Il Glossario della Degustazione di Quattrocalici

Idrocarburi

Profumi eterei nel vino

I profumi da idrocarburi nei vini

Il profumo di idrocarburi nei vini

I profumi di idrocarburi (cherosene, benzina o paraffina) nei vini sono caratteristici di determinate zone produttive, la cui particolare composizione del suolo dona ad alcuni vitigni particolarmente ricettivi note eteree, che ricordano il petrolio o i solventi. L’esempio più noto è l’Alsazia per i Riesling. Non si tratta in realtà di un odore letteralmente identico a quello degli idrocarburi, ma piuttosto una sensazione olfattiva riconoscibile al degustatore esperto. La molecola che ne è responsabile è il trimetildiidronaftalene, abbreviato in TDN. Questa molecola proviene dalla degradazione del β-carotene, un antiossidante presente nel Riesling, a sua volta favorita da un valore basso di pH, ossia dall’elevata acidità di vini provenienti dalle aree poste a nord della fascia climatica di coltivazione della vite.

Profumi eterei nel vino

Argomenti correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.