La guida ai vitigni di Quattrocalici

Manzoni bianco

Il vitigno Manzoni bianco e i suoi vini

manzoni bianco vitigno

Il vitigno Manzoni Bianco, conosciuto anche come Incrocio Manzoni 6.0.13, è il più famoso tra i cloni ideati e sperimentati dal prof. Luigi Manzoni, all’epoca preside della Scuola Enologica di Conegliano, mediante esperimenti condotti negli Anni 30 sul miglioramento genetico della vite tramite incrocio ed ibridazione. Il Manzoni Bianco 6.0.13 è a tutti gli effetti un vitigno autoctono della provincia di Treviso, e nasce dall’incrocio tra Riesling Renano e Pinot Bianco. Oggi viene coltivato soprattutto nel Triveneto e rientra negli uvaggi di alcuni disciplinari come quello dei vini Colli di Conegliano bianco DOCG, Breganze Bianco DOC e Trentino Bianco DOC, oltre a parecchi vini ad Indicazione geografica tipica per i quali viene vinificato in purezza. La caratteristica del Manzoni bianco è quella di fornire vini con buona acidità fissa ed interessante corredo aromatico.

Il Manzoni Bianco 6.0.13 è un vitigno che presenta notevoli capacità di adattamento a climi e terreni anche molto diversi tra loro, anche se predilige quelli collinari, non compatti, profondi, freschi e fertili, ma una produzione contenuta. Dal punto di vista ampelografico, il Manzoni Bianco 6.0.13 presenta un grappolo piccolo, conico o cilindrico, spesso, con un’ala, mediamente compatto (il peso varia dagli 80 ai 150 grammi). L’acino è medio piccolo, sferico e di colore giallo verde, la buccia è spessa, piuttosto consistente, mediamente pruinosa e dal sapore aromatico. Il vino ottenuto dal Manzoni Bianco 6.0.13 o Incrocio Manzoni si distingue per le sue doti di finezza ed eleganza, discreta gradazione ed acidità. Viene utilizzato per la produzione di vini di notevole qualità, fini e delicati, ma di buon corpo e splendidamente equilibrati.

Manzoni bianco

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Manzoni bianco è uno dei  Vitigni ibridi e incroci a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Veneto e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1978. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 382 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni ibridi e incroci
Regioni Italiane principaliVeneto
Superfice vitata nazionale382 ha
Famiglia vitigniIncroci Manzoni
PrecursoriRiesling Renano, Pinot bianco
Anno di registrazione1978
Autorizzato provinceBari, Brindisi, Foggia, Gorizia, Lecce, Pordenone, Taranto, Udine
Autorizzato regioniAbruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria
Osservazione provinceRovigo
Manzoni bianco

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Manzoni bianco sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Manzoni bianco ha Foglia media, Foglia piccola, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Manzoni bianco ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo corto, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Manzoni bianco ha acini Acini di dimensione media, Acini piccoli, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente, Buccia spessa e di colore verde-gialla.

Manzoni bianco

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Manzoni bianco sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Manzoni bianco è di colore . Al palato è Sapido, fine.

Manzoni bianco

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Manzoni bianco le caratteristiche principali sono:
Predilige posizioneEsposizione buona, Zone collinari
Epoca maturazioneMaturazione media
VigoriaVigoria moderata
ProduttivitàProduttività discreta
Manzoni bianco

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Manzoni bianco risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.