La guida ai vitigni di Quattrocalici

Lambrusco Viadanese

Il vitigno Lambrusco Viadanese e i suoi vini

lambrusco viadanese vitigno

Il vitigno Lambrusco Viadanese deriva il suo nome dal comune di Viadana, in provincia di Mantova. Il vitigno è probabilmente originario dalle viti selvatiche, derivando il termine Lambrusco dal latino “Vitis Labrusca” ossia selvatica.  Queste uve erano anche dette anche “uzeline” o “oseline” per il fatto che, crescendo spontaneamete al limitare dei boschi, venivano depredate dagli uccelli che ne erano ghiotti. Il vitigno Lambrusco Viadanese è conosciuto anche come “Groppello Ruberti“, dal nome dell’enologo che lo decretò miglior vitigno della provincia. La sua diffusione è maggiormente localizzata nel Mantovano, nella zona delimitata dai fiumi Oglio e Po, ed è alla base dell’uvaggio della Lambrusco Mantovano DOC. Lo si ritrova anche nel Cremonese, oltre che nelle province di Reggio nell’Emilia e Modena, anche se in misura minore.

Il vitigno Lambrusco Viadanese ha foglia media, pentagonale, a tre lobi, raramente a cinque. Il suo grappolo maturo ha dimensioni medie, è lungo, cilindrico, compatto. Gli acini sono medi, sferoidali, sovente di forma irregolare, per la pressione dovuta alla compattezza eccessiva del grappolo. La loro buccia è consistente, spessa, di colore blu nero e molto pruinosa. La polpa ha molto succo incolore e di sapore piuttosto neutro. Il vino ottenuto dal Lambrusco Viadanese ha un colore rubino carico e profumi intensi con note fruttate e floreali di amarena e di viola. Decisamente tannico, ha robusta corposità ma anche una certa armonia.

lambrusco viadanese vitigno

Il vitigno Lambrusco Viadanese deriva il suo nome dal comune di Viadana, in provincia di Mantova. Il vitigno è probabilmente originario dalle viti selvatiche, derivando il termine Lambrusco dal latino “Vitis Labrusca” ossia selvatica.  Queste uve erano anche dette anche “uzeline” o “oseline” per il fatto che, crescendo spontaneamete al limitare dei boschi, venivano depredate dagli uccelli che ne erano ghiotti. Il vitigno Lambrusco Viadanese è conosciuto anche come “Groppello Ruberti“, dal nome dell’enologo che lo decretò miglior vitigno della provincia. La sua diffusione è maggiormente localizzata nel Mantovano, nella zona delimitata dai fiumi Oglio e Po, ed è alla base dell’uvaggio della Lambrusco Mantovano DOC. Lo si ritrova anche nel Cremonese, oltre che nelle province di Reggio nell’Emilia e Modena, anche se in misura minore.

Il vitigno Lambrusco Viadanese ha foglia media, pentagonale, a tre lobi, raramente a cinque. Il suo grappolo maturo ha dimensioni medie, è lungo, cilindrico, compatto. Gli acini sono medi, sferoidali, sovente di forma irregolare, per la pressione dovuta alla compattezza eccessiva del grappolo. La loro buccia è consistente, spessa, di colore blu nero e molto pruinosa. La polpa ha molto succo incolore e di sapore piuttosto neutro. Il vino ottenuto dal Lambrusco Viadanese ha un colore rubino carico e profumi intensi con note fruttate e floreali di amarena e di viola. Decisamente tannico, ha robusta corposità ma anche una certa armonia.

vitigno lambrusco viadanese
Lambrusco Viadanese

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Lambrusco Viadanese è uno dei  Vitigni locali a Bacca nera presenti principalmente nelle regioni Lombardia e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 240 ha.
Colore baccaBacca nera
Categoria vitigniVitigni locali
Regioni Italiane principaliLombardia
Superfice vitata nazionale240 ha
Famiglia vitigniLambruschi
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniEmilia-Romagna, Lombardia
Lambrusco Viadanese

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Lambrusco Viadanese sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Lambrusco Viadanese ha Foglia media, Foglia pentagonale, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Lambrusco Viadanese ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Lambrusco Viadanese ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia molto pruinosa, Buccia consistente, Buccia spessa e di colore Buccia blu-nera.

Lambrusco Viadanese

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Lambrusco Viadanese sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Lambrusco Viadanese è di colore Rosso rubino, . Al palato è Fresco, vinoso, Floreale, Fragrante.

Lambrusco Viadanese

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Lambrusco Viadanese le caratteristiche principali sono:
Lambrusco Viadanese

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Lambrusco Viadanese risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.