La guida ai vitigni di Quattrocalici

Albana

Il vitigno Albana e i suoi vini

vitigno albana

L’Albana è un vitigno di origini antiche, conosciuto fin dal tempo dell’antica Roma. E’ stato menzionato negli scritti di Catone e di Plinio il Vecchio ed è assai verosimile che l’origine del suo nome nel termine latino albus, che richiama il colore bianco ma che alcuni considerano come riferimento ai Colli Albani, ritenendo che sia quella la zona di provenienza delle uve che i Romani portarono nelle terre attorno al Rubicone. Nel corso degli anni i riferimenti degli studiosi a questo vitigno sono stati assai numerosi e per certi versi fuorvianti, arrivando ad annotare più di 30 termini associati al vitigno. Attualmente sono cinque i tipi (cloni) di Albana più diffusi sono l’Albana della Bagarona (a grappolo medio-grosso), l’Albana della Compadrona (a grappolo grande), l’Albana della Gaiana (a grappolo piccolo), l’Albana della Serra (a grappolo allungato) e l’Albana Gentile di Bertinoro (a grappolo grande), che presentano fra loro differenze morfologiche talvolta anche molto evidenti.

I vini Albana vengono tradizionalmente prodotti in quattro tipologie: Secco, Amabile, Dolce e Passito. La versione secca è vino dal colore dorato, piuttosto alcolico e corposo, non particolarmente profumato, che solitamente si beve giovane. Le versioni amabili e dolci non si discostano molto dal secco, se non per la maggiore presenza di zuccheri residui. Il passito (ottenuto in genere su graticci ma anche in pianta) è un vino estremamente interessante, dal gusto pieno, equilibrato e suadente e per gli accattivanti profumi di frutta candita e confettura. Di recente alcuni produttori facendo leva sulla tannicità elevata che contraddistinguono le bucce dell’Albana, hanno iniziato a vinificarla  “in rosso”, ossia facendo macerare il mosto con le bucce, ottenendo risultati molto interessanti.

vitigno albana

L’Albana è un vitigno di origini antiche, conosciuto fin dal tempo dell’antica Roma. E’ stato menzionato negli scritti di Catone e di Plinio il Vecchio ed è assai verosimile che l’origine del suo nome nel termine latino albus, che richiama il colore bianco ma che alcuni considerano come riferimento ai Colli Albani, ritenendo che sia quella la zona di provenienza delle uve che i Romani portarono nelle terre attorno al Rubicone. Nel corso degli anni i riferimenti degli studiosi a questo vitigno sono stati assai numerosi e per certi versi fuorvianti, arrivando ad annotare più di 30 termini associati al vitigno. Attualmente sono cinque i tipi (cloni) di Albana più diffusi sono l’Albana della Bagarona (a grappolo medio-grosso), l’Albana della Compadrona (a grappolo grande), l’Albana della Gaiana (a grappolo piccolo), l’Albana della Serra (a grappolo allungato) e l’Albana Gentile di Bertinoro (a grappolo grande), che presentano fra loro differenze morfologiche talvolta anche molto evidenti.

I vini Albana vengono tradizionalmente prodotti in quattro tipologie: Secco, Amabile, Dolce e Passito. La versione secca è vino dal colore dorato, piuttosto alcolico e corposo, non particolarmente profumato, che solitamente si beve giovane. Le versioni amabili e dolci non si discostano molto dal secco, se non per la maggiore presenza di zuccheri residui. Il passito (ottenuto in genere su graticci ma anche in pianta) è un vino estremamente interessante, dal gusto pieno, equilibrato e suadente e per gli accattivanti profumi di frutta candita e confettura. Di recente alcuni produttori facendo leva sulla tannicità elevata che contraddistinguono le bucce dell’Albana, hanno iniziato a vinificarla  “in rosso”, ossia facendo macerare il mosto con le bucce, ottenendo risultati molto interessanti.

albana vitigno
Albana

Informazioni generali sul vitigno

Il vitigno Albana è uno dei  Vitigni locali a Bacca bianca presenti principalmente nelle regioni Emilia-Romagna e registrato ufficialmente nel Catalogo nazionale varietà di vite dal 1970. La sua superficie coltivata a livello nazionale ammonta a .
Colore baccaBacca bianca
Categoria vitigniVitigni locali
Regioni Italiane principaliEmilia-Romagna
Anno di registrazione1970
Autorizzato regioniEmilia-Romagna, Liguria, Marche, Toscana, Umbria
Albana

Ampelografia del vitigno

Ogni vitigno viene caratterizzato tramite dei descrittori ampelografici che definiscono l’aspetto dei suoi principali elementi. Le caratteristiche ampelografiche del vitigno Albana sono:
Caratteristiche della foglia

Il vitigno Albana ha Foglia grande, Foglia pentagonale, Foglia pentalobata, Foglia trilobata.

Caratteristiche del grappolo

Il vitigno Albana ha Grappolo mediamente compatto, Grappolo spargolo, Grappolo lungo. Ali nel grapppolo: 1-2 ali.

Caratteristiche dell'acino

Il vitigno Albana ha acini Acini di dimensione media, di forma Acini sferoidali, con buccia Buccia pruinosa, Buccia consistente, Buccia sottile e di colore Buccia verde-gialla.

Albana

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto da ciascun vitigno, vinificato in purezza, possiede caratteristiche organolettiche ben precise. Le caratteristiche organolettiche dei vini prodotti con il vitigno Albana sono:

Il vino che si ottiene dal vitigno Albana è di colore Giallo dorato. Al palato è Fruttato, Fresco, Morbido.

Albana

Caratteristiche colturali e produttive

Ciascun vitigno possiede caratteristiche colturali e produttive ben precise, quali la produttività, la resa, l’epoca di maturazione, il tipo ideale di clima o di potatura, la sensibilità alle avversità o la maggiore o minore resistenza alle malattie e moltre altre. Per il vitigno Albana le caratteristiche principali sono:
Richiede potaturaPotatura lunga
VigoriaVigoria moderata
ProduttivitàProduttività discreta
Albana

Il vino e le Denominazioni di riferimento

Nel Database dei Vitigni di Quattrocalici sono raccolti i dati relativi a tutti i vitigni che risultano menzionati esplicitamente in almeno una denominazione di origine DOP o IGP italiana. Il vitigno Albana risulta essere menzionato nel disciplinare delle seguenti denominazioni:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.