Lorena

Piccola ma interessante regione ai confini con Germania e Lussemburgo

lorena enogastronomia

La Lorena (Lorraine in francese e Lothringen in tedesco) si trova nel nord-est della Francia, al confine con il Lussemburgo. La regione ha un ricco patrimonio culturale ed è ricca di luoghi di interesse turistico, tra cui ben tre parchi naturali, laghi, acque termali e minerali. La sua capitale, Nancy, vide la nascita dell’Art Nouveau, ed è famosa per i suoi musei e le sue architetture.

Le tre zone vinicole di cui si compone sono le Côtes de Moselle, la Côte de Meuse e le Côtes de Toul, per un’estensione totale di soli 145 ettari vitati.

I vitigni e i vini della Lorena

I vitigni principali in Lorena sono l’Auxerrois e l’Aligoté a bacca bianca, Gamay e Pinot nero a bacca nera. In Lorena si trovano solo due denominazioni di origine, la AOC Côtes de Toul e la VDQS Vin de Moselle. La prima, con i suoi 110 ettari, totalizza la quasi totalità dei vigneti della regione e si caratterizza per i vini rossi a base di Pinot nero, freschi e di struttura semplice ed immediata. I vini bianchi sono fruttati e leggeri, prodotti soprattutto con il vitigno Auxerrois. Famosi sono i Vis Gris de Toul, vini rosati ottenuti da uvaggi di Pinot nero e Gamay, con aggiunta una piccola percentuale di Auxerrois o Aligoté. La seconda denominazione comprende soprattutto vini bianchi di poca rilevanza enologica.

La gastronomia della Lorena

La gastronomia della Lorena è molto ricca e con una forte tradizione. E’ conosciuta per alcuni piatti famosi in tutto il mondo, come la Quiche Lorraine, piatto veloce ma semplice ma molto gustoso, realizzato con pasta brisé. Un tipico piatto della città di Metz è l’insalata di denti di leone con pancetta. Le Madeleine sono dei dolcetti a forma di conchiglia, sono originari del comune di Commercy. Anche i famosi Macarons,  dolcetti colorati e dai ripieni diversi, sono originari della Lorena. I due “biscotti” esterni si preparano con farina di mandorle, zucchero a velo, albumi e, per i più fantasiosi, una goccia di colorante. La farcitura più comune è una crema al cioccolato bianco. Le prugne susine Mirabelle di Nancy sono considerate le migliori in assoluto e dono usate per preparare diversi dolci, come la Tarte aux Mirabelle e ottime crostate. In Lorena si trovano anche ottimi formaggi come il Munster (a pasta molle e crosta lavata) l’Emmental Grand Cru, il Gris de Toul e il Perlé.

L'autore

Laureato in Chimica, Sommelier con interessi in campo biochimico ed enologico, appassionato di Enografia e storia del Vino e della Vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici.it nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale, nonchè della struttura e dell'impostazione della maggior parte dei suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Commenta questo contenuto