L’ATLANTE DELLE DENOMINAZIONI DI ORIGINE di Quattrocalici

Salento IGT

La Denominazione Salento IGT

Salento IGT Cartina
La denominazione Salento IGT rappresenta una delle più importanti aree vitivinicole della regione Puglia. La denominazione Salento IGT include le province di Brindisi, Lecce, Taranto ed è stata creata nel 1995. I vini della denominazione Salento IGT si basano principalmente sui vitigni Aglianico, Aleatico, Barbera, Bianco d’Alessano, Greco Bianco, Bombino bianco, Bombino nero, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Notardomenico, Falanghina, Fiano, Greco, Susumaniello, Manzoni bianco, Lambrusco Maestri, Malbech, Malvasia bianca, Malvasia nera di Brindisi, Malvasia nera di Lecce, Merlot, Montonico bianco, Moscatello selvatico, Moscato bianco, Negro Amaro, Pampanuto, Petit Verdot, Piedirosso, Pinot bianco, Pinot grigio, Pinot nero, Primitivo, Refosco dal peduncolo rosso, Riesling Italico, Riesling, Sangiovese, Sauvignon, Sémillon, Sylvaner verde, Syrah, Trebbiano Toscano, Trebbiano giallo, Uva di Troia, Verdeca, Vermentino, Negroamaro precoce, Impigno, Francavidda, Lacrima, Minutolo. L’annessa cartina mostra la delimitazione geografica della denominazione Salento IGT. Inoltre, Quattrocalici.it propone un elenco dei più importanti produttori di vino ubicati all’interno dell’area definita per la denominazione Salento IGT.

La Salento IGT nei dettagli

Salento IGT

Creata nel1995
Approvata con D.M. 12.09.1995, G.U. 237 del 10.10.1995
Ultime modifiche introdotte dal D.M. 07.03.2014
RegionePuglia
ProvinceBrindisi, Lecce, Taranto
Tipo di denominazioneIGT
MerceologiaVino

Il Disciplinare della Salento IGT

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Salento IGT, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare.

Le Tipologie Vini della Salento IGT