Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Cabernet

La degustazione dei vini "Cabernet"

cabernet-degustazione
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Cabernet

Le Caratteristiche del vino Cabernet

I Cabernet sono vini di corpo, con una discreta longevità e buona predisposizione all’affinamento in legno. A seconda della provenienza e dello stile del produttore, potremmo imbatterci in vini freschi e beverini (anche se talvolta non molto eleganti) ma anche in vini importanti, di lungo affinamento e grande struttura. Quindi è difficile proporre una regola generale, cercheremo di evidenziare i tratti comuni, marcatori dei vitigni, tenendo presente che la forbice “da…a…” in termini di sensazioni, può risultare particolarmente ampia da un vino all’altro.

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàfine
Temperatura di servizio14-16°C, 18-20°C
Bicchierebicchiere da vino rosso classico

Degustazione guidata del vino Cabernet

Apriremo la bottiglia di Cabernet da almeno un’ora prima della degustazione fino a diverse ore in caso di una vino di più lungo affinamento o che abbia trascorso un lungo periodo in cantina.  Utilizzare un calice di dimensioni medio-grandi, baloon o a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. Temperatura di degustazione, 16-20°C a seconda della tipologia degustata.

Cabernet - La Degustazione - Esame visivo

I Cabernet presentano in generale buona consistenza. I vini si presentano di colore rosso rubino, con riflessi violacei per i prodotti più giovani, fino a sfumature granate per quelli con più lungo affinamento.

 
I descrittori per l'esame visivo del Cabernet:
Rosso rubino Rosso rubino con riflessi granati Consistente

Cabernet - La Degustazione - Esame olfattivo

Al naso i Cabernet sono fruttati e floreali, con note di prugna, mora e ciliegia, a volte in confettura per i prodotti più strutturati e più maturi. La caratteristica nota erbacea è più evidente nei vini giovani e decisamente più marcata nel caso di preponderante presenza di Cabernet franc. Da alcuni considerata poco elegante, è da altri ricercata soprattutto nei vini del nord-est, da parte degli amanti della tradizione. La presenza di aromi terziari, come sentori tostati, vanigliati o speziati di cacao, chiodi di garofano e cuoio giovane dipende essenzialmente dal percorso in cantina del vino sotto esame.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Cabernet:
intenso abbastanza complesso Erbaceo Floreale Franco Fruttato
I Riconoscimenti olfattivi per il Cabernet

Cabernet - La Degustazione - Esame gustativo

Al palato i Cabernet presentano le maggiori differenze a seconda della tipologia di vino. Da vini freschi e asprigni, con tannini giovani e a volte invadenti, soprattutto se presentati come a volte capita a temperature troppo basse, a prodotti di più raffinata fattura che donano sensazioni sicuramente più morbide ed eleganti, con le spigolosità varietali arrotondate dal tempo e dal legno. La persistenza, che si esprime in genere in note fruttate di mora e amarena, varia in questi casi da lieve a molto lunga, con ricordi di tannini più o meno marcati.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Cabernet:
Molto caldo-Alcolico Tannini marcati Tannini di trama molto fitta

L'Abbinamento con il cibo del vino Cabernet

I Cabernet presentano un range abbastanza ampio di abbinamenti a seconda della tipologia. I vini più giovani e freschi si accompagnano bene con salumi anche stagionati come la Sopressa vicentina, o piatti di pasta con sughi di carne anche a base di selvaggina. I vini più strutturati si prestano all’abbinamento con carni alla griglia o arrostite, fino anche a selvaggina di piccola taglia, sia da pelo che da piuma.

 
I tipi di portata in abbinamento per il Cabernet:
Primi piatti a base di carne Piatti di pasta a base di carne Portate a base di carne arrosto o alla griglia Portate a base di selvaggina
>

Argomenti correlati