La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Lambrusco Maestri

Il vitigno Lambrusco Maestri

    Il vitigno Lambrusco Maestri deriva, come anche gli altri Lambruschi d’Emilia, da viti vinifere selvatiche, presenti nell’antichità in tutta Italia. I latini chiamavano “Lambrusca vitis”, come già riportato da Plinio il Vecchio, tutta una serie di vitigni selvatici che davano acini piccoli e aspri e non vennvano generalmente utilizzati per la vinificazione. Queste viti crescevano solitamente al limitare dei boschi e i loro grappoli venivano spesso depredate dagli uccelli che ne erano ghiotti, da cui il loro soprannome di “uzeline” o “oseline”. Il nome “Maestri” sembra derivare dalla “Villa Maestri” che si trova nel comune di San Pancrazio in provincia di Parma. Questo vitigno è spesso vinificato in uvaggio con altre varietà di Lambrusco, ed è apprezzato per la sua capaictà di dare colore, tannicità e corpo al vino così ottenuto. Questi vini sono anche noti come “Lambruschi scuri” e sono caratteristici del Reggiano e del Parmense

    Groppello Maestri

    Informazioni generali sul vitigno Lambrusco Maestri

      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni locali
      Famiglia vitigniLambruschi
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato provinceBari, Benevento, Brindisi, Foggia, Lecce, Pordenone, Rovigo, Taranto, Udine
      Autorizzato regioniEmilia-Romagna, Lazio, Lombardia

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      Foglia media, Orbicolare, Pentagonale, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      dimensione media, di forma Sub-sferoidale, con buccia spessa, Buccia consistente, Buccia molto pruinosa e di colore blu-nera.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Lambrusco Maestri è di colore Rosso rubino con riflessi violacei. Al palato è fresco, vinoso, Floreale, Fragrante.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino