L’ATLANTE DELLE DENOMINAZIONI DI ORIGINE di Quattrocalici

Contessa Entellina DOC

La Denominazione

La denominazione Contessa Entellina DOC, in Sicilia, comprende i  vini rossi, bianchi e rosati provenienti da una piccola area posta a 50 km a sud di Palermo. La DOC prende il nome dall’omonimo comune storico dell’estremo sud-ovest della provincia di Palermo. I vini della Contessa Entellina DOC sono prodotti esclusivamente con uve coltivate in questo comune. La denominazione è stata creata nell’agosto del 1993 e include una serie di diverse tipologie di vini. In pratica è una denominazione DOC che somiglia più a una IGT, nella quale si sottolinea più la provenienza geografica che la specificità dei vini che troviamo in altre denominazioni, proma fra tutte la DOC Marsala. Accanto ai vini base rosso, rosato e bianco vi sono anche sette tipologie di vino varietale, che si riferiscono a vini prodotti con almeno l’85% della varietà dichiarata. I rossi sono il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Pinot Nero, mentre i bianchi sono il Grecanico, lo Chardonnay, il Sauvignon e l’Inzolia. C’è anche un vino dolce da vendemmia tardiva, prodotto sempre da uve Ansonica (Inzolia). I vini rossi base della denominazione Contessa Entellina DOC sono fatti con uve dei vitigni Nero d’Avola, la varietà rossa più diffusa in Sicilia e lo Syrah, vitigno originario della Valle del Rodano. Vale la pena notare che nessuna di queste due varietà è approvata per i vini varietali della DOC. La ragione di ciò non è del tutto chiara, ma potrebbe essere quella di salvaguardare la “vera” identità dei vini base della Contessa Entellina DOC. Questa disposizione insolita non si applica ai vini bianchi, le cui versioni di base sono costituite da un minimo del 50% di Inzolia, mentre il resto della comprende vitigni approvati per la regione Sicilia, oltre a Catarratto, Grillo e Müller-Thurgau. La presenza del Müller-Thurgau in Sicilia è insolita, dal momento che l’incrocio Riesling x Sylvaner è stato concepito per i vigneti più freschi e umidi della Germania, molte centinaia di chilometri e dieci gradi di latitudine più a nord. Tutti i vini rossi della Contessa Entellina DOC hanno diritto alla menzione riserva se passano due anni di invecchiamento prima dell’uscita in commercio, di cui almeno sei mesi devono essere in botte.

Contessa Entellina DOC

La Denominazione nei dettagli

contessa entellina doc cartina
Creata nel1993
RegioneSicilia
ProvinciePalermo
Tipo di denominazioneDOC
MerceologiaVino
Contessa Entellina DOC

Il Disciplinare della denominazione

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Contessa Entellina DOC, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare.
Contessa Entellina DOC

I Vitigni della Denominazione

Nella tabella riportiamo i vitigni che rientrano nella composizione ampelografica delle tipologie di vino della denominazione Contessa Entellina DOC. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole varità della Guida ai Vitigni d’Italia di Quattrocalici.
Contessa Entellina DOC

Le Tipologie Vini della Denominazione

I disciplinari delle denominazioni di origine dei vini prevedono una o più “Tipologie di vino” coperte nell’ambito della stessa denominazione. La tabella riporta tutte le tipologie previste dalla denominazione Contessa Entellina DOC, ottenute vinificando le uve dei vitigni autorizzati nell’ambito della stessa denominazione. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole tipologie di vino, nelle quali si possono trovare tutti i dettagli relativi ai procedimenti di vinificazione e alle caratteristiche organolettiche dei vini.
Contessa Entellina DOC

Le Cantine nel territorio della Denominazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.