L’Atlante delle Denominazioni di Origine di Quattrocalici

Nasco di Cagliari DOC



La Denominazione Nasco di Cagliari DOC

La denominazione Nasco di Cagliari DOC trova la sua area di competenza attorno alla città di Cagliari (oggi Città Metropolitana) e nell’area della ex-provincia di cui è il centro amministrativo. E’ stata creata nel giugno 1972, contemporaneamente alle altre denominazioni di Cagliari, Malvasia di Cagliari DOC e Monica di Cagliari DOC, poi confluite nella Cagliari DOC a partire dal 2005. I vini Nasco di Cagliari DOC vengono prodotti esclusivamente con il vitigno Nasco, un tempo conosciuto come Nascu, nome derivato dalla parola latina muscus (che significa muschiato), in riferimento al profumo inconfondibile della varietà. Il vitigno Nasco condivide questa caratteristica aromaticità e l’etimologia con la famiglia di vitigni Moscati. Si pensa che il Nasco sia stato uno dei primi vitigni a raggiungere la Sardegna, anche se attualmente cresce quasi esclusivamente sui terreni calcarei di Cagliari. Nonostante il riferimento a Cagliari contenuto nel titolo della denominazione, l’area da cui provengono le uve si estende anche nella provincia di Oristano. Questo rende la zona di produzione molto ampia, coprendo una buona parte della metà meridionale della Sardegna. Come per molti altri vini sardi, esiste anche una versione liquorosa del Nasco di Cagliari DOC. Si tratta di vini più dolci e ricchi di alcol, che raggiungono in genere una gradazione alcolica compresa tra il 17,5% (minimo legale) e il 20% in volume. Questi vini si abbinano al meglio ai dolci da forno, in particolare alle crostate alla frutta. Esiste anche una versione Secco del Nasco di Cagliari DOC liquoroso. La denominazione Nasco di Cagliari DOC rappresenta una delle diverse tipologie varietali per i vini Cagliaritani, di cui Girò di Cagliari DOC, Nuragus di Cagliari DOC e Nasco di Cagliari DOC rappresentano denominazioni a sè stanti, mentre Malvasia di Cagliari, Monica di Cagliari e Moscato di Cagliari sono state inglobate nel 2005 e oggi rientrano come tipologie della Cagliari DOC.

I Dettagli della denominazione Nasco di Cagliari DOC

Creata nel1972
RegioneSardegna
ProvincieCagliari, Oristano
Tipo di denominazioneDOC
MerceologiaVino

Il disciplinare della denominazione Nasco di Cagliari DOC

Il link rimanda alla pagina del disciplinare della denominazione Nasco di Cagliari DOC, con il pdf della versione aggiornata del disciplinare

I Vitigni della denominazione Nasco di Cagliari DOC

Nella tabella riportiamo i vitigni che rientrano nella composizione ampelografica delle tipologie di vino della denominazione Nasco di Cagliari DOC. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole varità della Guida ai Vitigni d'Italia di Quattrocalici.
VitignoColore bacca
NascoNascoBacca bianca

Le Tipologie vini della denominazione Nasco di Cagliari DOC

I disciplinari delle denominazioni di origine dei vini prevedono una o più "Tipologie di vino" coperte nell'ambito della stessa denominazione. La tabella riporta tutte le tipologie previste dalla denominazione Nasco di Cagliari DOC, ottenute vinificando le uve dei vitigni autorizzati nell'ambito della stessa denominazione. I link rimandano alle pagine dedicate alle singole tipologie di vino, nelle quali si possono trovare tutti i dettagli relativi ai procedimenti di vinificazione e alle caratteristiche organolettiche dei vini.

I produttori nel territorio della denominazione Nasco di Cagliari DOC

Nella tabella riportiamo l'elenco dei produttori di vino la cui cantina si trova all'interno del territorio di pertinenza della denominazione Nasco di Cagliari DOC. Per consultare l'elenco dei vini di ciascun produttore, seguire il link che porta alla pagina ad esso dedicata nella Guida Vini di Quattrocalici

Argomenti correlati

  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • Le Regioni del Vino

  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione