Le Regioni del Vino - Quattrocalici

Le Denominazioni di Origine in Emilia-Romagna

Regione Emilia-Romagna

emilia-romagna denominazioni
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Le denominazioni di origine in Emilia

In Emilia vi è una sola DOCG, la Colli Bolognesi Classico Pignoletto DOCG. Nella zona di Piacenza, la Barbera e la Croatina ed in parte la Bonarda caratterizzano la denominazione Gutturnio DOC. La zona di Parma, con la DOC Colli di Parma, si differenzia per la prevalenza dei vini bianchi sui vini rossi. Le zone di Reggio-Emilia e Modena sono invece dominate dalla coltivazione del Lambrusco,  con le denominazioni Lambrusco di Sorbara DOC, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC e Lambrusco Salamino di Santa Croce DOC. Nel Bolognese è diffuso il Montù ed il Pignoletto, entrambi a bacca bianca con la denominazione Reno DOC. Sempre in provincia di Bologna la Colli d’Imola DOC. A Reggio Emilia la Colli di Scandiano e Canossa DOC e la Reggiano DOC, mentre in provincia di Piacenza vi è la DOC Colli Piacentini e la Ortrugo dei Colli Piacentini DOC, basata sull’omonimo vitigno a bacca bianca. Nella zona di Ferrara troviamo il vitigno a bacca nera Fortana (noto anche come Uva d’Oro) e la cui DOC di riferimento è la Bosco Eliceo DOC. Al confine con la Romagna la Colli di Faenza DOC si estende fino alle province di Ravenna e Forlì-Cesena.

Le denominazioni di origine in Romagna

Spostandoci in Romagna, anche qui una sola DOCG, la Romagna Albana DOCG. Le DOC più importanti sono la Romagna DOC e la Colli della Romagna Centrale DOC. Il vitigno più importante è qui il Sangiovese, che distanzia in termini di quantità il Trebbiano Romagnolo (il vitigno a bacca bianca più diffuso in Romagna) il Pagadebit e l’Albana, che dà origine alla Albana di Romagna DOCG, nella zona di Faenza. Le zone vitivinicole più importanti sono le colline intorno a Faenza, con la denominazione Colli di Faenza DOC, la zona collinare di Forlì e le colline attorno a Cesena e Rimini (Colli di Rimini DOC).

Le denominazioni di Origine dell’Emilia-Romagna

  • DOCG 2
  • DOC 18
  • IGT 9
  • DOP agroalimentari 13
  • IGP agroalimentari 15

Le denominazioni di origine per il vino in Emilia-Romagna

Le allegate cartine mostrano i confini delle Denominazioni di Origine per il Vino nella regione Emilia-Romagna. Le tabelle contengono i link alle pagine dedicate ad ogni singola Denominazione.

Le denominazioni di origine agroalimentari della regione Emilia-Romagna

La regione Emilia-Romagna, come tutte le regioni d'Italia, non è solamente famosa per i suoi vini, ma anche per diversi altri prodotti tipici legati al territorio e protetti da denominazioni di origine DOP e IGP. Ecco l'elenco completo delle Denominazioni di Origine Agroalimentari per la regione Emilia-Romagna.

I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le province di questa regione

  • Le Regioni del Vino