La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Lambrusco Marani

Il vitigno Lambrusco Marani

    Il vitigno Lambrusco Marani deriva, come anche gli altri Lambruschi coltivati in Emilia, da viti vinifere selvatiche, presenti nell'antichità in tutta Italia. I latini chiamavano "Lambrusca vitis" tutta una serie di vitigni selvatici che davano acini piccoli e aspri e non venivano generalmente utilizzati per la vinificazione. Solo intorno al 1825, grazie ad Acerbi, si iniziò a fare una distinzione tra i vitigni derivati dalle viti selvatiche, e fu in questa occasione che per la prima volta venne menzionato il nome Marani.

    Lambrusco Marani

    Informazioni generali sul vitigno Lambrusco Marani

      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni locali
      Famiglia vitigniLambruschi
      Anno di registrazione1970
      Autorizzato regioniEmilia-Romagna, Lombardia

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      Foglia media, Orbicolare, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio. Ali nel grapppolo: 1 ala.

      Caratteristiche dell'acino

      dimensione media, di forma Sferoidale, Acini elissoidali, con buccia sottile, Buccia consistente, Buccia pruinosa e di colore blu-nera.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Lambrusco Marani è di colore Rosso rubino, brillante. Al palato è fresco, vinoso, Floreale, Fragrante.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino

      • Il Blog di Quattrocalici

        lieviti indigeni e lieviti selezionati

        Lieviti indigeni o autoctoni e lieviti selezionati

        lieviti indigeni e lieviti selezionati Il ruolo dei lieviti nella fermentazione alcolica del mosto La fermentazione alcolica è la trasformazione...