano, la viticoltura e la produzione di vino in Puglia subirono un periodo di crisi e fu solo grazie monaci che le due attività continuarono a prosperare in Puglia. L’importanza dello sviluppo della viticoltura e della produzione del vino fu ben compresa anche da Federico II che fece piantare migliaia di viti nella zona di Castel del Monte, importando le piante dalla vicina Campania.

Durante il Rinascimento i vini della Puglia cominciarono a diffondersi nelle altre zone d’Italia e in Francia. Nei periodi successivi la Puglia si farà sempre notare per le enormi quantità di vino prodotte, piuttosto che per la loro qualità. Quando la fillossera fece la sua comparsa nei vigneti del nord Italia e in Europa, le enormi produzioni di vino della Puglia fecero sentire meno gli effetti di questo flagello, arrivando perfino in Francia, dove la produzione non era sufficiente a soddisfare le richieste locali.

Il ritardo nell’arrivo della fillossera fece giungere in Puglia imprenditori francesi che qui iniziarono a produrre vino da esportare in Francia, Germania e Austria. Ma alla fine la fillossera arrivò anche qui, segnando il crollo di quella che sembrava un fiorente ripresa. Negli anni seguenti videro una produzione massiva senza nessun criterio di qualità, prevalentemente concentrata sui vini da taglio, destinati a dare corpo e colore alle produzioni di altre zone d’Italia e d’Europa. Bisognerà attendere gli anni 1990 perchè si registri in Puglia una nuova consapevolezza delle potenzialità enologiche della regione da parte di produttori locali e anche di cantine provenienti da altre regioni d’Italia.

I vitigni della Puglia

In Puglia si producono non solo vini rossi e i rosati, ma anche interessanti vini bianchi, soprattutto da uve autoctone, quali il Bombino Bianco, Malvasia Bianca, Verdeca, Fiano, Bianco d’Alessano, Moscato Bianco e Pampanuto. Lo Chardonnay, nonostante sia un’uva che non ha legami “storici” con la Puglia è, di fatto, l’uva bianca più coltivata e diffusa della regione. Le uve a bacca rossa più diffuse in Puglia sono: Negro Amaro, Primitivo, Uva di Troia, Malvasia Nera (di Lecce e di Brindisi), Montepulciano, Sangiovese, Aglianico, Aleatico, Bombino Nero, Susumaniello e Ottavianello, nome con il quale nella regione si chiama il Cinsaut. Non mancano le uve internazionali, su tutte Merlot e Cabernet Sauvignon. Nonostante questa ricchezza ampelografica, la Puglia è principalmente famosa per il Negro Amaro, Primitivo e Uva di Troia, ciascuna nelle proprie zone di elezione, il Negro Amaro al sud della regione, nel Salento, mentre la zona centrale è la terra del Primitivo, e  l’Uva di Troia è la varietà più diffusa nella parte settentrionale.

Le zone di produzione del vino in Puglia

In Puglia il vino è prodotto praticamente ovunque, rappresentando non solo una risorsa economica ma anche un legame con la tradizione e alla cultura di questi luoghi. La produzione vinicola della Puglia è favorita anche dal clima e dalla quantità di sole che la terra riceve nel corso dell’anno. L’alberello è il sistema colturale più diffuso in Puglia poiché consente alla vite di sfruttare al massimo le risorse del suolo, migliorando la qualità dell’uva e quindi del vino.

Salice Salentino

L’area vinicola di Salice Salentino prende il nome dall’omonima località in provincia di Lecce. La produzione enologica riguarda qui prevalentemente vini rossi e rosati. Il Salento è una delle aree vinicole italiane più importanti per la produzione di vini rosati. Proprio in quest’area  fu imbottigliato, nel 1943, il primo vino rosato d’Italia, il celebre Five Roses di Leone de Castris. I vini rossi e rosati appartenenti alla DOC Salice Salentino sono prodotti con il vitigno Negro Amaro e la Malvasia Nera. Il Salice Salentino Bianco, che viene prodotto prevalentemente con uve Chardonnay e il Salice Salentino Pinot Bianco. Altro vino interessante è il Salice Salentino Aleatico, prodotto negli stili passito e liquoroso, nei quali possono essere presenti piccole parti di Negro Amaro, Malvasia Nera e Primitivo.

