La guida ai vitigni di Quattrocalici

Pinot grigio

Il vitigno Pinot grigio e i suoi vini

pinot grigio vitigno

Il Pinot grigio è originario della Borgogna, dove vi è tuttora il maggior numero di ettari vitati, grazie alle particolari condizioni climatiche della regione. E’ comunque un vitigno divenuto internazionale, arrivando anche in Italia, dove la coltivazione del Pinot grigio si è diffusa in regioni come il Friuli-Venezia Giulia, la Lombardia, il Veneto e il Trentino-Alto Adige. L’origine del nome francesepinot” deriva dalla parola “pin”, ossia “pino”. La forma del suo grappolo si presenta infatti come una piccola pigna, caratteristica che accomuna tutti i vitigni dal nome “pinot“.  La coltivazione del Pinot grigio è particolarmente complessa e richiede condizioni e attenzione particolari non solo nella campagna ma anche in cantina. Il Pinot grigio necessita infatti di un habitat particolare, con climi molto freddi e terreni compatibili, per lo sviluppo della pianta, particolarmente difficile da coltivare al di fuori delle sue zone di origine.

In Italia il Pinot grigio è stato per molti anni uno dei vini alla moda, con un successo commerciale comunque accompagnato da un notevole sviluppo qualitativo. Il suo colore naturale è ramato, infatti è l’unico vitigno a bacca grigia. Il Pinot grigio spesso viene vinificato in bianco ma se lasciato macerare a contatto con le bucce il suo mosto assume un più naturale tono aranciato, come accade spesso nel Collio, ottenendo vini molto gradevoli e fruttati, profumati e con buona struttura. La stessa pratica è in voga in Alsazia. Il Pinot Grigio è presente con buoni risultati anche in Germania (Ruländer) e in Ungheria (Szürkebarat). Il vitigno Pinot Grigio si distingue per le sue foglie di piccole dimensioni, dalla forma trilobata o cuneiforme, per avere un grappolo corto, dalla struttura cilindrica e molto compatto. Gli acini hanno una forma sferica con una buccia sottile e pruinosa e sono di colore rosa.

pinot grigio vitigno

Il Pinot grigio è originario della Borgogna, dove vi è tuttora il maggior numero di ettari vitati, grazie alle particolari condizioni climatiche della regione. E’ comunque un vitigno divenuto internazionale, arrivando anche in Italia, dove la coltivazione del Pinot grigio si è diffusa in regioni come il Friuli-Venezia Giulia, la Lombardia, il Veneto e il Trentino-Alto Adige. L’origine del nome francesepinot” deriva dalla parola “pin”, ossia “pino”. La forma del suo grappolo si presenta infatti come una piccola pigna, caratteristica che accomuna tutti i vitigni dal nome “pinot“.  La coltivazione del Pinot grigio è particolarmente complessa e richiede condizioni e attenzione particolari non solo nella campagna ma anche in cantina. Il Pinot grigio necessita infatti di un habitat particolare, con climi molto freddi e terreni compatibili, per lo sviluppo della pianta, particolarmente difficile da coltivare al di fuori delle sue zone di origine.

In Italia il Pinot grigio è stato per molti anni uno dei vini alla moda, con un successo commerciale comunque accompagnato da un notevole sviluppo qualitativo. Il suo colore naturale è ramato, infatti è l’unico vitigno a bacca grigia. Il Pinot grigio spesso viene vinificato in bianco ma se lasciato macerare a contatto con le bucce il suo mosto assume un più naturale tono aranciato, come accade spesso nel Collio, ottenendo vini molto gradevoli e fruttati, profumati e con buona struttura. La stessa pratica è in voga in Alsazia. Il Pinot Grigio è presente con buoni risultati anche in Germania (Ruländer) e in Ungheria (Szürkebarat). Il vitigno Pinot Grigio si distingue per le sue foglie di piccole dimensioni, dalla forma trilobata o cuneiforme, per avere un grappolo corto, dalla struttura cilindrica e molto compatto. Gli acini hanno una forma sferica con una buccia sottile e pruinosa e sono di colore rosa.

vitigno pinot grigio
Pinot grigio

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Pinot grigio è uno dei  Vitigni internazionali a Bacca grigia presenti principalmente nelle regioni Trentino-Alto Adige e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 17.300 ha.
Colore baccaBacca grigia
Categoria vitigniVitigni internazionali
Regioni Italiane principaliTrentino-Alto Adige
Nazione o zona di origineBorgogna
Superfice vitata nazionale17.300 ha
SinonimiRuländer, Grauburgunder, Grauer Burgunder, Pinot gris
Anno di registrazione1970
Autorizzato provinceBolzano, Caserta
Autorizzato regioniAbruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria
Osservazione provinceRovigo
Raccomandato regioniPiemonte, Valle d’Aosta
pinot grigio nel mondo
Pinot grigio

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Pinot grigio sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Pinot grigio ha Foglia piccola, Foglia cuneiforme, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Pinot grigio ha Grappolo compatto, Grappolo corto, Grappolo cilindrico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Pinot grigio ha acini Acini piccoli, di forma Acini ovoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia sottile e di colore Buccia rosa.

Pinot grigio

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Pinot grigio sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Pinot grigio è di colore . Al palato è secco, Fruttato, di corpo.

