La guida ai vitigni di Quattrocalici

Trebbiano Romagnolo

Il vitigno Trebbiano Romagnolo e i suoi vini

trebbiano romagnolo vitigno

Il vitigno Trebbiano Romagnolo, diffuso dalla zona di Bologna fino in Romagna, ha le sue origini nel centro Italia, come quasi tutti gli altri vitigni della famiglia dei Trebbiani. Questi vitigni sono noti in Italia fin dall’epoca romana ed Il loro nome deriva dal latino “Trebula“, ossia fattoria. Plinio il Vecchio nei suoi scritti descrive un “Vinum Trebulanum“, che secondo questa interpretazione, starebbe per “vino di paese”, o “vino casareccio”. Distinguere tra i vari cloni di Trebbiano, che portano un nome che spesso indica la loro provenienza o l’areale di maggior diffusione, non è sempre così facile. Il Trebbiano Romagnolo è stato citato da varie fonti già alla fine del medioevo nella provincia di Bologna. Oggi la sua zona di maggiore coltivazione è la Romagna, anche se lo si può trovare nella zona dei Castelli Romani ma più raramente anche in altre regioni italiane.

Il Trebbiano Romagnolo è dunque il vitigno a bacca bianca per antonomasia di questa regione, che ne vede un uso consistente in moltissimi vini. Il Trebbiano anche in Emilia-Romagna svolge dunque la stessa funzione che in tutto il Centro Italia, come uva usata massicciamente grazie soprattutto alle sue abbondanti rese, che ne fanno una delle uve più produttive al mondo. Il Trebbiano Romagnolo è un vitigno interessante soprattutto per le sue doti di vigoria e germogliamento tardivo, oltre che al poter essere coltivato su qualsiasi terreno mantenendo rese sempre alte. Altro fattore fondamentale è quello della sua resistenza ad iodio e marciume, anche se manifesta una certa sensibilità alla peronospora. I vini del Trebbiano Romagnolo, se vinificati in purezza, possono arrivare a discreti livelli di qualità, ma solo riducendo drasticamente le rese per ettaro. I vini del Trebbiano Romagnolo hanno tutti buona acidità e leggerezza al palato. Sono poco aromatici e di discreta struttura. In purezza sono vini adatti al consumo quotidiano, ma quelli migliori si possono abbinare anche con primi e secondi di pesce elaborati, sia con molluschi che con pesci dalla tendenza grassa, come ad esempio l’anguilla.

vitigno trebbiano romagnolo
Trebbiano Romagnolo

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Trebbiano Romagnolo è uno dei  Vitigni locali a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Emilia-Romagna e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a 16.000 ha.
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni locali
Regioni Italiane principaliEmilia-Romagna
Superfice vitata nazionale16.000 ha
Famiglia vitigniTrebbiani
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniEmilia-Romagna, Lombardia, Molise, Sardegna
Osservazione provinceVerona
Trebbiano Romagnolo

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Trebbiano Romagnolo sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Trebbiano Romagnolo ha Foglia media, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Trebbiano Romagnolo ha Grappolo compatto, Grappolo mediamente compatto, Grappolo medio, Grappolo conico, Grappolo piramidale. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Trebbiano Romagnolo ha acini Acini di dimensione media, Acini grandi, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente, Buccia sottile e di colore verde-gialla.

Trebbiano Romagnolo

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Trebbiano Romagnolo sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Trebbiano Romagnolo è di colore Giallo paglierino. Al palato è Fresco, Sapido.

Trebbiano Romagnolo

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Trebbiano Romagnolo le caratteristiche principali sono:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.