Primitivo di Manduria

Il Primitivo è l’uva rossa più diffusa della parte centrale della Puglia e con essa si produce il Primitivo di Manduria, una delle DOC più importanti della regione. Nonostante oggi il Primitivo sia considerato fra le uve autoctone della Puglia, questa varietà sembra essere geneticamente simile al Plavac Mali della Dalmazia e la ritroviamo in California con il nome di Zinfandel. Il Primitivo deve probabilmente il suo nome al fatto che tende a maturare in anticipo rispetto alle altre varietà. Il Primitivo di Manduria si produce con uve Primitivo in purezza maturato in botte o in barrique. Il Primitivo di Manduria si produce anche nelle versioni dolce naturale e liquoroso, quest’ultimo negli stili dolce e secco.

Altre Zone di Produzione

Nella parte settentrionale della regione si incontra prevalentemente il vitigno Uva di Troia, detta anche Nero di Troia, la varietà principale della DOC Cacc’e Mmitte di Lucera. L’Uva di Troia viene utilizzata in purezza per la produzione di vini rossi. In Puglia si producono anche vini bianchi come il Locorotondo e il Martina Franca DOC, entrambi prodotti prevalentemente con i vitigni Verdeca e Bianco d’Alessano. Fra i vini bianchi è da segnalare anche il Moscato di Trani, un vino dolce prodotto con il Moscato Bianco. Fra le aree DOC della Puglia si ricordano quelle di Alezio, Brindisi, Castel del Monte, Copertino, Gioia del Colle, Gravina, Ostuni, San Severo e Squinzano. Di particolare interesse, infine, sono i vini appartenenti alla denominazione Salento IGT, in particolare quelli prodotti con Negroamaro e Primitivo.

Le Denominazioni di Origine in Puglia

Partendo da nord, in provincia di Foggia nella zona nota come Daunia, troviamo i vini delle San Severo DOC e Cerignola DOC. In quest’area i vitigni più diffusi sono il Bombino Bianco ed il Bombino Nero, il Sangiovese ed il Montepulciano, il Trebbiano Toscano e l’Uva di Troia (a bacca nera). Attorno a Bari, troviamo la zona di Castel del Monte,con i vini delle tre DOCG Castel del Monte Bombino Nero DOCG, Castel del Monte Nero di Troia Riserva DOCG Castel del Monte Rosso Riserva DOCG. In questa zona sono presenti anche l’Aglianico ed i più diffusi vitigni internazionali. Scendendo ancora troviamo sempre vicino a Bari, la Gravina DOC, la Martinafranca DOC e la Locorotondo DOC. In questa zona si producono anche vini bianchi di spessore, con i vitigni Verdeca (Gravina), Bianco d’Alessano (Martinafranca) e Malvasia Bianca Lunga (Locorotondo). Più giù, nella penisola Salentina, oltre al vitigno principale Negro Amaro e al Primitivo, troviamo la Malvasia Nera di Brindisi. Questi vitigni caratterizzano i vini delle DOC locali, tra cui ricordiamo il Primitivo di Manduria DOC (e la  Primitivo di Manduria Dolce Naturale DOCG) e i vini della Salice Salentino DOC. Nella regione ci sono dunque 4 DOCG, di cui 3 filate dalla precedente DOC Castel del Monte, oltre alla summenzionata Primitivo di Manduria Dolce Naturale DOCG. Inoltre si  contano 28 DOC 6 IGT. Delle 8 DOP, ben 6 sono dedicate all’Olio Extravergine di Oliva, una al formaggio Canestrato Pugliese DOP e l’altra al famoso Pane di Altamura DOP. Le quattro IGP sono tutte attribuite a prodotti ortofrutticoli.

