Alsazia

L'Alsazia e i grandi vini bianchi Alsaziani. Stoeia del vino in Alsazia. Gewürztraminer, Pinot gris e Riesling. Le zone di produzione del vino in Alsazia.

L'Alsazia e il vino
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

L’Alsazia e il vino

L’Alsazia è la regione vinicola più importante in Francia per i vini bianchi. In Alsazia si coltivano quasi esclusivamente uve a bacca bianca, soprattutto aromatiche, come il Gewürztraminer, il Moscato Bianco e il Riesling. La maturazione dei vini è effettuata generalmente in contenitori inerti, e in generale si evita la fermentazione malolattica per esaltare il carattere fruttato e floreale delle uve. L’unico vitigno a bacca nera presente in regione è il Pinot nero, col quale si producono il Rouge d’Alsace e il Rosé d’Alsace e rientra inoltre dell’uvaggio della maggior parte degli spumanti metodo classico Crémant d’Alsace.

Le Zone di Produzione dei vini in Alsazia

L’Alsazia è formata da una striscia con un’estensione totale di circa 110 chilometri, situata a nord-est dell’esagono francese, vicino al Reno, ai confini con la Germania  e a circa 500 chilometri a est di Parigi. A ovest la regione è protetta dai monti Vosgi ed il suo clima risulta pertanto più caldo e secco rispetto alle regioni confinanti, sia In Francia che in Germania. Essa è suddivisa in due dipartimenti, il Bas-Rhin (Basso Reno) a nord, nei pressi di Strasburgo e l’Haut-Rhin (Alto Reno) più a sud e favorita da una migliore esposizione e da condizioni climatiche più favorevoli.

I vigneti in Alsazia si trovano solitamente a un’altitudine tra i 170 e i 420 metri. L’umidità e l’aria fresca autunnale favoriscono lo sviluppo della Botrytis Cinerea, il cui attacco permette la produzione dei famosi passiti Sélection de Grains Nobles. Il terreno in Alsazia ha una composizione diversa a seconda della zona. I suoli ricchi di argilla e marna tendono a dare ai vini una struttura maggiore, mentre quelli calcarei e sabbiosi producono vini più complessi ed eleganti. I suoli scistosi e ricchi di ardesia, danno ai vini come i Riesling note minerali più marcate.

Alsazia - zone di  produzione del vino

Classificazione di qualità dei vini Alsaziani

In Alsazia i vini monovarietali possono riportare in etichetta il nome del vitigno, cosa unica in Francia dove si indica esclusivamente il nome della zona o del cru senza riferimenti alle uve utilizzate. I vini ad Appellation d’Origine Côntrolée cadono sotto la denominazione Alsace AOC o Vin d’Alsace AOC. La menzione di qualità più elevata è l’Alsace Grand Cru AOC, che possono essere prodotti  esclusivamente in una delle 50 località previste nel disciplinare. Le due menzioni più importanti per i vini Alsaziani sono la Vendange Tardive (o vendemmia tardiva, prodotti con uve raccolte con qualche settimana di ritardo rispetto al periodo della vendemmia) e la Sélection de Grains Nobles, prodotti con uve attaccate dalla Botrytis Cinerea (la celebre muffa nobile), vini dolci e di struttura importante, piuttosto rari e costosi. Altre menzioni meno famose sono Sélection, Réserve e Special Cuvée generalmente riservati a vini di produzioni particolari e di elevata qualità. E’ anche celebre lo spumante metodo classico Crémant d’Alsace AOC.

Le Tipologie di vino in Alsazia

Lo stile di produzione dei vini Alsaziani è diverso da quelli Tedeschi, anche se basato sugli stessi vitigni. I vini Alsaziani sono in generale più secchi e corposi anche perchè, mentre i vini Tedeschi hanno sempre una certa quantità di zuccheri residui, tutto lo zucchero dell’uva dei vini Alsaziani viene fatto fermentare ad alcol.

I vitigni principali coltivati in Alsazia sono Gewürztraminer, Riesling, Pinot Grigio e Moscato. Il Pinot Grigio localmente è chiamato Tokay Pinot Gris o Tokay d’Alsace. Le varietà di Moscato presenti in Alsazia sonoil Muscat à Petits Grains e il Muscat Ottonel.

Altre varietà di uve bianche coltivate in Alsazia sono il Sylvaner e il Pinot Bianco. Lo Chardonnay viene prevalentemente utilizzato per la produzione del Crémant d’Alsace. Varietà minori come lo Chasselas, il Klevner e l’Auxerrois raramente vengono utilizzate in purezza, ma più spesso in uvaggio con il Pinot bianco cui conferiscono ulteriore carattere e struttura. Esse sono inoltre utilizzate in assemblaggio con uve aromatiche per produrre l’Edelzwicker, un vino minore di scarsa rilevanza enologica.

Le Vendanges Tardives e le Sélection de Grains Nobles sono prodotti eccezionali e rappresentano meno dell’1% della produzione totale. Le Vendanges Tardives (VT) sono vini secchi o amabili, molto concentrati e di buona acidità. Le uve con cui vengono prodotti sono raccolte generalmente dopo circa due settimane dalla vendemmia regolare e in alcuni casi sono attaccate dalla Botrytis Cinerea.

Le Sélection de Grains Nobles (SGN) sono vini passiti dolci e prodotti esclusivamente con uve attaccate dalla muffa nobile. La Muffa nobile in Alsazia si forma solo in condizioni particolare quindi la sua comparsa nei vigneti non è assicurata in tutti gli anni, quindi non sempre le Sélection de Grains Nobles possono essere prodotte. La loro produzione è molto impegnativa e comporta un paziente lavoro in vigna dove vengono raccolti e selezionati solamente gli acini attaccati dalla botrytis. Gli altri acini saranno raccolti successivamente e utilizzati per la produzione delle Vendanges Tardive.

I Crémant d’Alsace sono invece spumanti prodotti con il metodo classico, come tutti gli altri  Crémant Francesi. I vini vengono generalmente prodotti con uve Pinot Bianco, Pinot Gris, Auxerrois, Pinot Nero e spesso anche Chardonnay, la cui introduzione in Alsazia è piuttosto recente e il cui uso è consentito solo per la produzione del Crémant d’Alsace.

L’Enogastronomia in Alsazia

L’affinità linguistica, territoriale e culturale con la vicina Germania hanno influenzato profondamente sia la viticoltura che la gastronomia Alsaziane. I vitigni principali (Gewürztraminer e Riesling in primis) sono gli stessi coltivati al di là del confine. Anche i piatti regionali rispecchiano l’affinità con la Germania. Il piatto tradizionale più noto è la Choucroute, misto di carni di maiale affumicate e crauti, il tutto cotto a lungo nel vino o nella birra. Gli insaccati tipici della zona comprendono vari tipi di würstel e cervelas (salsicce di maiale casalinghe). Questi piatti sono da provare con i Riesling o con la famosa birra Alsaziana. Il Bäckeoffe è un piatto a base di carne e patate; famoso è anche il Coq au Riesling (Gallo al Risling), il formaggio Munster a crosta lavata e i patè di fegato di maiale, ideali per l’abbinamento con un Gewürztraminer vendange tardive.

L'autore

marcello leder
Laureato in Chimica, Sommelier AIS. Si interessa di biochimica ed enologia, di enografia e storia del vino e della vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale e di tutti i suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Scrivi un commento su questo contenuto Alsazia

I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.