LE PROVINCE DEL VINO DELLA REGIONE PIEMONTE

La provincia di Cuneo e i suoi vini

provincia cuneo vino
Vigneti a Neive nella zona del Barbaresco Image: Depositphotos.com

La provincia di Cuneo è una delle 8 province della regione Piemonte. La provincia di Cuneo ha una superficie di 6.895 kmq e conta 586.000 abitanti. La sua densità abitativa è di 85 ab./kmq.

In provincia di Cuneo, le Langhe rappresentano una delle zone collinari più note di tutto il contesto nazionale e si estendono lungo la sponda destra del fiume Tanaro. I terreni sono generalmente calcarei e bianchi, arenaceo-marnosi, mentre nella Langa bassa, sono morenici di natura sub-acida. Il clima è prevalentemente secco, ideale per la coltivazione della vite con vigneti collocati prevalentemente tra i 300-450 metri di altitudine. Una delle denominazioni più rappresentative del territorio è la Barbaresco DOCG, la cui zona di produzione comprende i comuni di Barbaresco, Neive, Treiso e la parte della frazione San Rocco Senodelvio nel comune di Alba. Il vitigno è 100% nebbiolo nelle sottovarietà lampia, michet e rosè. Il Barbaresco, dipoonibile anche nella tipologia Riserva, tende ad esprimere personalità diverse a seconda dello specifico “cru” di provenienza, tra i quali Rabajà, Asili, Martinenga, Moccagatta, Montefico, Montestefano, Roccalini, Secondine, Gallina. Il Barbaresco, prima della sua messa in commercio, viene sottoposto ad una maturazione di almeno due anni, di cui uno in legno di rovere e dopo quattro può definirsi “Riserva”. Raggiunge il suo meglio tra i 5 e i 10 anni, ma può essere anche più longevo. Ugualmente famosa è la Barolo DOCG, il cui vino è conosciuto al mondo come uno dei grandi vini italiani per eccellenza. Il Barolo si ottiene dal vitigno Nebbiolo in purezza nelle sottovarietà lampia, michet e rosè. La denominazione comprende 11 comuni, Barolo, Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba, parte di Cherasco, Diano d’Alba, Grinzane Cavour, La Morra, Monforte d’Alba, Novello, Roddi e Verduno. I produttori del Barolo si dividono in due “scuole di pensiero. Da una parte ci sono quelli che puntano sulla “tradizione”, preferendo un vino più robusto e tannico, da maturare a lungo in grandi botti, dall’altra, invece, chi punta sull’ “innovazione” utilizza le piccole botti, per ottenere un vino un po’ più morbido e gentile, pensato per un consumo più immediato. Dogliani DOCG, Diano d’Alba DOCG, Roero e Roero Arneis DOCG, sono le altre denominazioni più importanti della provincia di Cuneo.  Non dimentichiamo però la Barbera d’Alba DOC, il Dolcetto d’Alba DOC, il Verduno Pelaverga DOC, il Nebbiolo d’Alba DOC e molte altre ancora.

La Guida Vini di Quattrocalici per la provincia di Cuneo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.