La guida ai vitigni di Quattrocalici

Zinfandel

Il vitigno Zinfandel e i suoi vini

zinfandel vitigno

Lo Zinfandel è un vitigno a bacca nera molto coltivato in California. Lo Zinfandel è arrivato in questa zona dall’Europa (dove è conosciuto come Primitivo in Italia e Tribidrag o Crljenak Kastelanski in Croazia) all’inizio del XIX secolo, diffondendosi con grande successo nelle zone vinicole di Napa e Sonoma, dove viene coltivato tutt’oggi con grande successo. Lo Zinfandel è quasi considerato un vitigno autoctono Californiano, nonostante il fatto che la vitis vinifera non sia autoctona delle Americhe. Lo Zinfandel viene coltivato anche in Sud Africa e in Australia, sia con il nome Zinfandel che come Primitivo, ma rimane un capriccio di singoli produttori e, al di fuori della California, non ha acquisito altrove il ruolo di vino del territorio. Lo “Zin“, come è affettuosamente chiamato negli Stati Uniti, è stato utilizzato per produrre le più disparate tipologie di vino, dallo Zinfandel rosso secco, icona dell’enologia Americana, al White Zinfandel, vinificato in bianco.

Il vino rosso fermo prodotto con lo Zinfandel ha generalmente un colore rubino intenso e profondo, con sfumature violacee che tendono al granato con l’invecchiamento. Il profumo è di frutti rossi come amarena, more, prugne, con in più note floreali di viola. L’affinamento in legno gli dona sentori speziati, tra i quali troviamo cannella, cacao, pepe nero e liquirizia. Al palato è caldo, pieno ed avvolgente, con tannini delicati e dotato di buona persistenza.

Lo Zinfandel è una varietà ad alta resa, per cui si coltiva al meglio in suoli poco fertili e dotati di buona capacità di drenaggio. L’epoca di maturazione è medio tardiva. I grappoli sono compatti, di dimensione media, con bacche che spesso presentano livelli di maturazione diversa all’interno dello stesso grappolo.

zinfandel vitigno

Lo Zinfandel è un vitigno a bacca nera molto coltivato in California. Lo Zinfandel è arrivato in questa zona dall’Europa (dove è conosciuto come Primitivo in Italia e Tribidrag o Crljenak Kastelanski in Croazia) all’inizio del XIX secolo, diffondendosi con grande successo nelle zone vinicole di Napa e Sonoma, dove viene coltivato tutt’oggi con grande successo. Lo Zinfandel è quasi considerato un vitigno autoctono Californiano, nonostante il fatto che la vitis vinifera non sia autoctona delle Americhe. Lo Zinfandel viene coltivato anche in Sud Africa e in Australia, sia con il nome Zinfandel che come Primitivo, ma rimane un capriccio di singoli produttori e, al di fuori della California, non ha acquisito altrove il ruolo di vino del territorio. Lo “Zin“, come è affettuosamente chiamato negli Stati Uniti, è stato utilizzato per produrre le più disparate tipologie di vino, dallo Zinfandel rosso secco, icona dell’enologia Americana, al White Zinfandel, vinificato in bianco.

Il vino rosso fermo prodotto con lo Zinfandel ha generalmente un colore rubino intenso e profondo, con sfumature violacee che tendono al granato con l’invecchiamento. Il profumo è di frutti rossi come amarena, more, prugne, con in più note floreali di viola. L’affinamento in legno gli dona sentori speziati, tra i quali troviamo cannella, cacao, pepe nero e liquirizia. Al palato è caldo, pieno ed avvolgente, con tannini delicati e dotato di buona persistenza.

Lo Zinfandel è una varietà ad alta resa, per cui si coltiva al meglio in suoli poco fertili e dotati di buona capacità di drenaggio. L’epoca di maturazione è medio tardiva. I grappoli sono compatti, di dimensione media, con bacche che spesso presentano livelli di maturazione diversa all’interno dello stesso grappolo.

vitigno zinfandel
Zinfandel

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Zinfandel non viene coltivato in Italia. La sua origine è in Croazia, ma viene anche coltivato in California. La sua superficie coltivata in Croazia ammonta a 20.400 ha (California), mentre a livello mondiale supera i .
Colore baccaBacca nera
Nazione o zona di origineCroazia
Coltivato inCalifornia
Superfice vitata nazionale20.400 ha (California)
SinonimiPrimitivo
Zinfandel

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Zinfandel sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Zinfandel ha Foglia media, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Zinfandel ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo cilindrico, Grappolo conico. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Zinfandel ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia molto pruinosa, Buccia di medio spessore e di colore blu-nera.

Zinfandel

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Zinfandel sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Zinfandel è di colore Rosso rubino, . Al palato è Caldo, Speziato, Fruttato, tannico.

Zinfandel

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Zinfandel le caratteristiche principali sono:
Epoca maturazioneMaturazione media
VigoriaVigoria moderata
ProduttivitàProduttività elevata
Sensibilità conosciuteSiccità

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.