La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Aleatico

Il vitigno Aleatico

    Il vitigno Aleatico ha origini greche ed è diffuso soprattutto in Toscana, Puglia e Lazio. L'Aleatico viene considerato un vitigno semiaromatico derivante probabilmente da una mutazione di un Moscato a bacca nera, di cui ricorda vagamente il sapore. Dà vini di qualità sia secchi che dolci. Ricordiamo l' Aleatico di Gradoli (Lazio) e l' Elba Aleatico Passito.

    Aleatico

    Informazioni generali sul vitigno Aleatico

      Colore baccanera
      Categoria vitignilocali
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato regioniBasilicata, Campania, Lazio, Marche, Sardegna, Umbria
      Raccomandato regioniPiemonte

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      grande, pentagonale, intera, trilobata, pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      mediamente compatto, spargolo, grandezza media, cilindrico. Ali nel grapppolo: 1-2.

      Caratteristiche dell'acino

      dimensione media, di forma sferoidale, con buccia pruinosa e di colore rosso scura-violetta.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Aleatico è di colore Rosso rubino. Al palato è intenso, fruttato, morbido, Caldo.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Predilige climacaldo
      Predilige posizionecollinare
      Produttivitàdiscreta

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino

      • Il Blog di Quattrocalici

        ciauria tenuta delle macchie

        Profumo, di eternità

        In dialetto siciliano Ciaurìa significa “Profuma”. E questo vino profuma davvero: profuma di Etna ma anche di terra, di salvia e di fuoco. Ciaurìa è diverso...