La cucina Pugliese

La cucina pugliese si distingue per l’importanza dei prodotti di base, siano essi carne, pesce o verdure. Tutti gli ingredienti si amalgamano in ricette che ne esaltano il sapore naturale. Fondamentali le verdure di stagione, come la cima di rapa, il cavolo verde, i peperoni, le melanzane, i carciofi, i legumi e tutti i prodotti del mare. Anche se vi sono dei piatti comuni, le ricette variano generalmente da provincia a provincia, e talvolta, da città a città. Le ricette tipiche di Taranto, Brindisi e Bari, città costiere, sono diverse da quelle praticate nella provincia di Foggia, più collinosa, e di Lecce, più all’interno. La cucina pugliese offre piatti diversi a seconda delle stagioni, così in primavera e in estate, viene data preferenza alle verdure e al pesce, mentre nelle altre predominano i legumi, la pasta fatta in casa condita con vari sughi, da sola o combinata alle verdure o al pesce.

Tra i primi piatti, il più tipico è quello delle “Orecchiette al ragù di carne di cavallo”, la cui ricetta è ormai diffusa in tutti i ricettari, ma non sono meno conosciute le “Orecchiette con le cime di rapa”, i “Cavatelli con le cozze” o il riso al forno alla barese chiamato pure riso, patate e cozze.

Fra i secondi piatti pugliesi prevalgono ortaggi, legumi e le carni ovine e suine. Spesso la cottura è alla brace. I prodotti caseari sono ottimi, oltre a quelli freschi tradizionali. Il pescato è straordinario, la Puglia ha uno sviluppo costiero molto esteso. Per ogni piatto è insostituibile il condimento pugliese per eccellenza: l’olio extra vergine d’oliva. Ricordiamo tra gli altri agnello con lampascioni, le bombette di vitello, le cozze ripiene al sugo, la frittata di borragine e le olive fritte con burrata.

La Puglia ha una lunga tradizione per quanto riguarda i dolci. Nel periodo di Natale vengono preparate le Cartellate, il cui nome proviene dalla loro forma incartocciata. I Sassanelli sono un altro dolce tipico pugliese, della Murgia, preparati con vincotto, arancia, cacao e cannella. Il Pasticciotto, del Salento, è una frolla ricoperta di crema pasticcera e cotta in forno. La Scarcella è un dolce tipico della tradizione pasquale, a forma di ruota e ricoperto di glassa.

Le denominazioni di origine della regione Puglia

I produttori in Puglia

 ProduttoreProvinciaComune
A ManoBariGioia del Colle
AgrialpBrindisiFasano
Agricola LadoganaFoggiaOrta Nova
Agricola PlinianaTarantoManduria
Agricole ValloneLecceLecce
AlbeaBariAlberobello
Alberto LongoFoggiaLucera
AmastuolaTarantoMassafra
Angiuli Donato MacconeBariAdelfia
Antica EnotriaFoggiaCerignola
Antiche Terre del SalentoTarantoManduria
ApollonioLecceMonteroni di Lecce
Attanasio CarloLecceCarmiano
Azienda Agricola GalloFoggiaAscoli Satriano
Azienda Agricola MelilloBrindisiVilla Castelli
Azienda MonaciLecceCopertino
Azienda Santa LuciaBariCorato
BarsentoBariNoci
BonsegnaLecceNardò
Borgo TurritoFoggiaFoggia
BotromagnoBariGravina in Puglia
BotrugnoBrindisiBrindisi
Calò MicheleLecceTuglie
CalosmLecceTuglie
CandidoBrindisiSan Donaci
CànteleLecceGuagnano
Cantina ArianoFoggiaSan Severo
Cantina di SavaTarantoSava
Cantina DiomedeBariCanosa di Puglia
Cantina GentileBariCassano delle Murge
Cantina la Marchesa-Grasso Sergio LucioFoggiaLucera
Cantina LocorotondoBariLocorotondo
Cantina NistriTarantoFaggiano
Cantina SampietranaBrindisiSan Pietro Vernotico
Cantina San DonaciBrindisiSan Donaci
Cantina Sociale di LizzanoTarantoLizzano
Cantina SupersanumLecceSupersano
Cantina VignuoloBarletta-Andria-TraniAndria
Cantine AlianiBariGravina in Puglia
Cantine BottaBariTrani
Cantine CarpentiereBariCorato
Cantine CimagliaFoggiaVieste
Cantine De FalcoLecceNovoli
Cantine del ColleBariSanteramo in Colle
Cantine Due PalmeBrindisiCellino San Marco
Cantine FioreBariGravina in Puglia
Cantine ImperatoreBariAdelfia
Cantine ParadisoFoggiaCerignola
Cantine San MarzanoTarantoSan Marzano di San Giuseppe
Cantine Santa BarbaraBrindisiSan Pietro Vernotico
Cantine SolopertoTarantoManduria
Vino consigliatiCantine SpelongaFoggiaStornara
Cantine TeanumFoggiaSan Severo
Cantine TorselloTarantoTaranto
Cantine Tre PiniBariCassano delle Murge
CantolioTarantoManduria
CardoneBariLocorotondo
CarvineaBrindisiCarovigno
Casa Vinicola CoppiBariTuri
Casa Vinicola NicoTarantoCastellaneta
Casaltrinità Barletta-Andria-TraniTrinitapoli
Castel di SalveLecceTricase
Castello MonaciLecceSalice Salentino
CefalicchioBarletta-Andria-TraniCanosa di Puglia
Centovignali – Fratelli RossiBariSammichele di Bari
CignomoroTarantoCarosino
Colle PetritoBariMinervino Murge
Colli della MurgiaBariGravina in Puglia
Conte Spagnoletti ZeuliBarletta-Andria-TraniAndria
Conti ZeccaLecceLeverano
CoppolaLecceGallipoli
Cosimo PalamàLecceCutrofiano
CrifoBariRuvo di Puglia
CupertinumLecceCopertino
D’Alfonso del SordoFoggiaSan Severo
Vino consigliatiD’AraprìFoggiaSan Severo
Del PreteBrindisiSan Donaci
MasciulloBrindisiMesagne
Duca Carlo GuariniLecceScorrano
Elda CantineFoggiaFoggia
ErarioTarantoManduria
Fatalone WinesBariGioia del Colle
FerriBariValenzano
Feudi di GuagnanoLecceGuagnano
Feudi di Terra d’OtrantoLecceVeglie
Feudi SalentiniTarantoLeporano
Estasi-Franco di FilippoBariTrani
Giancarlo CeciBariAndria
Gianfranco Fino ViticoltoreTarantoTaranto
Giovanni PetrelliLecceCarmiano
Giuliani RaffaeleBariTuri
I Pastini – CarpanelliBariLocorotondo
La Motticella – Paolo PetrilliFoggiaLucera
L’Antica CantinaFoggiaSan Severo
L’Astore MasseriaLecceCutrofiano
