Pinot Bianco - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno pinot bianco

Il vitigno Pinot bianco

Il vitigno Pinot bianco deriva con buona probabilità da mutazioni genetiche del Pinot nero o del Pinot grigio. Fa parte dei vitigni cosidetti "internazionali", di origine francese ed ampiamente coltivati in tutto il mondo. E' un vitigno molto precoce, e questo lo rende adatto alla coltura in regioni considerate anche "estreme" per la viticoltura, per cui è di comune coltivazione in Francia e in Germania. In Italia è presente già dall'800, ed è diffuso in un ampio ventaglio di regioni e denominazioni. Molte volte è stato in passato confuso con lo Chardonnay, e le caratteristiche che lo accomunano con quest'ultimo vitigno hanno fatto si che fosse spesso coltivato assieme ad esso. Risulta iscritto al Registro Italiano delle Varietà di Vite da Vino soltanto in epoca relativamente recente (1978).

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Osservazione province Anno ins. Gruppi
Pinot Bianco B. 193 Weißburgunder*, Pinot blanc**, Pinot*** Bolzano, Caserta Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Gorizia, Padova, Pordenone, Taranto, Trento, Treviso, Trieste, Venezia, Verona, Vicenza, Udine Piemonte, Valle d'Aosta Belluno, Rovigo 1970 Internazionali, Nazionali

Caratteristiche del vitigno Pinot Bianco

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Pinot bianco ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media, tondeggiante, trilobata
  • Grappolo: medio-piccolo, cilindrico, spesso alato, compatto
  • Acino: sferoide, medio-piccolo   Buccia: piuttosto leggera. La polpa è succosa, dolce e di sapore semplice

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Pinot bianco si adatta alle diverse forme di allevamento ed ai diversi sesti di impianto purché non troppo larghi, predilige potature lunghe o medie.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Pinot bianco ha media vigoria e germogliamento medio-precoce. Non si adatta ai terreni umidi, preferisce climi asciutti e buone esposizioni. La produzione è in generale buona e costante.

Caratteristiche vino:

Il vitigno Pinot bianco dà un vino di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, di profumo intenso e sapore delicato, asciutto, vellutato. Dicorpo, con gradazione generalmente piuttosto elevata, acidità fissa medio-alta, elegante. L'affinamento gli dona sfumature dorate e profumi delicati. La sua acidità lo rende adatto alla spumantizzazione in purezza o in cuvée con Chardonnay ed altri Pinots per dare prodotti di altissima qualità.

Denominazioni in cui il vitigno è presente


Sottozone DOC