L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Colli Pesaresi DOC


Indice dei contenuti per la denominazione Colli Pesaresi DOC

La denominazione Colli Pesaresi DOC rappresenta una delle più importanti aree vitivinicole della regione Marche. La denominazione Colli Pesaresi DOC include le province di Pesaro-Urbino ed è stata creata nel 1972. I vini della denominazione Colli Pesaresi DOC si basano principalmente sui vitigni Trebbiano Toscano, Biancame, Pinot grigio, Pinot nero, Riesling Italico, Chardonnay, Sauvignon, Pinot bianco, Sangiovese, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot. L'annessa cartina mostra la delimitazione geografica della denominazione Colli Pesaresi DOC. Inoltre, Quattrocalici.it propone un elenco dei più importanti produttori di vino ubicati all'interno dell'area definita per la denominazione Colli Pesaresi DOC.

La Denominazione

L’area geografica della denominazione Colli Pesaresi DOC ricade nella provincia di Pesaro – Urbino ed è relativa a 37 comuni compresi nel Montefeltro, nei bacini dei fiumi Metauro e Foglia fino alla superficie del monte S. Bartolo che è la propaggine sul mare della catena montuosa e collinare dell’entroterra della valle del Foglia.

Il Colli Pesaresi bianco ha colore giallo paglierino, profumo delicato, gradevole e mai stancante, apprezzato per la sua leggerezza. Secco, fresco e poco caldo è piacevole per aperitivi. Profumi di ginestra e fiori bianchi prevalgono su tutto. I vini prodotti lungo la costa assumono caratteri di sapidità notevole dovuti sia alla vicinanza dal mare che dal terreno chimicamente salino. Nel rosso dei Colli Pesaresi risalta l’intensità della sfumatura violacea che si spinge verso il granato con l’affinamento. Da bere entro il primo anno di vita, 2-3 anni per la versione Focara , Roncaglia e Parco del San Bartolo spicca l’elevata vinosità, piacevolmente morbido grazie ad un tannino mai pungente. Secco ed asciutto richiama frutti di bosco e profumi di violetta.

Argomenti correlati

  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino