La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Aleatico e i suoi vini

    Il vitigno Aleatico ha origini greche ed è diffuso soprattutto in Toscana, Puglia e Lazio. La sua diffusione interessa particolarmente la costa grossetana e livornese, mentre la sua presenza nelle regioni meridionali è sicuramente meno rilevante.L’Aleatico viene considerato un vitigno semiaromatico derivante probabilmente da una mutazione di un Moscato a bacca nera, di cui ricorda vagamente il sapore.  La sua capacità di assimilare gli zuccheri, unita all’originale aromaticità, lo rende ideale per la produzione di vini dolci.Dà vini di qualità sia secchi che dolci. L’Aleatico rientra in molte denominazioni, in purezza o come componente di un blend, tra le quali ricordiamo la DOCG Elba Aleatico Passito in Toscana, l’Aleatico di Gradoli in Lazio e in Puglia le DOC Aleatico di Puglia e Salice Salentino.

    vitigno aleatico
    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Aleatico

      Il vitigno Aleatico è uno dei  Vitigni locali a Bacca nera della regione Toscana, registrato ufficialmente dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 330 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni locali
      Superfice vitata nazionale330 ha
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato regioniBasilicata, Campania, Lazio, Marche, Sardegna, Umbria
      Raccomandato regioniPiemonte

      Aleatico - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Aleatico sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Aleatico ha grande, Pentagonale, Intera, Pentalobata, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Aleatico ha Grappolo mediamente compatto, Spargolo, Grappolo medio, Grappolo cilindrico. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Aleatico ha acini dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia Buccia pruinosa e di colore rosso scura-violetta.

      Aleatico - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Aleatico sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Aleatico è di colore Rosso rubino. Al palato è intenso, Fruttato, morbido, Caldo.

      Aleatico - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Aleatico le caratteristiche principali sono:
      Predilige climaClima caldo
      Predilige posizioneZone collinari
      ProduttivitàProduttività discreta

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione