Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Viognier

Note degustative per i vini "Viognier"

Il Viognier è un vino particolare e molto complesso, capace di unire la struttura dello Chardonnay alla freschezza del Sauvignon a note tropicali degne di un Gewürztraminer. Ottenere questi risultati può però essere un problema. Infatti il Viognier è una varietà tardiva e farlo arrivare a completa maturità fenolica, cosa necessaria per ottenere il massimo dal vitigno in termini gusto-olfattivi, può compromettere l'equilibrio tra acidità e contenuto zuccherino. Se vendemmiato trardivamente la freschezza potrebbe lasciare il posto agli zuccheri e quindi all’alcol, se vendemmiato troppo presto, dà origine a vinelli piacevoli, ma di poca sostanza.

Colorebianco
Tipo vinofermo
Strutturadi medio corpo
Qualitàelegante, fine, piacevole
Temperatura di servizio8-10°C
Bicchierebicchiere da vino bianco leggero

Caratteristiche vino

Il Viognier è un vino particolare e molto complesso, capace di unire la struttura dello Chardonnay alla freschezza del Sauvignon a note tropicali degne di un Gewürztraminer. Ottenere questi risultati può però essere un problema. Infatti il Viognier è una varietà tardiva e farlo arrivare a completa maturità fenolica, cosa necessaria per ottenere il massimo dal vitigno in termini gusto-olfattivi, può compromettere l'equilibrio tra acidità e contenuto zuccherino. Se vendemmiato trardivamente la freschezza potrebbe lasciare il posto agli zuccheri e quindi all’alcol, se vendemmiato troppo presto, dà origine a vinelli piacevoli, ma di poca sostanza.

Conduzione della degustazione

In quanto vino bianco tendenzialmente complesso, il Viognier va degustato in calici ampi, che permettano di apprezzarne i colori ed il bouquet olfattivo. La temperatura ideale di degustazione varia tra i 10 e 12°C, in funzione crescente con l'età e la struttura del vino.

Esame visivo

Il Viognier si presenta di una colorazione giallo paglierino brillante, con sfumature tendenti al dorato, di buona consistrenza soprattutto per le versioni più complesse ed eventualmente fermentate o affinate in legno.
 
Giallo paglierino brillante Consistente

Esame olfattivo

La profumazione del Viognier è caratterizzato da una precisa terna di profumi: fruttati di uva spina e albicocca. Ma è soprattutto un vino floreale, con riconoscimenti di acacia, mughetto, fiori di limone, narciso, gardenia, e lavanda. Le note fruttate ricordano la frutta esotica, con note di pesca gialle, mango, ananas e bucce di agrumi per chiudere, soprattutto per le versioni a più lungo affinamento, con note speziate di anice stellato, salvia e cardamomo.
 
complesso erbaceo floreale fruttato speziato
Riconoscimenti olfattivi

Esame gustativo

Il Viognier al palato è caldo, rotondo, più fresco che sapido, ma armonico e molto morbido. Il finale è persistente con ricordi ricordi fruttati di albicocca e frutti tropicali.
 
fresco

Abbinamento cibo-vino

Il Viognier si sposa particolarmente bene con i piatti speziati, anche della cucina indiana, in grande armonia con il curry. E' un aperitivo piacevole, ma si abbina anche armonicamente con le carni bianche e con i piatti a base di pesce, nelle versioni più leggere e meno impegnative anche con il Sushi.
 
Antipasti a base di pesce Antipasti con verdure Primi piatti a base di pesce Risotti con verdure Risotti diversi Formaggi di media stagionatura Frittate e omelettes Piatti della cucina orientale Portate a base di carni bianche Portate di pesce bollite o al vapore

Argomenti correlati

  •  
  • Contatti professionali

  • Libri e Accessori consigliati da Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social