La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Trebbiano giallo e i suoi vini

    Il Trebbiano Giallo, come molti altri vitigni della famiglia dei Trebbiani, è diffuso nell’area mediterranea dell’Italia centrale. L’aggettivo “giallo” è sicuramente dovuto al colore delle sue bacche, anche se uno dei suoi sinonimi, Rossetto, potrebbe ricondursi alle chiazze marroni che gli acini assumono con la maturazione. I vitigni della famiglia dei Trebbiani sono noti in Italia fin dall’epoca romana. Il loro nome deriva dal latino “Trebula“, ossia fattoria. Plinio il Vecchio nei suoi scritti descrive un “Vinum Trebulanum“, che secondo questa interpretazione, starebbe per “vino di paese”, o “vino casareccio”. Distinguere i vari cloni, che portano un nome che spesso indica la loro prevenienza o l’areale di maggior diffusione, non è sempre così facile. Già l’Acerbi, all’inizio dell’800, identificava il Trebbiano giallo come coltivato nella zona dei Castelli Romani. Oggi questo vitigno rientra nell’uvaggio di molti vini dell’Italia centro-settentrionale, soprattutto nel Lazio ma anche in Lombardia.

    trebbiano giallo vitigno

    Il Trebbiano Giallo dal punto di vista ampelografico si presenta con grappoli di grandi dimensioni, a forma cilindrica e alata con densità serrate. Gli acini sono sferici e di medie dimensioni, dal colore giallo dorato, con bucce molto pruinose, medie e coriacee. È un vitigno di vigoria media e dall’epoca di maturazione anch’essa nella media. Come tutti i Trebbiani offre rese elevate e costanti. Il Trebbiano Giallo, come tutti i Trebbiani, è usato per lo più in assemblaggi, ma se vinificato in purezza dà vini di colore paglierino lieve, con una gamma olfattiva delicata, note fruttate e finale lievemente ammandorlato. Al palato i vini sono freschi e aciduli al palato, ma equilibrati da un’ottima sapidità. Il Trebbiano Giallo rientra in numerose denominazioni nel Lazio, a partire dal Bianco Capena e dal famoso Est! Est!! Est!!! di Montefiascone, ma è presente anche nel Frascati, anche superiore, nel Velletri ed altri. In Lombardia invece rientra nella Garda Colli Mantovani DOC, mentre in Puglia è presente in tutte le IGT.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Trebbiano giallo

      Il vitigno Trebbiano giallo è uno dei  Vitigni locali a Bacca bianca della regione Lazio, registrato ufficialmente dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 11.000 ha.
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni locali
      Regioni Italiane principaliLazio
      Superfice vitata nazionale11.000 ha
      Famiglia vitigniTrebbiani
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato provinceBari, Brindisi, Lecce, Taranto
      Autorizzato regioniLazio, Lombardia, Umbria
      Osservazione provinceVerona

      Trebbiano giallo - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Trebbiano giallo sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Trebbiano giallo ha Foglia media, grande, Pentagonale, Pentalobata, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Trebbiano giallo ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 0 o 1 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Trebbiano giallo ha acini dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia Buccia molto pruinosa, Buccia di media consistenza, Buccia di medio spessore e di colore verde-gialla.

      Trebbiano giallo - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Trebbiano giallo sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Trebbiano giallo è di colore Giallo paglierino, più o meno intenso. Al palato è Fruttato, Minerale.

      Trebbiano giallo - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Trebbiano giallo le caratteristiche principali sono:

      I Libri di Quattrocalici

      my wines quaderno degustazione

      My♥Wines

      Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

      conoscere il vino - il libro

      Conoscere il Vino  - Il Libro

      "Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...