La guida ai vitigni di Quattrocalici

Cinsaut

Il vitigno Cinsaut e i suoi vini

cinsault vitigno

Il Cinsaut (detto anche Cinsault) è un vitigno a bacca nera originario della Valle del Rodano meridionale, usato in assemblaggi assieme a Grenache, Syrah e Mourvedre nei vini rossi della regione ed è uno dei vitigni minori che rientrano nella composizione dello Chateauneuf-du-Pape. Il Cinsaut viene raramente vinificato in purezza e quando accade, i vini che se ne ottengono sono leggeri e profumati, con basso contenuto in tannini. E’ una varietà che resiste bene ai climi caldi e secchi, per cui viene spesso coltivata in Nord Africa e nel Medio Oriente, soprattutto in Algeria, Tunisia e Libano. Per contro, è sensibile all’umidità e teme l’attacco delle muffe. E’ un vitigno che ha buona produttività ma vigoria vegetativa bassa, germoglia tardivamente mentre il suo periodo di maturazione è medio. I suoi grappoli sono grandi, così come i suoi acini. Il Cinsaut viene coltivato anche in Italia, principalmente in Puglia, dove è conosciuto con il nome di Ottavianello.

cinsault vitigno

Il Cinsaut (detto anche Cinsault) è un vitigno a bacca nera originario della Valle del Rodano meridionale, usato in assemblaggi assieme a Grenache, Syrah e Mourvedre nei vini rossi della regione ed è uno dei vitigni minori che rientrano nella composizione dello Chateauneuf-du-Pape. Il Cinsaut viene raramente vinificato in purezza e quando accade, i vini che se ne ottengono sono leggeri e profumati, con basso contenuto in tannini. E’ una varietà che resiste bene ai climi caldi e secchi, per cui viene spesso coltivata in Nord Africa e nel Medio Oriente, soprattutto in Algeria, Tunisia e Libano. Per contro, è sensibile all’umidità e teme l’attacco delle muffe. E’ un vitigno che ha buona produttività ma vigoria vegetativa bassa, germoglia tardivamente mentre il suo periodo di maturazione è medio. I suoi grappoli sono grandi, così come i suoi acini. Il Cinsaut viene coltivato anche in Italia, principalmente in Puglia, dove è conosciuto con il nome di Ottavianello.

cinsault vitigno
Cinsaut

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Cinsaut non viene coltivato in Italia. La sua origine è in Francia, ma viene anche coltivato in Francia, Sud Africa. La sua superficie coltivata in Francia ammonta a Francia 20.000 ha; Sud Africa 2.200 ha, mentre a livello mondiale supera i 25.000 ha.
Colore baccaBacca nera
Nazione o zona di origineFrancia
Coltivato inFrancia, Sud Africa
Superfice vitata nazionaleFrancia 20.000 ha; Sud Africa 2.200 ha
Superfice vitata mondiale25.000 ha
SinonimiOttavianello
Cinsaut

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Cinsaut sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Cinsaut ha .

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Cinsaut ha Grappolo grosso.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Cinsaut ha acini Acini grandi e di colore Buccia blu-nera.

Cinsaut

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Cinsaut sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Cinsaut è di colore Rosso rubino, . Al palato è fresco, poco tannico, magro.

Cinsaut

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Cinsaut le caratteristiche principali sono:
Predilige climaClima caldo
Epoca maturazioneMaturazione media
VigoriaVigoria bassa
ProduttivitàProduttività elevata
Sensibilità conosciute
Resistente aCalore

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.