L’ATLANTE DELLE DENOMINAZIONI DI ORIGINE di Quattrocalici

Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

La Denominazione

Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

La denominazione d’origine Salamini Italiani alla Cacciatora DOP è riservata al prodotto di salumeria che risponde alle condizioni e ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione. Gli allevamenti dei suini destinati alla produzione dei salamini italiani alla cacciatora debbono essere situati nel territorio delle seguenti regioni: Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise. I salamini italiani alla cacciatora sono prodotti con carni magre ottenute da muscolatura striata appartenente alla carcassa di suino, grasso suino duro, sale, pepe a pezzi e/o macinato, aglio. Non possono essere impiegate carni separate meccanicamente. I salamini italiani alla cacciatora all’atto dell’immissione al consumo devono avere le seguenti caratteristiche organolettiche: – aspetto esterno: forma cilindrica; – consistenza: il prodotto deve essere compatto di consistenza non elastica; – aspetto al taglio: la fetta si presenta compatta ed omogenea, con assenza di frazioni aponeurotiche evidenti; – colore: rosso rubino uniforme con granelli di grasso ben distribuiti; – odore: profumo delicato e caratteristico; – sapore: gusto dolce e delicato mai acido.

Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

Il Disciplinare della denominazione

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.