La Dolcezza del Vino

Il Glossario della degustazione del vino di Quattrocalici

La Dolcezza del Vino. Tutti i termini dell’Esame Gustativo

La dolcezza di un vino è causata dalla presenza di un residuo zuccherino nel vino al termine della fermentazione. La presenza di questo residuo significa che la fermentazione si è arrestata, spontaneamente o artificialmente, prima che tutti gli zuccheri venissero convertiti in alcol etilico da parte dei lieviti. L’arresto spontaneo della fermentazione può essere dovuto all’abbassamento della temperatura del mosto in fermentazione o dal raggiungimento di una concentrazione alcolica tale da inibire l’attività dei lieviti. Per ottenere un vino dolce la fermentazione si può arrestare anche artificialmente, mediante allontanamento per filtrazione dei lieviti o mediante aggiunta di solfiti o abbassando intenzionalmente la temperatura del recipiente (tino). Oltre alla classica scala di dolcezza dei vini fermi (secco, amabile, dolce) vi è una scala specifica per gli spumanti, mutuata da quella specificamente creata per gli Champagne.

Tutti i termini del Glossario per: La Dolcezza del Vino

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.