Vino consigliatiLe FabricheTarantoMaruggio
Le Radici del TempoTarantoSan Giorgio Ionico
Leone de CastrisLecceSalice Salentino
Libera Terra PugliaBrindisiMesagne
Lucio LeuciLecceGuagnano
MacchiarolaTarantoTaranto
Marco MaciBrindisiCellino San Marco
Masseria AltemuraBrindisiTorre Santa Susanna
Masseria CapoforteTarantoTaranto
Masseria CelentanoFoggiaSan Severo
Masseria CuturiTarantoManduria
Masseria Duca d’AscoliFoggiaFoggia
Masseria Li VeliBrindisiCellino San Marco
Masseria LudovicoTarantoMottola
Masseria San MagnoBariCorato
MazzoneBariRuvo di Puglia
Menhir SalentoLecceMinervino di Lecce
MerìcaLecceSupersano
MialiTarantoMartina Franca
Michele BiancardiFoggiaCerignola
Mille UnaTarantoLizzano
MocaveroLecceArnesano
MorellaTarantoManduria
MotturaLecceTuglie
Nadia AlbaneseBrindisiSan Donaci
OgnissoleTarantoSava
Paolo LeoBrindisiSan Donaci
Piano MangieriBariCorato
PietraventosaBariBari
Pirro VaroneTarantoManduria
PlantamuraBariGioia del Colle
Podere 29Barletta-Andria-TraniMargherita di Savoia
PolvaneraBariGioia del Colle
PrimisFoggiaStornarella
Produttori Vini ManduriaTarantoManduria
FellineTarantoManduria
RasciatanoBarletta-Andria-TraniBarletta
Regia DoganaFoggiaOrta Nova
RiveraBarletta-Andria-TraniAndria
Rosa del GolfoLecceAlezio
San Martino Colucci ViniTarantoMartina Franca
Tenute Emera-Claudio QuartaLecceGuagnano
San RuggieroBarletta-Andria-TraniBarletta
SanchiricoLecceLecce
Santa Maria del MorigeLecceGalatone
Santi DimitriLecceGalatina
Schola SarmentiLecceNardò
SetteterreTarantoTaranto
Severino GarofanoLecceCopertino
Tenuta CasalbaioBrindisiSan Pietro Vernotico
Tenuta CocevolaBarletta-Andria-TraniAndria
Tenuta FujaneraFoggiaFoggia
Tenuta MaranoLecceGuagnano
Tenuta PartemioBrindisiLatiano
Tenuta Patruno PerniolaBariGioia del Colle
Tenuta ViglioneBariSanteramo in Colle
Tenute Al Bano CarrisiBrindisiCellino San Marco
Tenute Cerfeda dell’ElbaTarantoSava
Tenute ChiaromonteBariAcquaviva delle Fonti
Tenute GirolamoTarantoMartina Franca
Tenute Mater DominiLecceLecce
Tenute RubinoBrindisiBrindisi
Terra dei PadriLecceCampi Salentina
Terre di GuagnanoBrindisiErchie
Terre FedericianeFoggiaSan Severo
TormarescaBariMinervino Murge
Torre Quarto CantineFoggiaCerignola
TorreventoBariCorato
TriconzaFoggiaOrta Nova
Valentina PassalacquaFoggiaApricena
Valle dell’AssoLecceGalatina
Valle dell’ElceFoggiaPoggio Imperiale
Vecchia TorreLecceLeverano
Vespa Vignaioli per PassioneTarantoManduria
VetrereTarantoTaranto
Vigne e ViniTarantoLeporano
Vigne MonacheTarantoManduria
Vigneti RealeLecceLecce
Villa SchinosaBarletta-Andria-TraniTrani
Vini TaurinoLecceGuagnano
Vinicola MastricciFoggiaCerignola
Vinicola MediterraneaBrindisiSan Pietro Vernotico
Vinicola RestaBrindisiSan Pietro Vernotico
Vinicola SaveseTarantoSava
Baroni MartucciLecceSquinzano
Commenda MagistraleTarantoMaruggio
PerriniTarantoCastellaneta
PetracavalloTarantoMottola
Alba NeraBrindisiSan Donaci
Cantine RisveglioBrindisiBrindisi
Masca del TaccoBrindisiErchie

Le enoteche in Puglia

 ProduttoreProvinciaComune
Enoteca Gastronomica RubinoLecceGallipoli

Argomenti correlati

  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Le province di questa regione

  • Le Regioni del Vino

  • Segui Quattrocalici sui social