Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Nobile di Montepulciano

La degustazione dei vini "Nobile di Montepulciano"

nobile montepulciano degustazione vino
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Nobile di Montepulciano

La degustazione del vino Nobile di Montepulciano. Il Vino Nobile di Montepulciano, uno dei più famosi in Toscana, viene prodotto con le uve di un clone di Sangiovese, noto con il nome di Prugnolo Gentile. Il suo nome deriva dal profumo di prugna che trasmette al vino. Il Nobile di Montepulciano deve le sue peculiari caratteristiche organolettiche al particolare rapporto tra che si è creato nei secoli tra il Sangiovese e questa zona una piccola enclave di 670 ettari che copre il territorio comunale di Montepulciano, a sud di Siena. Qui il suolo è costituito da un’alternanza di sabbie e argille che crea le condizioni ideali per produrre vini di struttura, profumati, ma con tannini fini. Il Vino Nobile di Montepulciano viene prodotto da un uvaggio composto da un minimo di 70%  di Sangiovese (Prugnolo Gentile), cui si può aggiungere del Canaiolo per un massimo del 20%. Il terzo vitigno che rientra nella sua composizione ampelografica è il Mammolo, che aggiunge una componente floreale intrigante di viola mammola. Per il vino Nobile di Montepulciano è previsto un lungo periodo di maturazione in legno, di 26 mesi per la versione base e 38 per il Nobile Riserva, che consente alla grande carica polifenolica di questo vino di arrotondarsi, facendo nel contempo emergere caratteristici profumi eterei. E’ un vino che si può tranquillamente dimenticare in cantina, raggiungendo il picco dell’affinamento dopo 6-7 anni, con un potenziale di invecchiamento che può arrivare senza problemi a 15 anni .

Le Caratteristiche del vino Nobile di Montepulciano

Le caratteristiche del Vino Nobile di Montepulciano sono quelle tipiche del Sangiovese, suo vitigno di base. L’intensa colorazione, la complessità dei profumi con note olfattive fruttate di prugna rese più complesse dai lunghi periodi di affinamento, che aggiungono sensazioni terziarie di vaniglia, liquirizia e tabacco. La tradizionale tannicità  del Sangiovese e la nota di freschezza residua sempre gradita viene ingentilita dalla morbidezza indotta dall’affinamento e dalla struttura decisamente piena di questo vino.

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàarmonico, elegante, fine
Temperatura di servizio18-20°C
Bicchierebicchiere da vino rosso strutturato

Degustazione guidata del vino Nobile di Montepulciano

E’ consigliabile l’apertura della bottiglia almeno un’ora prima della degustazione, fino a diverse ore in caso di un Vino Nobile di Montepulciano di più lungo affinamento o che abbia trascorso un lungo periodo in cantina.  Utilizzare un calice di dimensioni medio-grandi, baloon o a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. Temperatura di degustazione, 16-18°C a seconda della tipologia degustata.

nobile di montepulciano servizio

Nobile di Montepulciano - La Degustazione - Esame visivo

Il Sangiovese, e quindi anche il Prugnolo Gentile, ha capacità colorante che può essere definita “media”, quindi anche il Vino Nobile di Montepulciano presenta una colorazione leggermente trasparente, tendente ad una maggiore opacità ed intensità qualora il produttore abbia optato per rese nei vigneti piuttosto basse. Il colore rosso rubino intenso e brillante, caratteristico dei vini da Sangiovese in gioventù, a causa del lungo affinamento cui il Nobile di Montepulciano è spesso sottoposto tende ad assumere una tonalità granata intensa ed in alcuni casi evidenti sfumature aranciate. La consistenza è generalmente buona, come si addice ai vini di grande complessità e struttura.

 

nobile di montepulciano visivo

I descrittori per l'esame visivo del vino Nobile di Montepulciano:

Rosso rubino Consistente intenso brillante trasparente

Nobile di Montepulciano - La Degustazione - Esame olfattivo

Il Vino Nobile di Montepulciano presenta un profilo olfattivo piuttosto complesso e interessante. Questa qualità viene ulteriormente esaltata dai lunghi tempi di maturazione previsti dal disciplinare di produzione e che conferiscono al vino caratteristici aromi terziari. Nonostante ciò, nel Vino Nobile di Montepulciano si percepiscono anche le note più tipiche del Sangiovese, appartenenti al mondo dei fiori e della frutta. Prugna ed amarena sono le principali note fruttate evidenti all’apertura, seguite spesso da mirtillo, lampone e mora. Presenti anche sensazioni floreali come violetta e talvolta anche la rosa. Le note speziate terziarie presenti nel Vino Nobile di Montepulciano abbracciano la vaniglia, cannella, liquirizia, noce moscata, tabacco, pepe nero e pepe rosa, accompagnate da sensazioni balsamiche di mentolo ed eucalipto.

nobile di montepulciano olfattivo

I descrittori per l'esame olfattivo del vino Nobile di Montepulciano:

complesso Floreale Fruttato Speziato

I Riconoscimenti olfattivi per il vino Nobile di Montepulciano

Nobile di Montepulciano - La Degustazione - Esame gustativo

Il Vino Nobile di Montepulciano presenta al palato un’apprezzabile acidità ed una struttura importante merito anche della maturazione in botte o barrique. La freschezza di apertura e l’astringenza dei tannini si contrappongono alla morbidezza conferita dall’affinamento e dal calore alcolico. Buona quasi sempre la persistenza, che regala ricordi fruttati e spesso nelle versioni più affinate anche balsamici.

nobile di montepulciano gustativo

I descrittori per l'esame gustativo del vino Nobile di Montepulciano:

Rosso rubino Consistente intenso brillante trasparente

L'Abbinamento con il cibo del vino Nobile di Montepulciano

Gli abbinamenti ideali per il Vino Nobile di Montepulciano sono i piatti della tradizione Toscana, tutte le carni rosse alla griglia o al forno, selvaggina e formaggi stagionati per le versioni più complesse e strutturate.

nobile di montepulciano abbinamenti

I tipi di portata in abbinamento per il vino Nobile di Montepulciano:

Portate a base di carne arrosto o alla griglia Portate a base di carne in umido o in tegame Portate a base di selvaggina



I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino