L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Cannonau di Sardegna DOC



La Denominazione Cannonau di Sardegna DOC

La denominazione Cannonau di Sardegna DOC comprende l’intera isola, dal Sulcis e da Cagliari a sud, fino alla Gallura a nord, una distanza di circa 260 km. La denominazione fu introdotta nel giugno 1972, all’incirca nello stesso periodo del Moscato di Sardegna DOC. A questa denominazione corrisponde una produzione di circa un quinto del totale dei vini Sardi.I vini della denominazione sono prodotti con il vitigno Cannonau, nome locale per la Grenache. Per molto tempo si è pensato che la varietà sia arrivata in Sardegna con gli Aragonesi quando conquistarono l’isola all’inizio del XIV secolo (dalla regione di Aragona, in Spagna). Tuttavia negli ultimi anni sono stati trovati degli indizi che suggeriscono che il Cannonau (e quindi la Grenache) potrebbero in realtà aver avuto origine proprio qui in Sardegna. La denominazione comprende sia vini rossi che rosati, una tipologia riserva e una liquorosa. Per ottenere la menzione riserva, un Cannonau di Sardegna deve avere un titolo alcolometrico minimo del 13% in volume ed essere invecchiato per almeno due anni prima dell’uscita commerciale. I vini della versione liquorosa sono più dolci e più ricchi in alcol, con una gradazione alcolica compresa tra il 17,5% (il minimo legale) e il 20% in volume. Sono vini intensamente dolci e saporiti che si abbinano bene ai dessert, in particolare quelli con fichi, prugne, cioccolato fondente o frutta cotta. Esiste anche una versione liquorosa secca. I migliori esempi di Cannonau di Sardegna sono probabilmente quelli della parte sud e orientale dell’isola, nelle province di Nuoro e Sud Sardegna. All’interno di queste province, tre sottozone sono state ufficialmente riconosciute come aree di produzione per vini Cannonau di particolare qualità. La prima è Nepente di Oliena (o Oliena), per i vini della città di Oliena, in provincia di Nuoro. Il secondo è Capo Ferrato, con i comuni di Castiadas, Muravera, San Vito, Villaputzu e Villasimius nell’angolo sud-orientale dell’isola. Il terzo è Jerzu, per i vini dei comuni Jerzu e Cardedu. I vini della zona più antica, che comprende la provincia di Nuoro, portano la menzione classico. I vini della denominazione Cannonau di Sardegna DOC hanno attirato notevole attenzione negli ultimi anni, non solamente per la loro qualità, ma anche per la longevità degli abitanti delle loro zone di produzione. Infatti molti Sardi arrivano a superare bene i 90 anni e in molti casi arrivano ad oltre 100, con l’alimentazione dell’isola solitamente indicata come fattore determinante. I vini della Cannonau di Sardegna DOC sono ricchi di antociani e polifenoli, composti ricchi di antiossidanti, benefici per la salute del cuore.

I Vitigni della denominazione Cannonau di Sardegna DOC

VitignoColore bacca
CannonauCannonaoBacca nera

I produttori nel territorio della denominazione Cannonau di Sardegna DOC

 ProduttoreProvinciaComune
Abele MelisOristanoTerralba
Agricola PunicaCarbonia-IglesiasSantadi
Alberto LoiNuoroCardedu
Antichi Poderi JerzuNuoroJerzu
ArgiolasCagliariSerdiana
BerrittaNuoroDorgali
Cantina Angelo AngioiOristanoTresnuraghes
Cantina del BovaleOristanoTerralba
Cantina del GiogantinuOlbia-TempioBerchidda
Cantina del VermentinoSassariMonti
Cantina di CalasettaCarbonia-IglesiasCalasetta
Cantina DorgaliNuoroDorgali
Cantina GalluraOlbia-TempioTempio Pausania
Cantina GibaCarbonia-IglesiasGiba
Cantina Josto PudduOristanoSan Vero Milis
Cantina Li SeddiOlbia-TempioBadesi
Cantina OlienaNuoroOliena
Cantina RubiuCarbonia-IglesiasVillamassargia
Cantina SantadiCarbonia-IglesiasSantadi
Cantina Sociale del MandrolisaiNuoroSorgono
Cantina Sociale della VernacciaOristanoOristano
Cantina Sociale di CastiadasCagliariCastiadas
Cantina Sociale di OgliastraNuoroTortolì
Cantina TrexentaCagliariSenorbì
Cantine di DolianovaCagliariDolianova
Cantine di OrgosoloNuoroOrgosolo
Cantine Marcello PudduNuoroOliena
Cantine SurrauOlbia-TempioArzachena
CapicheraOlbia-TempioArzachena
ColumbuOristanoBosa
Conca di Olevà Olbia-TempioOlbia
ContiniOristanoCabras
Cooperativa RomangiaSassariSorso
DettoriSassariSennori
F.lli PudduNuoroOliena
F.lli SerraOristanoZeddiani
Ferruccio DeianaCagliariSettimo San Pietro
Feudi della MedusaCagliariPula
FittilogheNuoroMamoiada
FradilesNuoroAtzara
Gabbas GiuseppeNuoroNuoro
Giampietro PuggioniNuoroMamoiada
Giuseppe SedilesuNuoroMamoiada
GostolaiNuoroOliena
Il Nuraghe Cantina di MogoroOristanoMogoro
Li DuniSassariBadesi
Lu BedduOlbia-TempioArzachena
Masone MannuOlbia-TempioMonti
MeloniCagliariSelargius
MesaCarbonia-IglesiasSant’Anna Arresi
MontespadaOlbia-TempioTrinità d’Agultu e Vignola
Montisci – Giovanni BarrosuNuoroMamoiada
MuraOlbia-TempioLoiri Porto San Paolo
MuralesOlbia-TempioOlbia
MurraiOlbia-TempioMonti
OlianasCagliariGergei
PalaCagliariSerdiana
PanevinoNuoroNurri
Paolo DepperuOlbia-TempioLuras
Pedra MajoreOristanoMonti
PedresSassariOlbia
Piero ManciniSassariOlbia
Porcu f.LliOristanoModolo
PusoleOgliastraLotzorai
Sardus PaterCarbonia-IglesiasSant’Antioco
SidduraOlbia-TempioLuogosanto
Silvio CartaOristanoBaratili San Pietro
Su’EntuMedio CampidanoSanluri
Tanca Gioia CarloforteCarbonia-IglesiasCarloforte
Tenuta AsinaraSassariSorso
Tresmontes – Nuraghe CrabioniSassariSorso
UnmaredivinoOlbia-TempioBerchidda
Villa di QuartuCagliariQuartu Sant’Elena
Vino consigliatiZiccaOgliastraVillagrande Strisaili

Argomenti correlati

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino

  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!