La guida ai vitigni di Quattrocalici

Sémillon

Il vitigno Sémillon e i suoi vini

semillon vitigno

Il Sémillon è uno dei grandi vitigni del bordolese, dove viene coltivato soprattutto nella zona di Saint-Emilion, nel Bordolese, da cui sembrerebbe prendere il nome. In uvaggio con il Sauvignon Blanc dà vita ad uno dei più grandi vini passiti al mondo, il Sauternes, oltre a vari vini bianchi di Bordeaux. In Francia ne esistono due biotipi, il Sémillon grosso ed il Sémillon piccolo. È coltivato anche in alcune aree della Francia meridionale, dove, anche grazie alla sua capacità di dare vini pieni ma non molto caratterizzati, è utilizzato come base per uvaggi bianchi sia secchi che dolci. Il Sémillon è una vite molto vigorosa, con buone rese e matura leggermente più tardi del Sauvignon, evitando i problemi di colatura e favorendo l’attacco della muffa nobile.

Il Sémillon è molto diffuso anche in Australia, dove viene vinificato in purezza nella Hunter Valley, e in Sud America, soprattutto in Cile ed in Argentina. Lo troviamo anche in America del Nord, soprattutto negli stati della costa occidentale, nonché in Nuova Zelanda, in Israele, nell’Europa Orientale e in Sud Africa, dove nell’Ottocento era addirittura la varietà più diffusa del paese. In Italia il Sémillon è arrivato direttamente dal Bordolese, probabilmente a seguito delle truppe napoleoniche, ed è diffuso a macchia di leopardo in alcune zone sia al nord che al centro-sud del paese. Il Sémillon ha contenuto di acidi piuttosto modesto e il buon livello zuccherino porta ad ottenere vini dalla gradazione alcolica medio-alta, pertanto nelle zone a clima caldo si ottengono vini di un’apprezzabile struttura. I vini di ottima qualità prodotti con Sémillon in purezza sono piuttosto rari , prevalendo il tipico impiegno di quest’uva in uvaggio con il Sauvignon Blanc.

vitigno semillon
Sémillon

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Sémillon è un vitigno internazionale a Bacca bianca la cui origine è Bordeaux ed è diffuso principalmente in Francia, Australia, Argentina, California, Sud Africa. In Italia viene coltivato principalmente nella regione Toscana e vi è registrato ufficialmente dal 1970. La sua superficie coltivata a livello italiano ammonta a Francia 12.000 ha; Australia 6700 ha; Sudafrica 1.100 ha; California 360 ha; Argentina 950 ha; Italia 30 ha, mentre a livello mondiale ammonta a 22.000 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni locali, Vitigni internazionali
Regioni Italiane principaliToscana
Nazione o zona di origineBordeaux
Coltivato inFrancia, Australia, Argentina, California, Sud Africa
Superfice vitata nazionaleFrancia 12.000 ha; Australia 6700 ha; Sudafrica 1.100 ha; California 360 ha; Argentina 950 ha; Italia 30 ha
Superfice vitata mondiale22.000 ha
Anno di registrazione1970
Autorizzato provinceBari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Trieste
Autorizzato regioniCalabria, Lazio, Sicilia, Toscana, Umbria
Osservazione regioniEmilia-Romagna
semillon vitigno
Sémillon

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Sémillon sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Sémillon ha Foglia grande, Foglia media, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Sémillon ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1 ala.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Sémillon ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia poco consistente, Buccia spessa e di colore verde-gialla.

Sémillon

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Sémillon sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Sémillon è di colore . Al palato è Sapido, Floreale, Fruttato, Fresco.

Sémillon

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Sémillon le caratteristiche principali sono:
Sémillon

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Sémillon risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.