La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Moscatello selvatico e i suoi vini

    Il vitigno Moscatello selvatico appartiene, secondo numerosi studiosi tra cui l’Acerbi nel 1825, il Rovasenda nel 1877, il Molon nel 1906 e il Dalmasso nel 1964, alla grande famiglia dei Moscati, anche se il termine Moscatello si utilizza spesso per indicare  vitigni differenti tra loro. Secondo recenti studi condotti da Crespan e Milani nel 2001, il Moscatello Selvatico sarebbe direttamente imparentato con il Moscato di Alessandria. Studi più recenti hanno però affermato che il Moscatello selvatico non apparterrebbe alla famiglia dei Moscati perché non ne manifesterebbe le caratteristiche ampelografiche. Si tratta però di di un’uva che ha l’aromaticità tipica dei Moscati e probabilmente è da questo che ne deriva il nome. Il Moscatello selvatico concorre nella produzione del Moscato di Trani DOC ed è utilizzato anche nella produzione di basi per vini spumanti e passiti.

    moscatello selvatico vitigno

    La zona di maggiore produzione è quella della costa pugliese che si estende da Barletta a Monopoli, in particolare il territorio nei dintorni di Andria e Trani, ma entra anche nella Moscadello di Montalcino DOC, in Toscana. Il grappolo del Moscatello selvatico si presenta di dimensioni medie, di forma conica e cilindrica, abbastanza compatto e presenta due ali. L’acino è medio-grande e la sua buccia presenta una colorazione tra il giallo e il verde, non uniforme. Il Moscatello selvatico può essere vendemmiato tardivamente se concorre alla formazione di vini dolci, altrimenti giunge a maturazione verso la metà di settembre. Il vino del Moscatello selvatico vinificato in purezza è di colore giallo paglierino carico con intensi profumi varietali, agrumati e delicati. In bocca si presenta aromatico ed armonico.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Moscatello selvatico

      Il vitigno Moscatello selvatico è uno dei  Vitigni aromatici, Vitigni autoctoni a Bacca bianca della regione Puglia, registrato ufficialmente dal 1981. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 35 ha.
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni aromatici, Vitigni autoctoni
      Superfice vitata nazionale35 ha
      Famiglia vitigniMoscati
      Anno di registrazione1981

      Moscatello selvatico - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Moscatello selvatico sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Moscatello selvatico ha .

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Moscatello selvatico ha .

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Moscatello selvatico ha acini

      Moscatello selvatico - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Moscatello selvatico sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Moscatello selvatico è di colore Giallo paglierino. Al palato è fresco.

      Moscatello selvatico - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Moscatello selvatico le caratteristiche principali sono:

      Moscatello selvatico - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Moscatello selvatico risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

      Argomenti correlati