Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Lugana

La degustazione dei vini "Lugana"

lugana degustazione

La degustazione dei vini Lugana

Illustriamo la degustazione del Lugana, vino bianco DOC prodotto nel versante meridionale del Lago di Garda, a partire dal vitigno Trebbiano di Soave (detto anche di Lugana). In questo piccolo fazzoletto di terra di 2000 ettari, il Trebbiano si è nel tempo adattato a questo terroir dalle condizioni pedoclimatiche uniche, posto a cavallo tra la Lombardia e il Veneto, nella fascia costiera e collinare del Lago di Garda meridionale. Le uve del Lugana si coltivano nel territorio dei comuni di Desenzano, Lonato, Pozzolengo e Sirmione in provincia di Brescia, mentre la vinificazione è più concentrata a Peschiera del Garda, in territorio veneto. In questa zona il lago di Garda, con le sue brezze, raffresca l’estate e mitiga gli  inverni. L’area lombarda è sostanzialmente pianeggiante, con un terreno argilloso, pesante, denso, ricco di minerali. Allontanandosi dalla costa il terreno si diventa più ciottoloso e sabbioso i vini sviluppano  maggiore acidità e risultano anche più alcolici.

Le Caratteristiche del vino Lugana

Il Lugana base è un vino fresco ed immediato, di facile beva. Il Lugana superiore ha invece le doti di un grande vino bianco. E’ morbido, minerale e persistente. Il Lugana riserva è invece più cremoso, caratterizzato da note tostate provenienti dall’affinamento in legno e dal finale sapido. Lo spumante se ottenuto col metodo charmat è semplice e piacevole, mentre il metodo classico ha maggiore spessore e consistenza, con note olfattive caratteristiche della lunga permanenza sui lieviti. Il Lugana vendemmia tardiva è caldo e consistente, ampio all’olfatto e di beva particolarmente piacevole, simile per certi aspetti ai Pinot grigi alsaziani.

Degustazione guidata del vino Lugana

Nel caso del Lugana in versione ferma, stappare la bottiglia una mezz’ora prima della degustazione per favorire l’ossigenazione di eventuali note di riduzione dovute al processo di vinificazione, utilizzare un calice di dimensioni medie a luce sufficientemente larga per favorire la diffusione dei profumi. Temperatura di degustazione, 10°C. Nel caso del Lugana in versione vendemmia tardiva, si consiglia sempre l’apertura una mezz’ora prima della degustazione, per favorire l’ossigenazione di eventuali note di riduzione dovute al processo di vinificazione, utilizzare un calice per vini passiti, di dimensioni contenute ed a stelo lungo. L’elevato contenuto zuccherino suggerisce una temperatura di degustazione sugli 8°C. Per le versioni spumantizzate del Lugana, temperature attorno ai 6°Cflûtes per il servizio e bicchieri con luce più larga per la degustazione.

degustazione lugana servizio

Lugana - La Degustazione - Esame visivo

I Lugana si presentano generalmente di un colore giallo paglierino brillante con sfumature dorate, più tenui nelle versioni giovani e più accentuate verso tonalità più scure nelle versioni riserva o vendemmia tardiva. Lo spumante ha spuma fine e persistente con bollicine fini, numerose e persistenti soprattutto se vinificato col metodo classico.

degustazione lugana visivo

I descrittori per l'esame visivo del vino Lugana:

Giallo paglierino Giallo paglierino con riflessi dorati Consistente brillante limpido

Lugana - La Degustazione - Esame olfattivo

Al naso il Lugana è un vino fruttato, con note di frutta tropicale e sottofondo agrumato. Le versioni affinate in legno donano anche note terziarie di mandorle tostate e vaniglia, presenti anche nelle vendemmie tardive, che le uniscono a sentori di frutta candita nel consueto sottofondo finemente agrumato. Note fragranti di crosta di pane e crema pasticcera si possono trovare nelle versioni spumantizzate, soprattutto se con metodo classico.

degustazione lugana olfattivo

I descrittori per l'esame olfattivo del vino Lugana:

complesso intenso agrumato Fruttato

I Riconoscimenti olfattivi per il vino Lugana

Lugana - La Degustazione - Esame gustativo

Al palato i Lugana sono freschi e sapidi, ma accompagnati da una corposità di tutto rispetto, sopratutto nelle riserve e vendemmie tardive, quest’ultime risultando particolarmente fini ed armoniche, unendo morbidezza e maggiore alcolicità. Sempre buona la persistenza, con fini ricordi agrumati e lungo finale sapido nei vini secchi e spumantizzati, intensi ricordi di frutta candita per le versioni vendemmia tardiva.

degustazione lugana gustativo

I descrittori per l'esame gustativo del vino Lugana:

Giallo paglierino Giallo paglierino con riflessi dorati Consistente brillante limpido

L'Abbinamento con il cibo del vino Lugana

Il Lugana fermo e secco nelle versioni più semplici è ideale come aperitivo e abbinato con antipasti o pesce di lago come trota, persico e lavarello. Il Lugana superiore si può abbinare con primi piatti di pasta anche con con sughi elaborati con carni bianche, con formaggi molli tipo robiola o comunque di breve affinamento. Il Lugana riserva è ottimo con portate più elaborate e formaggi anche di media stagionatura. Il Lugana spumante versione charmat è adatto come aperitivo, mentre quello prodotto con il metodo classico essendo di maggiore struttura si può estendere a tutto pasto. Il Lugana vendemmia tardiva si può abbinare a Gorgonzola ed altri formaggi erborinati, ma anche con biscotti di farina gialla (i Zaléti della tradizione Veneta) caratterizzati da dolcezza poco marcata.

degustazione lugana abbinamenti

I tipi di portata in abbinamento per il vino Lugana:

Antipasti a base di pesce Primi piatti a base di pesce Piatti di pasta a base di pesce Zuppe di pesce Piatti di pasta con erbe o verdure Risotti con verdure Zuppe e minestre di verdura Formaggi freschi Fritti di pesce Portate di pesce al forno o alla griglia Portate di pesce bollite o al vapore Portate di pesce in insalata

I Libri di Quattrocalici

my wines quaderno degustazione

My♥Wines

Il Quaderno per le Degustazioni di Quattrocalici. Include 78 schede di degustazione da compilare seguendo il classico schema visivo/olfattivo/gustativo/abbinamenti e una Guida introduttiva alla degustazione semplice e schematica per chi si avvicina per la prima volta alla degustazione, ma che può servire da promemoria per i degustatori più esperti.

conoscere il vino - il libro

Conoscere il Vino  - Il Libro

"Conoscere il Vino" raccoglie in un volume di 300 pagine tutto quello che c'è da sapere su questa affascinante materia. Una guida completa al vino, 20 Schede Regionali dei vini d'Italia, 14 Schede Nazionali dei principali paesi produttori di vino del mondo, 99 Schede dettagliate dei più importanti vini Italiani, di cui 10 spumanti, 37 bianchi, 35 rossi, 7 rosati e 10 vini da dessert. Il modo più efficace per acquisire una cultura di base sul vino.