La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Notardomenico e i suoi vini

    Il Notardomenico è un vitigno a bacca nera presente in Puglia, nella zona intorno a Brindisi, fin dall’antichità, anche se le superfici di coltivazione sono piuttosto modeste. E’ generalmente coltivato e vinificato in uvaggio con l’Ottavianello, altro vitigno autoctono del Brindisino, che però tende a sovrastarlo con la sua intensità olfattiva. Il Di Rovasenda, nella sua opera del 1877, ne fa citazione ma non ne fornisce descrizioni ampelografiche. Nulla si sa anche sull’origine del suo singolare nome. Al contrario del Sussumaniello e dell’Ottavianello, il Notardomenico non è quasi mai vinificato in purezza, sebbene non manchino alcuni esperimenti in tal senso ad opera di alcuni produttori. Dà un vino di colore rosso rubino, con riflessi violacei, abbastanza equilibrato e con profumi speziati. Il moderato titolo alcolico e contenuto in antociani lo rendono adatto all’ottenimento di vini rosati in purezza o in taglio con altre varietà.

    notardomenico vitigno

    Il Notardomenico è un vitigno scarsamente coltivato, che presenta un grappolo medio-piccolo, conico o cilindrico, semplice o alato e mediamente compatto. Il suo acino presenta un bel colore rosso scuro tendente al violetto. In alcuni comuni del Brindisino le uve di Notardomenico concorrono in maniera importante alla produzione di vini rosati.

    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Notardomenico

      Il vitigno Notardomenico è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca nera della regione Puglia, registrato ufficialmente dal 1971. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 10 ha.
      Colore baccaBacca nera
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Superfice vitata nazionale10 ha
      Anno di registrazione1971
      Autorizzato provinceBari

      Notardomenico - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Notardomenico sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Notardomenico ha Foglia media, Orbicolare, Pentagonale, Pentalobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Notardomenico ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 0 o 1 ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Notardomenico ha acini dimensione media, di forma Sferoidale, con buccia Buccia pruinosa, sottile e di colore rosso scura-violetta.

      Notardomenico - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Notardomenico sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Notardomenico è di colore Rosso rubino.

      Notardomenico - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Notardomenico le caratteristiche principali sono:

      Notardomenico - Il Vino e le Denominazioni di riferimento

      Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Notardomenico risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

      Argomenti correlati