le ricette di quattrocalici con i vini in abbinamento

Porceddu

Il porceddu e i suoi vini in abbinamento
bicchiere rosso leggero
Caratteristiche dei vini in abbinamento
Categoria di abbinamento: Portate di carne arrosto o alla griglia; Tipo di portata: Secondi piatti di carne; Tipo di cottura: Alla griglia; Merceologia: Maiale; Ingrediente principale: Maiale

Il Porceddu è un piatto tradizionale della cucina sarda. Il termine “Porceddu ” deriva dal sardo e significa “maialino”, il che suggerisce l’ingrediente principale di questo piatto: un maialino da latte.

Il Porceddu sardo è noto per la sua preparazione lenta e laboriosa, che richiede abilità e attenzione ai dettagli. Tradizionalmente, il maialino viene intero e arrostito su una griglia a fuoco vivo, di solito utilizzando legna di quercia o mirto per conferire un aroma particolare alla carne. Durante la cottura, la pelle viene croccante e dorata, mentre la carne rimane succosa e tenera.

Una delle caratteristiche più distintive del Porceddu sardo è la sua marinatura, chiamata “bollito di mirto”. Prima di essere arrostito, il maialino viene strofinato con un mix di sale, pepe e foglie di mirto selvatico schiacciate. Questo processo di marinatura contribuisce a conferire alla carne un sapore unico e aromatico.

Il Porceddu è spesso servito come piatto principale durante le occasioni speciali e le festività in Sardegna, come matrimoni, battesimi o sagre tradizionali. È accompagnato da contorni semplici, come patate arrosto o verdure grigliate. In alcuni casi, il maialino viene farcito con erbe aromatiche, aglio e rosmarino, per intensificare ulteriormente il sapore.

Questa pietanza rappresenta un simbolo importante della cultura sarda e richiede una preparazione meticolosa. Per questo motivo, trovare un autentico Porceddu sardo al di fuori della Sardegna può essere difficile, ma alcuni ristoranti italiani specializzati offrono questa prelibatezza tradizionale.

Il Porceddu sardo è amato per la sua carne tenera e saporita, oltre che per il suo aspetto caratteristico e invitante. È un piatto che richiede tempo e dedizione, ma l’esperienza di gustare un autentico porceddu sardo è indimenticabile per gli amanti della cucina tradizionale e delle specialità regionali.

Porceddu: Gli Ingredienti

1 maialino da latte (circa 4-5 kg)
Sale fino q.b.
Pepe nero macinato q.b.
Foglie di mirto schiacciate q.b.
Rametti di rosmarino fresco
Aglio
Olio d’oliva extra vergine

Porceddu: La Preparazione

Prepara il Porceddu: Inizia pulendo e preparando il maialino. Assicurati che sia ben pulito e asciutto. Puoi chiedere al tuo macellaio di fiducia di prepararlo per te, oppure puoi farlo da solo.

Prepara la marinatura: In una ciotola, mescola il sale, il pepe e le foglie di mirto schiacciate. Questa sarà la marinatura per il maialino.

Strofina il Porceddu con la marinatura: Spalma la marinatura sul maialino, facendo attenzione a coprire bene tutta la superficie, inclusa la pancia e le parti interne. Massaggia delicatamente la marinatura sulla pelle e all’interno della carne per far assorbire i sapori.

Aggiungi le erbe aromatiche: Farcisci la pancia del maialino con rametti di rosmarino fresco e spicchi d’aglio interi. Questo aiuterà ad aromatizzare ulteriormente la carne durante la cottura.

Lascia riposare: Copri il maialino con un panno pulito e lascialo riposare in frigorifero per almeno 12 ore, ma preferibilmente per 24 ore, in modo che la marinatura si insaporisca adeguatamente.

Prepara il fuoco: Nel frattempo, prepara un fuoco a legna o carbonella in una griglia o su un braciere. L’ideale è utilizzare legna di quercia o mirto per ottenere un sapore autentico, ma puoi adattarti alle legna disponibili.

Arrostisci il Porceddu: Quando il fuoco è pronto, posiziona il maialino sulla griglia, pelle verso il basso. Assicurati che il fuoco sia intenso, ma non troppo vicino alla carne per evitare di bruciarla. Giralo di tanto in tanto per cuocerlo uniformemente.

Spennella con olio d’oliva: Durante la cottura, spennella il maialino con olio d’oliva extra vergine. Questo aiuterà a mantenere la pelle idratata e a creare una crosta croccante.

Cotta a puntino: La cottura del maialino richiede tempo e pazienza. Sarà pronto quando la pelle sarà croccante e dorata e la carne tenderà a staccarsi facilmente dalle ossa. Questo processo può richiedere dalle 3 alle 4 ore, a seconda delle dimensioni del maialino e dell’intensità del fuoco.

Riposo e affettatura: Una volta cotto, lascia riposare il maialino per qualche minuto prima di affettarlo. Taglialo a pezzi e servilo caldo insieme ai contorni tradizionali come patate arrosto o verdure grigliate.

Ricorda che la preparazione del Porceddu richiede competenze specifiche e attenzione ai dettagli. Se non ti senti sicuro nell’affrontare l’intero processo da solo, potrebbe essere utile cercare un esperto o un ristorante specializzato per assicurarti di ottenere un autentico porceddu sardo.

Porceddu: I Vini in abbinamento scelti da Quattrocalici

La Sardegna è famosa per la produzione di diversi vini pregiati che si abbinano bene al Porceddu sardo. Ecco alcuni suggerimenti di vini rossi sardi che potresti considerare:

Cannonau di Sardegna: Il Cannonau è uno dei vini più noti e apprezzati della Sardegna. È un vino rosso robusto e corposo, caratterizzato da sentori di frutti di bosco, spezie e note terrose. La sua struttura e complessità si sposano bene con la carne di maiale arrosto, offrendo un abbinamento equilibrato e armonico.

Carignano del Sulcis: Il Carignano è un vino rosso strutturato e complesso, prodotto nella zona del Sulcis, nella parte sud-occidentale della Sardegna. Questo vino è caratterizzato da aromi di frutta matura, spezie e note tostate. La sua robustezza e profondità si sposano bene con la carne di maiale, creando un abbinamento ricco e appagante.

Monica di Sardegna: La Monica è un vino rosso leggero e fruttato, con aromi di ciliegie, prugne e note floreali. Ha una freschezza piacevole e una struttura morbida. Questo vino si abbina bene al porceddu grazie alla sua leggerezza, che non sovrasta i sapori delicati della carne di maiale.

I vini in abbinamento per il piatto “Porceddu” selezionati dai Sommeliers di Quattrocalici

Porceddu: Altri Vini in abbinamento

Se preferisci cercare da solo alternative di vini diversi, di seguito ti elenchiamo tutti i vini DOC e DOCG le cui caratteristiche li rendono adatti ad abbinarsi con il piatto “Porceddu“, estratti dal Database delle Tipologie di Vino di Quattrocalici.
Tipologia vinoColore vinoTipo vino
Bergamasca IGT NovellorossoVino fermo
San Colombano al Lambro o San Colombano rosso con menzione vigna DOCrossoVino fermo
Calosso DOC riserva con menzione vignarossoVino fermo
Colli del Sangro IGT RossorossoVino fermo
Sannio DOC Solopaca classico Aglianico-PiedirossorossoVino fermo
Colli di Salerno IGT SciascinosorossoVino fermo
Pomino DOC MerlotrossoVino fermo
Colli di Parma DOC Cabernet sauvignonrossoVino fermo
Montenetto di Brescia IGT CabernetrossoVino fermo, Vino frizzante
Sebino IGT Cabernet francrossoVino fermo
Amarone della Valpolicella riserva DOCGrossoVino fermo
Sannio DOC rosso superiorerossoVino fermo
Contessa Entellina DOC Pinot nerorossoVino fermo
Roccamonfina IGT RossorossoVino fermo, Vino frizzante
Benevento o Beneventano IGT Rosso novellorossoVino fermo
Etna DOC rosso riservarossoVino fermo
Sannio DOC Solopaca Aglianico riservarossoVino fermo
Montepulciano d’Abruzzo DOC riservarossoVino fermo
Palizzi IGT Rosso novellorossoVino fermo
Terratico di Bibbona DOC SyrahrossoVino fermo
Menfi DOC FrappatorossoVino fermo
Terre dell’Alta Val d’Agri DOC rossorossoVino fermo
Toscano o Toscana IGT RossorossoVino fermo
Sabbioneta IGT NovellorossoVino fermo
Langhe DOC rossorossoVino fermo
Friuli Latisana Merlot DOCrossoVino fermo
Colli Etruschi Viterbesi o Tuscia DOC Sangiovese amabilerossoVino fermo
Suvereto Cabernet Sauvignon riserva DOCGrossoVino fermo
Delia Nivolelli DOC rosso riservarossoVino fermo
Cirò DOC rossorossoVino fermo
Primitivo di Manduria riserva DOCrossoVino fermo
Menfi DOC Perricone riservarossoVino fermo
Noto DOC rossorossoVino fermo
Montepulciano d’Abruzzo DOC Alto Tirino riservarossoVino fermo
Colli di Luni DOC rosso riservarossoVino fermo
Valpolicella DOC Valpantena superiorerossoVino fermo
Terre di Chieti IGT Pinot nerorossoVino fermo
Romagna DOC Sangiovese BrisighellarossoVino fermo
Fontanarossa di Cerda IGT Rosso novellorossoVino fermo
Colline Pescaresi IGT DolcettorossoVino fermo
Bagnoli di sopra o Bagnoli Refosco riserva DOCrossoVino fermo
Colli del Trasimeno DOC Merlot riservarossoVino fermo
Pompeiano IGT RossorossoVino fermo, Vino frizzante
Monreale DOC Pinot nero riservarossoVino fermo
Valpolicella Ripasso DOC Classico superiorerossoVino fermo
Arcole Rosso Novello DOCrossoVino fermo
Barbagia IGT NovellorossoVino fermo
Colline Joniche Tarantine DOC Primitivo superiorerossoVino fermo
Terre di Cosenza DOC Verbicaro MaglioccorossoVino fermo
Menfi DOC rossorossoVino fermo