Pinot grigio

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Pinot grigio le caratteristiche principali sono:
Epoca maturazioneMaturazione media, Maturazione precoce
Richiede potaturaPotatura mista
VigoriaVigoria moderata
ProduttivitàProduttività elevata
Tipo allevamentoControspalliera
Pinot grigio

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Pinot grigio risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:
DenominazioneTipo denominazioneRegione
Alto adige DOC sottozona Meranese di collinaSottozona DOCTrentino-Alto Adige
Alto adige DOC sottozona Santa MaddalenaSottozona DOCTrentino-Alto Adige
Alto adige DOC sottozona TerlanoSottozona DOCTrentino-Alto Adige
Alto adige DOC sottozona Val VenostaSottozona DOCTrentino-Alto Adige
Alto adige DOC sottozona Valle IsarcoSottozona DOCTrentino-Alto Adige
Alto Adige o dell’Alto Adige DOCDOCTrentino-Alto Adige
Alto Livenza IGTIGTFriuli-Venezia Giulia, Veneto
Alto Mincio IGTIGTLombardia
Arcole DOCDOCVeneto
Basilicata IGTIGTBasilicata
Benaco Bresciano IGTIGTLombardia
Breganze DOCDOCVeneto
Carso DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Colli Altotiberini DOCDOCUmbria
Colli Aprutini IGTIGTAbruzzo
Colli Berici DOCDOCVeneto
Colli del Sangro IGTIGTAbruzzo
Colli del Trasimeno o Trasimeno DOCDOCUmbria
Colli della Toscana Centrale IGTIGTToscana
Colli di Parma DOCDOCEmilia-Romagna
Colli di Scandiano e di Canossa DOCDOCEmilia-Romagna
Colli Perugini DOCDOCUmbria
Colli Pesaresi DOCDOCMarche
Colli Pesaresi DOC sottozona RoncagliaSottozona DOCMarche
Colli Tortonesi DOCDOCPiemonte
Colli Trevigiani IGTIGTVeneto
Colline Frentane IGTIGTAbruzzo
Colline Pescaresi IGTIGTAbruzzo
Colline Teatine IGTIGTAbruzzo
Collio Goriziano o Collio DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Conselvano IGTIGTVeneto
Daunia IGTIGTPuglia
del Vastese o Histonium IGTIGTAbruzzo
delle Venezie DOCDOCFriuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino-Alto Adige
Emilia o dell’Emilia IGTIGTEmilia-Romagna
Friuli Annia DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Friuli Aquileia DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Friuli Colli Orientali DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Friuli Grave DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Friuli Isonzo o Isonzo del Friuli DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Friuli Latisana DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Friuli o Friuli Venezia Giulia DOCDOCFriuli-Venezia Giulia
Garda Colli Mantovani DOCDOCLombardia
Garda DOCDOCLombardia, Veneto
Lison Pramaggiore DOCDOCVeneto, Friuli-Venezia Giulia
Marca Trevigiana IGTIGTVeneto
Marche IGTIGTMarche
Merlara DOCDOCVeneto
Mitterberg IGTIGTTrentino-Alto Adige
Molise o del Molise DOCDOCMolise
Montecarlo DOCDOCToscana
Montello e Colli Asolani DOCDOCVeneto
Monti Lessini DOCDOCVeneto
Murgia IGTIGTPuglia
Oltrepò Pavese DOCDOCLombardia
Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCGDOCGLombardia
Oltrepò Pavese Pinot Grigio DOCDOCLombardia
Pomino DOCDOCToscana
Prosecco DOCDOCVeneto, Friuli-Venezia Giulia
Provincia di Mantova IGTIGTLombardia
Provincia di Pavia IGTIGTLombardia
Puglia IGTIGTPuglia
Riviera del Brenta DOCDOCVeneto
Roccamonfina IGTIGTCampania
Salento IGTIGTPuglia
Sicilia DOCDOCSicilia
Tarantino IGTIGTPuglia
Terre Aquilane o Terre de l’Aquila IGTIGTAbruzzo
Terre del Colleoni o Colleoni DOCDOCLombardia
Terre del Volturno IGTIGTCampania
Terre di Chieti IGTIGTAbruzzo
Torgiano DOCDOCUmbria
Trentino DOCDOCTrentino-Alto Adige
Trentino superiore DOCSottozona DOCTrentino-Alto Adige
Trevenezie IGTIGTFriuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino-Alto Adige
Valcalepio DOCDOCLombardia
Valdadige DOCDOCTrentino-Alto Adige, Veneto
Valdadige Terra dei Forti DOCDOCTrentino-Alto Adige, Veneto
Valdichiana Toscana DOCDOCToscana
Valle d’Aosta DOC sottozona Nus-MalvoisieSottozona DOCValle d’Aosta
Valle d’Aosta o Vallée d’Aoste DOCDOCValle d’Aosta
Valle d’Itria IGTIGTPuglia
Veneto Orientale IGTIGTVeneto
Venezia DOCDOCVeneto
Venezia Giulia IGTIGTFriuli-Venezia Giulia
Verona o Provincia di Verona o Veronese IGTIGTVeneto
Vicenza DOCDOCVeneto

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.