L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Lambrusco Mantovano DOC


Indice dei contenuti per la denominazione Lambrusco Mantovano DOC

La denominazione Lambrusco Mantovano DOC rappresenta una delle più importanti aree vitivinicole della regione Lombardia. La denominazione Lambrusco Mantovano DOC include le province di Mantova ed è stata creata nel 1987. I vini della denominazione Lambrusco Mantovano DOC si basano principalmente sui vitigni Lambrusco Viadanese, Lambrusco Maestri, Lambrusco Marani, Lambrusco Salamino, Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa, Ancellotta, Fortana. L'annessa cartina mostra la delimitazione geografica della denominazione Lambrusco Mantovano DOC. Inoltre, Quattrocalici.it propone un elenco dei più importanti produttori di vino ubicati all'interno dell'area definita per la denominazione Lambrusco Mantovano DOC.

La Denominazione

La zona geografica della denominazione Lambrusco Mantovano DOC comprende due sottozone, la sottozona dell’“Oltre Po mantovano” area sita a destra del fiume Po e la sottozona del “Viadanese-Sabbionetano”e cioè il territorio compreso fra il fiume Oglio e il fiume Po. L’area dell’Oltre Po mantovano è la zona della bassa pianura, compresa tra le quote 7 e 20 m. slm. L’ area del Viadanese-Sabbionetano è invece la zona della media pianura compresa tra il fiume Po e l’Oglio, le quote sono comprese tra i 13 e i 36 m. slm. Il clima di entrambe le zone è caratterizzato da temperature medie estive che superano i 22° C con afosità estiva causata anche dalla forte umidità, nebbie nel periodo autunno-inverno e inverni rigidi con ritorni di gelo primaverili.

La coltivazione della vite nell’Oltre Po Mantovano ha origini antiche. Già il poeta Virgilio, nativo di Mantova, descrisse l’esistenza della Vitis labrusca duemila anni fa, nella sua quinta Bucolica. La coltivazione della vite assume consistenza alla fine del secolo XI con i monaci benedettini nei territori dell’abbazia di Polirone a San Benedetto Po. Anche la coltivazione della vite nel Viadanese-Sabbionetano ha origini antiche come nell‘Oltre Po Mantovano.

Importante nella viticoltura della zona è il vitigno Lambrusco Viadanese che prende il nome dal comune in provincia di Mantova dove è maggiormente diffuso: Viadana. Le pratiche relative all’elaborazione dei vini sono quelle tradizionalmente consolidate nelle due zone per la vinificazione e l’ottenimento dei vini rosso e rosato, le tipologie previste dal disciplinare della denominazione.

Lambruschi per raggiungere una maturazione ottimale hanno bisogno di temperature elevate nel periodo estivo (aprile-ottobre). Solo in questo modo è possibile raggiungere la giusta maturazione e ottenere quelle caratteristiche organolettiche connesse agli elevati contenuti polifenolici e aromatici caratteristici di questa varietà e che condizionano fortemente la struttura, il corpo e tutta la valutazione sensoriale. Alcune varietà importanti per l’elevato contenuto
antocianico sono ottenibile esclusivamente in questo territorio.

I produttori del territorio

Argomenti correlati

  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino