La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Trebbiano giallo

Il vitigno Trebbiano giallo

    Il vitigno Trebbiano Giallo, come molti altri vitigni della famiglia dei Trebbiani, cioè l’area mediterranea dell’Italia centrale. L’aggettivo giallo è sicuramente dovuto al colore delle sue bacche, anche se uno dei suoi sinonimi, Rossetto, potrebbe ricondursi alle chiazze marroni che gli acini assumono con la maturazione. I vitigni della famiglia dei Trebbiani sono noti in Italia fin dall’epoca romana. Il loro nome deriva da “Trebula”, ossia fattoria (Plinio il vecchio descrive un “Vinum Trebulanum”, che secondo questa interpretazione, starebbe per “vino di paese”, o “vino casareccio”). Distinguere i vari cloni, che portano un nome che spesso indica la loro prevenienza o l’areale di maggior diffusione, non è sempre così facile. Già l’Acerbi, all’inizio dell’800, identificava il Trebbiano giallo come coltivato nella zona dei Castelli Romani. Oggi questo vitigno rientra nell’uvaggio di molti vini dell’Italia centro-settentrionale, soprattuto in Lazio e in Lombardia.

    Rossetto

    Informazioni generali sul vitigno Trebbiano giallo

      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni locali
      Famiglia vitigniTrebbiani
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato provinceBari, Brindisi, Lecce, Taranto
      Autorizzato regioniLazio, Lombardia, Umbria
      Osservazione provinceVerona

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      Foglia media, grande, Pentagonale, Trilobata, Pentalobata.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Trebbiano giallo è di colore Giallo paglierino, più o meno intenso. Al palato è Fruttato, Minerale.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino