La guida ai vitigni di Quattrocalici

Petit Verdot

Il vitigno Petit Verdot e i suoi vini

petit verdot vitigno

Il vitigno Petit Verdot è originario della zona del Médoc, la più famosa zona di Bordeaux, in Francia, nella parte settentrionale della regione, presso l’estuario della Gironda. Il Petit Verdot è uno dei vitigni utilizzati per la produzione del Bordeaux, anche se in misura nettamente minore rispetto ai vitigni principali che costituiscono il classico taglio bordolese, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Merlot. Molti produttori francesi avevano abbandonato la coltivazione del Petit Verdot, tanto che la superficie vitata era scesa nel 1988 a soli 300 ha. Il Petit Verdot è diffuso anche in California e in alcune regioni greche e italiane. In Italia, il Petit Verdot riesce ad esprimersi in modo davvero eccellente in Toscana, nella Maremma Livornese, nella Maremma Grossetana e nell’Agro Pontino in Lazio. Il Petit Verdot è un vitigno molto esigente per la maturazione e spesso il suo migliore potenziale viene espresso lontano dai luoghi di origine.

Il Petit Verdot ha maturazione tardiva, per cui resiste bene al marciume ed capace di originare vini tannici, concentrati e colorati. Dà quindi ottimi risultati in zone caratterizzate da clima caldo, molto soleggiato, costantemente ventilato e con scarsissime precipitazioni durante la fase vegetativa. Il Petit Verdot ha foglia, pentalobata, di dimensione media e di forma pentagonale. Il suo grappolo è medio-piccolo, di forma allungata piramidale, con acini sferici medio-piccoli e di colore blu molto scuro. Vinificato in purezza il Petit Verdot dà vini di colore rosso rubino intenso, con profumi fruttati, floreali e una caratteristica nota speziata nelle annate migliori, con tannini in evidenza anche se morbidi, adatti al lungo invecchiamento. Tuttavia di solito viene utilizzato in uvaggio.

petit verdot vitigno

Il vitigno Petit Verdot è originario della zona del Médoc, la più famosa zona di Bordeaux, in Francia, nella parte settentrionale della regione, presso l’estuario della Gironda. Il Petit Verdot è uno dei vitigni utilizzati per la produzione del Bordeaux, anche se in misura nettamente minore rispetto ai vitigni principali che costituiscono il classico taglio bordolese, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Merlot. Molti produttori francesi avevano abbandonato la coltivazione del Petit Verdot, tanto che la superficie vitata era scesa nel 1988 a soli 300 ha. Il Petit Verdot è diffuso anche in California e in alcune regioni greche e italiane. In Italia, il Petit Verdot riesce ad esprimersi in modo davvero eccellente in Toscana, nella Maremma Livornese, nella Maremma Grossetana e nell’Agro Pontino in Lazio. Il Petit Verdot è un vitigno molto esigente per la maturazione e spesso il suo migliore potenziale viene espresso lontano dai luoghi di origine.

Il Petit Verdot ha maturazione tardiva, per cui resiste bene al marciume ed capace di originare vini tannici, concentrati e colorati. Dà quindi ottimi risultati in zone caratterizzate da clima caldo, molto soleggiato, costantemente ventilato e con scarsissime precipitazioni durante la fase vegetativa. Il Petit Verdot ha foglia, pentalobata, di dimensione media e di forma pentagonale. Il suo grappolo è medio-piccolo, di forma allungata piramidale, con acini sferici medio-piccoli e di colore blu molto scuro. Vinificato in purezza il Petit Verdot dà vini di colore rosso rubino intenso, con profumi fruttati, floreali e una caratteristica nota speziata nelle annate migliori, con tannini in evidenza anche se morbidi, adatti al lungo invecchiamento. Tuttavia di solito viene utilizzato in uvaggio.

vitigno petit verdot
Petit Verdot

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Petit Verdot è uno dei  Vitigni locali, Vitigni internazionali a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Friuli-Venezia Giulia e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1995. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 660 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni locali, Vitigni internazionali
Regioni Italiane principaliFriuli-Venezia Giulia
Nazione o zona di origineBordeaux
Superfice vitata nazionale660 ha
Anno di registrazione1995
Autorizzato provinceBari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Trento
Autorizzato regioniEmilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Sicilia, Toscana, Umbria
Osservazione provinceBolzano, Padova, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza
Osservazione regioniCalabria, Molise
petit verdot nel mondo
Petit Verdot

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Petit Verdot sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Petit Verdot ha Foglia media, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Petit Verdot ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo conico, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 0 o 1 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Petit Verdot ha acini Acini di dimensione media, Acini piccoli, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa e di colore Buccia blu-nera.

Petit Verdot

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Petit Verdot sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Petit Verdot è di colore Rosso rubino, . Al palato è secco, Speziato, tannico.

Petit Verdot

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Petit Verdot le caratteristiche principali sono:
Petit Verdot

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Petit Verdot risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.