Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Morellino di Scansano

La degustazione dei vini "Morellino di Scansano"

morellino di scansano degustazione vini
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Morellino di Scansano

La degustazione del Morellino di Scansano. La DOCG del Morellino di Scansano è ubicata nel sud della Toscana, in Maremma, su colline caratterizzate da terreni ricco di sedimenti marini. Il Morellino di Scansano è un vino costituito da almeno l’85% di Sangiovese e viene sottoposto ad una maturazione di almeno due anni, di cui uno in botte per il Morellino Riserva. Il Sangiovese da disciplinare può trovarsi in uvaggi con l’Alicante, il Ciliegiolo, il Colorino, la Malvasia Nera, il Canaiolo, il Montepulciano e molti altri, ma molti vignaioli producono il Morellino con Sangiovese in purezza. La differenza più importante tra il Morellino di Scansano e il Chianti, il Vino Nobile o il Brunello risiede nel terroir maremmano, asciutto e ventoso per la sua vicinanza al mare grazie al quale le uve maturano alla perfezione, mantenendo al contempo grande finezza aromatica, accompagnata da sapidità e freschezza. Il Morellino non ha la struttura e la tannicità di un Brunello o di un Nobile di Montepulciano, ma grazie alla sua eleganza è diventato uno dei protagonisti dell’enologia toscana.

Le Caratteristiche del vino Morellino di Scansano

Le caratteristiche del Morellino di Scansano sono quelle riconducibili al vitigno, ossia il Sangiovese. Quest’uva ha un contenuto polifenolico nella media, un profilo olfattivo fruttato con note balsamiche ed eteree, soprattutto nelle riserve, una spiccata acidità ed un tannino in generale piuttosto vivace. Per ottenere un’armonia al palato, spesso i vini sono caratterizzati da una discreta alcolicità, che conferisce calore e morbidezza. L’affinamento in legno concorre anch’esso ad arrotondare la beva. Il Morellino di Scansano è in genere un vino strutturato ed armonico, che si presta all’abbinamento con primi piatti importanti e portate di carne alla griglia o arrosto.

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàfine
Temperatura di servizio18-20°C
Bicchierebicchiere da vino rosso strutturato

Degustazione guidata del vino Morellino di Scansano

E’ consigliabile l’apertura della bottiglia almeno un’ora prima della degustazione, fino a diverse ore in caso di un Morellino di Scansano di più lungo affinamento o che abbia trascorso un lungo periodo in cantina.  Utilizzare un calice di dimensioni medio-grandi, baloon o a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. Temperatura di degustazione, 16-18°C a seconda della tipologia degustata.

Morellino di Scansano - La Degustazione - Esame visivo

Il Morellino di Scansano si presenta di un colore rosso rubino, di buona trasparenza, con riflessi dal violaceo al granato fino all’aranciato a seconda dell’affinamento cui è stato sottoposto. Troveremo sempre una buona consistenza, indice di struttura del vino.

I descrittori per l'esame visivo del vino Morellino di Scansano:

Rosso rubino Consistente intenso

Morellino di Scansano - La Degustazione - Esame olfattivo

Al naso il Morellino di Scansano è complesso, in apertura presenta note fruttate, di frutti a bacca rossa e nera e floreali di violetta. E’ frequente riconoscere tra i frutti l’amarena, la prugna, il mirtillo e la mora. L’affinamento in legno dona aromi speziati di vaniglia, liquirizia, cannella, noce moscata e pepe nero. Nei vini più lungamente affinati si possono riconoscere anche sentori terziari di tabacco, cuoio, cacao e cioccolato.

I descrittori per l'esame olfattivo del vino Morellino di Scansano:

complesso Floreale Fruttato Speziato

I Riconoscimenti olfattivi per il vino Morellino di Scansano

Morellino di Scansano - La Degustazione - Esame gustativo

Al palato il Morellino di Scansano è caratterizzato dall’apprezzabile acidità e contenuto in tannini. Da queste caratteristiche scaturisce la sua predisposizione all’affinamento in legno, che consente di ammorbidire le note più graffianti ed al tempo stesso ne migliora la struttura. Freschezza e tannicità richiedono anche un’adeguata alcolicità che spesso in questi vini è di tutto rispetto. La persistenza è in generale molto buona, con ricordi soprattutto di frutta rossa quale amarena, prugna e mirtillo.

I descrittori per l'esame gustativo del vino Morellino di Scansano:

Rosso rubino Consistente intenso

L'Abbinamento con il cibo del vino Morellino di Scansano

Gli abbinamenti ideali del Morellino di Scansano sono i piatti della tradizione Toscana, dalle zuppe alle carni rosse alla griglia e al forno. Le versioni “riserva” esprimono il meglio in termini di struttura e profumi, e possono essere abbinate a selvaggina da piuma e da pelo (cinghiale al forno).

I tipi di portata in abbinamento per il vino Morellino di Scansano:

Zuppe e minestre di verdura Portate a base di carne arrosto o alla griglia Portate a base di selvaggina



I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.