Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Grillo

La degustazione dei vini "Grillo"

grillo degustazione vino
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Grillo

Le Caratteristiche del vino Grillo

Il Grillo viene vinificato prevalentemente come vino bianco secco. La sua intensa colorazione lascia intuire una struttura di tutto rispetto ed un corredo di acidità ed estratti che aprono la strada alla capacità di questi vini di dare risultati sorprendenti anche nel tempo. Ampio al naso, conferma al palato tutte le sensazioni visive ed olfattive. In generale sono vini di corpo, armonici e dotati di ottima persistenza.

ColoreBianco
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàfine
Temperatura di servizio8-10°C
Bicchierebicchiere da vino bianco leggero

Degustazione guidata del vino Grillo

Il Grillo si degusta avendo cura di stappare la bottiglia una mezz’ora prima della degustazione per favorire l’ossigenazione di eventuali note di riduzione dovute al processo di vinificazione. Utilizzare un calice di dimensioni medie a luce sufficientemente larga per favorire la diffusione dei profumi. Temperatura di degustazione, 8-10°C.

Grillo - La Degustazione - Esame visivo

Il Grillo si presenta di un colore giallo paglierino intenso, limpido e con sfumature a volte dorate. Buona la consistenza.

 
I descrittori per l'esame visivo del Grillo:
Giallo paglierino Giallo paglierino con riflessi dorati limpido Consistente

Grillo - La Degustazione - Esame olfattivo

Al naso il Grillo è fruttato con note di pera e melone, rivela note erbacee di thé e foglie di ortica, leggermente floreale con note di fiori  di limone. Il sottofondo è piacevolmente agrumato e rivela sfumature di fiori secchi.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Grillo:
intenso complesso Erbaceo Floreale Fruttato
I Riconoscimenti olfattivi per il Grillo

Grillo - La Degustazione - Esame gustativo

Al palato il Grillo si presenta come un vino bianco di corpo, fresco per acidità e contenuto minerale. Spesso rivela una nota alcolica discretamente percettibile. Buona la persistenza, con ricordi agrumati e floreali che accompagnano dalla chiusura in bocca.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Grillo:
fresco

L'Abbinamento con il cibo del vino Grillo

Il Grillo si abbina  ad antipasti di pesce e molluschi, a primi piatti con condimenti di pesce e verdure, a secondi di pesce e crostacei. Può anche accompagnare uova e salumi non troppo saporiti.

 
I tipi di portata in abbinamento per il Grillo:
Antipasti a base di pesce Primi piatti a base di pesce Piatti di pasta a base di pesce Risotti di pesce Fritti di pesce Portate di pesce al forno o alla griglia Portate di pesce in salsa o in casseruola
>

Argomenti correlati


  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione