L’ATLANTE DELLE DENOMINAZIONI DI ORIGINE di Quattrocalici

Locorotondo DOC

La Denominazione

La denominazione Locorotondo DOC si riferisce ad un vino bianco DOC Pugliese. Introdotta nel giugno del 1969, Locorotondo è una delle DOC più antiche della regione e anche di tutta l’Italia. Nonostante questa relativa anzianità, è però solo a cavallo del nuovo millennio che i vini della Locorotondo DOC hanno davvero iniziato a prendere piede nel mondo del vino. I vini della denominazione, con la loro freschezza e vivacità, risaltano subito nel panorama dei vini Pugliesi, in quanto vini bianchi caratteristici prodotti in una regione dominata da vini rossi dal carattere rustico. Analogamente ai vini bianchi di Martina Franca, a pochi chilometri a sud, anche i vini di Locorotondo sono fatti con uve dei vitigni Verdeca e Bianco d’Alessano. La Verdeca rappresenta la maggior percentuale nei vini base, con almeno il 50% secondo il disciplinare, ma un rispettabile 35% è riservato al Bianco d’Alessano. I vini della denominazione sono per lo più vini fermi, ma ci sono anche le tipologie frizzante e spumante. Anche se il tradizionale vino di Locorotondo è un assemblaggio, la denominazione copre anche vini monovarietali, ovviamente basati su Verdeca e Bianco d’Alessano, ma anche sul Fiano. Il Fiano è forse più conosciuto per il suo ruolo nei vini della vicina Campania (in particolare il Fiano d’Avellino), ma ha preso piede anche in Puglia, in particolare qui, nella penisola Salentina. La DOC prende il nome dal comune di Locorotondo, situato a soli 16 km dalla costa adriatica, che domina la Valle d’Itria, una grande depressione costituita dalla stessa roccia calcarea di cui è fatto il Salento. Insieme alle vicine Colline Joniche Tarantine, la valle segna il punto di transizione tra la Puglia settentrionale e quella meridionale. La presenza particolarmente elevata di calcare e argilla in quest’area svolge un ruolo importante per due ragioni. In primo luogo questa composizione chimica del suolo determina le sue proprietà di ritenzione di calore e drenaggio. In secondo luogo, la topografia, (ed in particolare la depressione della Valle d’Itria), creata dal fenomeno carsico nel corso di molte migliaia di anni. Il fenomeno del “Carsismo” si verifica quando un tipo di roccia particolarmente solubile (ad es.  il calcare) viene progressivamente eroso, facendo emergere le rocce più resistenti. Questa erosione viene effettuata da corsi d’acqua sotterranei in misura maggiore rispetto ai fiumi e laghi visibili. Il calcare è così prevalente nella geologia della zona da colpire molto più anche ripetto ai vigneti, risultando chiaramente visibile nel paesaggio ed essendo stato a lungo utilizzato come materiale da costruzione. Il suo uso più famoso sono i tradizionali Trulli, bianchi, con i loro caratteristici tetti conici. Locorotondo, come molti insediamenti nella zona della Valle d’Itria, ospita molti di questi trulli, che servivano sia come case che come magazzini per le derrate alimentari. Poco a nord di Locorotondo si trova un’altra DOC basata su vini bianchi, ma una che utilizza esclusivamente uve Moscato la Moscato di Trani DOC.

Locorotondo DOC

La Denominazione nei dettagli

Locorotondo DOC cartina
Creata nel1969
RegionePuglia
ProvincieBari, Brindisi
Tipo di denominazioneDOC
MerceologiaVino
Locorotondo DOC

Il Disciplinare della denominazione

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Locorotondo DOC, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare.
Locorotondo DOC

I Vitigni della Denominazione

Nella tabella riportiamo i vitigni che rientrano nella composizione ampelografica delle tipologie di vino della denominazione Locorotondo DOC. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole varità della Guida ai Vitigni d’Italia di Quattrocalici.
Locorotondo DOC

Le Tipologie Vini della Denominazione

I disciplinari delle denominazioni di origine dei vini prevedono una o più “Tipologie di vino” coperte nell’ambito della stessa denominazione. La tabella riporta tutte le tipologie previste dalla denominazione Locorotondo DOC, ottenute vinificando le uve dei vitigni autorizzati nell’ambito della stessa denominazione. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole tipologie di vino, nelle quali si possono trovare tutti i dettagli relativi ai procedimenti di vinificazione e alle caratteristiche organolettiche dei vini.
Locorotondo DOC

Le Cantine nel territorio della Denominazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.