La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Impigno e i suoi vini

    Il vitigno Impigno è un’antica varietà di vite della Puglia, anche se le sue origini sono molto incerte. Potrebbe provenire dal Tarantino, in particolare dalla zona di Martina Franca, da cui sarebbe poi pervenuto nell’attuale zona di coltivazione, che si trova nell’area di Brindisi. Si dice che il nome “Impigno” derivi dall’agricoltore che per primo coltivò nella zona questa varietà, a partire dai primi del ‘900. Vi sono delle ipotesi che indicano il Bombino bianco, varietà anch’essa pugliese e il piemontese Quagliano come suoi precursori, anche se non vi sono notizie che accreditino la presenza di quest’ultimo nelle Puglie. La presenza del vitigno Impigno in Puglia è comunque rara e limitata alla campagna attorno ad Ostuni, Brindisi e San Vito dei Normanni, area nella quale è molto apprezzato dai viticoltori, a differenza di quanto accade nelle altre zone della stessa regione.

    impigno vitigno

    Dal punto di vista ampelografico, la foglia del vitigno Impigno è di grandezza media, di forma pentagonale, quinquelobata. Il suo grappolo è di media dimensione, non molto compatto e alato. L’acino è ovoidale, di medie dimensioni, di olore giallo verdastro. Spesso il vitigno è assemblato assieme al Francavidda e il vino che se ne ricava è di buona qualità e di beva piuttosto semplice, adatto a pietanze estive e ad accompagnare antipasti e frutti di mare.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Impigno

      Il vitigno Impigno è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca bianca della regione Puglia, registrato ufficialmente dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 7 ha.
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Regioni Italiane principaliPuglia
      Superfice vitata nazionale7 ha
      Anno di registrazione1970

      Impigno - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Impigno sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Impigno ha Foglia media, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Impigno ha Grappolo mediamente compatto, Spargolo, Grappolo medio. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Impigno ha acini dimensione media, di forma Obovoidale, con buccia Buccia poco pruinosa, sottile, tenera e di colore verde-gialla.

      Impigno - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Impigno sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Impigno è di colore Giallo paglierino. Al palato è fresco.

      Impigno - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Impigno le caratteristiche principali sono:
      Epoca maturazioneMaturazione media
      VigoriaVigoria moderata
      ProduttivitàProduttività elevata

      Impigno - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Impigno risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

      I Libri di Quattrocalici

      my wines quaderno degustazione

      My♥Wines

      Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

      conoscere il vino - il libro

      Conoscere il Vino  - Il Libro

      "Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...