Il Glossario del vino di Quattrocalici

Colatura

Malattie ed avversità della vite

Colatura malattie della vite

La colatura avviene quando il fiore della vite non viene fecondato e cade dopo la sua apertura. In realtà in generale nella vite solo una piccola percentuale dei fiori è oggetto di allegagione e quindi di formazione dell’acino. Tale percentuale varia a seconda del vitigno, ad esempio per il Cabernet sauvignon è compresa tra il 35 e l’82%.

Le motivazioni fisiologiche che provocano la problematica non sono ben chiare, ma tra i fattori che favoriscono la cosiddetta colatura vi sono gli sbalzi termici primaverili (soprattutto da temperature basse verso alte), eccessivo vigore e squilibrio vegetativo o altri fattori climatici, come la quantità di pioggia o l’illuminazione/ombreggiamento che nutrizionali, come carenze o eccessi di minerali nel suolo.  A seconda del vitigno la sensibilità è maggiore o minore a ciascuno di questi fattori, determinando o meno il fatto che la colatura rappresenti o meno un problema in una specifica situazione.

Nella maggior parte dei casi la colatura non è assolutamente da ritenersi preoccupante, in quanto i fiori restanti sono più che sufficienti per dare origine a grappoli ben formati.

Malattie ed avversità della vite

Argomenti correlati

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.