La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Indice dei contenuti per il vitigno Minutolo

Il vitigno Minutolo

    ll vitigno Minutolo è presente da tempo remoto nella val d’Itria dov’era conosciuto come Fiano Minutolo volendolo così imparentare al più noto Fiano campano o Moscatellina, per le sue caratteristiche aromatiche. In realtà i caratteri ampelografici e l’aromaticità lo rendono completamente di verso dal Fiano originario della zona di Avellino. E’ stato usato in minima percentuale nelle DOC Locorotondo e Martina Franca, ma subito sostituito da Bianco D’Alessando e Verdeca, più redditizi e ormai più comuni in queste zone. Il Minutolo è stato riscoperto dall’enologo Pasquale Carparelli della cantina Torrevento, nel corso di una ricerca volta a ritrovare i vecchi vigneti dispersi nel territorio.

    Minutolo

    Informazioni generali sul vitigno Minutolo

      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni aromatici
      Anno di registrazione2011
      Autorizzato provinceBarletta-Andria-Trani, Taranto, Brindisi, Lecce

      Ampelografia

      Caratteristiche della foglia

      Foglia media, Pentagonale, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Grappolo mediamente compatto, Spargolo, Grappolo medio, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia Buccia consistente e di colore verde-gialla.

      Caratteristiche vino

      Il vino che si ottiene dal vitigno Minutolo è di colore Giallo paglierino con riflessi dorati. Al palato è intenso, fine, persistente.

      Caratteristiche colturali e produttive

      Argomenti correlati


      • Quattrocalici consiglia

      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • Segui Quattrocalici sui social

      • Le Regioni del Vino