La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Francavidda e i suoi vini

    Il Francavidda viene considerato un vitigno minore a bacca bianca della Puglia. Viene coltivato principalmente nella zona di Francavilla Fontana, da cui probabilmente prende il nome, e ad Ostuni, in provincia di Brindisi. Si conosce poco dell’origine del Francavidda, tranne che la sua presenza nel territorio Brindisano viene registrata sin da epoche remote. La sua diffusione è così ristretta a causa della sensibilità del vitigno alle gelate primaverili, all’oidio e alla peronospora. Lo si può trovare allevato nelle forme tradizionali della zona, a tendone o ad alberello. Il Francavidda predilige terreni argillosi-calcarei con buona esposizione solare, ha buona vigoria e un abbondante e regolare produttività. Il grappolo del Francavidda è di dimensioni medie, piuttosto compatto, piramidale. Il suo acino è medio, sferico, con buccia pruinosa, spessa, di colore bianco-verdastro.

    francavidda vitigno

    Il Francavidda viene vinificato quasi sempre in uvaggio con l’Impigno, il Bianco d’Alessano e la Verdeca. Il vino del Francavidda vinificato in purezza, cosa che raramente accade, ha colore giallo paglierino con riflessi verdolini e note olfattive floreali ed erbacee. E’ un vino fine, moderatamente consistente, poco alcolico al palato, sapido e morbido. E’ un vino bianco da tutto pasto che si abbina bene con primi piatti e secondi di pesce, a piatti con sughi leggeri, a carni bianche o formaggi giovani.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Francavidda

      Il vitigno Francavidda è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca bianca della regione Puglia, registrato ufficialmente dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 13 ha.
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Superfice vitata nazionale13 ha
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato provinceBrindisi, Lecce, Taranto

      Francavidda - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Francavidda sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Francavidda ha grande, Orbicolare, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Francavidda ha Grappolo compatto, Grappolo medio. Ali nel grapppolo: 0-2 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Francavidda ha acini dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia Buccia pruinosa, Buccia di medio spessore e di colore verde-gialla.

      Francavidda - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Francavidda sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Francavidda è di colore Giallo paglierino con riflessi verdolini. Al palato è Floreale, Erbaceo, complesso, Sottofondo leggermente ammandorlato.

      Francavidda - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Francavidda le caratteristiche principali sono:

      Francavidda - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Francavidda risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

      Argomenti correlati