La Guida ai Vitigni di Quattrocalici

Il vitigno Ginestra e i suoi vini

    Il vitigno Ginestra è presente in Campania dal 1825, quando Acerbi lo citava tra le specie di vite diffuse nei dintorni di Napoli. Questo vitigno è attualmente coltivato nei Comuni salernitani di Scala, Ravello, Amalfi, Maiori e Minori, ma anche a Furore, Tramonti, Corbara e Positano dove però è conosciuto con il nome di Biancazita. E’ quindi diffuso quasi esclusivamente in tutta la costiera Amalfitana. E’anche conosciuto come Biancatenera. Il vitigno Ginestra deve il suo nome al profumo delle sue uve, il che lo rende interessante dal punto di vista enologico, in quanto favorisce la presenza nei vini di sentori floreali che evolvono con l’invecchiamento in note di idrocarburi, elemento questo che lo rende simile al Riesling. Mostra anche un’ottima capacità ad accumulare zuccheri, garantendo anche elevati livelli di acidità totale. Rientra, come vitigno complementare, nella base ampelografica della DOC Costa d’Amalfi bianco.

    Ginestra
    Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
    Facebook
    Pin on Pinterest
    Pinterest
    Tweet about this on Twitter
    Twitter
    Share on LinkedIn
    Linkedin

    Informazioni generali sul vitigno Ginestra

      Il vitigno Ginestra è uno dei  Vitigni autoctoni a Bacca bianca della regione Campania, registrato ufficialmente dal 2005. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a .
      Colore baccaBacca bianca
      Categoria vitigniVitigni autoctoni
      Anno di registrazione2005
      Autorizzato regioniCampania
      Raccomandato regioniCampania

      Ginestra - Ampelografia del vitigno

      Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l'aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Ginestra sono:

      Caratteristiche della foglia

      Il vitigno Ginestra ha Foglia media, grande, Pentagonale, Cuneiforme, Trilobata.

      Caratteristiche del grappolo

      Il vitigno Ginestra ha Grappolo compatto, Grappolo medio, Grappolo conico, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: Grappolo senza ali.

      Caratteristiche dell'acino

      Il vitigno Ginestra ha acini dimensione media, di forma Acini elissoidali, con buccia Buccia poco pruinosa e di colore verde-gialla.

      Ginestra - Caratteristiche del vino

      Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Ginestra sono:
      Il vino che si ottiene dal vitigno Ginestra è di colore Giallo paglierino, intenso. Al palato è fresco, Floreale.

      Ginestra - Caratteristiche colturali e produttive

      Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l'epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Ginestra le caratteristiche principali sono:

      Argomenti correlati


      • Registrati su Quattrocalici

      • Il Blog di Quattrocalici

        Quaderno di degustazione - My Wines

        Come compilare la scheda di degustazione per un vino

        La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
      • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

        My Wines - Quaderno di Degustazione