La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Fortana e i suoi vini

    Il Fortana è un vitigno a bacca nera, caratteristico della Pianura Padana e dell’Emilia-Romagna in particolare. Sembra che provenga dalla Borgonga, verosimilmente dalla Côte-D’Or, da cui uno dei suoi sinonimi, Uva d’Oro. Pare sia stato importato in Italia, nella piana Emiliana dalla duchessa di Ferrara, Renata di Francia, figlia di Luigi XII di Francia e sposata con Ercole II D’Este, come dote nel suo matrimonio del 1528. Agostino Gallo, agronomo protagonista del rinnovamento degli studi agrari, attesta la presenza del Fortana in Emilia alla metà del Seicento. Il Fortana è descritto come vitigno produttivo e profumato dal nome di Uva d’Oro. L’Acerbi nella sua opera del 1825 la colloca invece nell’Oltrepò Pavese, chiamandola però Fortana, nome che pare derivii dalla parola “fruttana” in riferimento alla produttività del vitigno.

    fortana vitigno

    Il Fortana è conosciuto anche con i sinonimi di Brugnola, Dallora nera, Prungentile, Uva francese (in ricordo della sua origine) e molti altri. Oggi il Fortana viene coltivato soprattutto nella zona del Bosco Eliceo, a cavallo delle province di Ferrara e Ravenna. In provincia di Ferrara oggi il vitigno viene denominato Fortana del Bosco Eliceo. E’ presente comunque anche nel resto dell’Emilia, in particolare nella Bassa Parmense e lungo il fiume Taro, a Busseto, patria di Giuseppe Verdi e a Soragnadove, riesce a sfruttare il particolare microclima e il terreno di medio impasto, ricco in argilla. Nell’area del Bosco Eliceo, invece, inoltre i terreni sono caratterizzati da una forte componente sabbiosa, che ha contrastato l’attacco della fillossera, preservando nella zona vigne franche di piede, ormai piuttosto rare in Italia. Franchi di piede sono i vitigni che non hanno dovuto essere innestati su portainnesti americani, resistenti alla fillossera. La farfalla infatti non depone quindi le uova nelle radici che affossano in questo tipo di terreno, non riuscendo a procreare. Nella pianura di Parma invece viene coltivato. La Fortana ha grandi grappoli di forma piramidale allungata, serrati. Gli acini sono grandi, di forma ellittica, con bucce sottili e poco coriacee, con grande concentrazione di pruina. I loro colore è molto scuro, neri tendenti alle sfumature blu. La sua epoca di maturazione è tardiva.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Fortana

      Il vitigno Fortana è uno dei  Vitigni locali a Bacca nera della regione Emilia-Romagna, registrato ufficialmente dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 402 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni locali
      Superfice vitata nazionale402 ha
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato regioniEmilia-Romagna, Lombardia

      Fortana - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Fortana sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Fortana ha Foglia media, grande, Pentagonale, Pentalobata, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Fortana ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo lungo, Grappolo piramidale.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Fortana ha acini grandi, di forma Acini elissoidali, con buccia Buccia pruinosa, sottile e di colore blu-nera.

      Fortana - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Fortana sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Fortana è di colore Rosso rubino. Al palato è Caldo, sapido, tannico.

      Fortana - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Fortana le caratteristiche principali sono:
      Epoca maturazioneMaturazione tardiva
      VigoriaVigoria moderata

      Fortana - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Fortana risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione