Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Valpolicella

La degustazione dei vini "Valpolicella"

valpolicella degustazione vino
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Valpolicella

Le Caratteristiche del vino Valpolicella

Il Valpolicella Superiore, con un titolo alcolico minimo del 12% e un’acidità inferiore rispetto allo stile “base”, è vino più morbido e rotondo del Valpolicella base. Il Valpolicella Ripasso viene prodotto aggiungendo al vino base le vinacce esauste dell’Amarone, una volta terminata la vinificazione di quest’ultimo, ossia verso il Gennaio successivo alla vendemmia. Tali bucce contengono ancora zuccheri fermentescibili, polialcoli ed altre sostanze che contribuiscono a rendere il “Ripasso” un parente stretto del più nobile Amarone.

Colorerosso
Tipo vinofermo
Strutturadi corpo
Qualitàelegante, fine
Temperatura di servizio18-20°C
Bicchierebicchiere da vino rosso strutturato

Degustazione guidata del vino Valpolicella

Valpolicella, Valpolicella superiore e Valpolicella Ripasso sono vini di grande corpo e struttura, intensi e profumati. Andranno degustati avendo cura di aprire la bottiglia almeno un’ora prima dell’assaggio, ad una temperatura attorno ai 18°C ed utilizzando calici ampi da vini rossi o baloon. Nei casi di più lungo affinamento in cantina potrebbe rendersi necessaria la decantazione.

Valpolicella - La Degustazione - Esame visivo

I vini Valpolicella sono caratterizzati da un colore rubino intenso e scuro, in alcuni casi impenetrabile. La Corvina, varietà con buone proprietà coloranti, è l’uva maggiormente responsabile della colorazione del Valpolicella e colori cupi ed intenso con trasparenze ridotte indicano che le uve sono state coltivate con principi colturali di qualità e basse rese per ettaro. Nei vini di più lungo affinamento il rosso rubino, tende a mutarsi in granato, che indica uno stato di maturazione che si avvia verso l’apice.

 
I descrittori per l'esame visivo del Valpolicella:
intenso scuro Rosso rubino Consistente

Valpolicella - La Degustazione - Esame olfattivo

I vini Valpolicella hanno profilo olfattivo caratterizzato da aromi di fiori e frutti ai quali si uniscono in alcuni casi le note terziarie derivanti dalla maturazione in botte. I Valpolicella presentano soprattutto aromi di mora e violetta, accompagnati da profumi di prugna e amarena. Possiamo trovare anche mirtillo e ciliegia, assieme a note floreali di violetta, rosa rossa e, più marginalmente, ciclamino. Tra gli aromi terziari e speziati il più frequente è la vaniglia oltre a liquirizia, cannella, pepe nero, pepe rosa, cuoio e cioccolato. Gli aromi di frutta si trasformano con il tempo nelle equivalenti confetture, e nei vini a più lungo affinamento si possono percepire anche aromi balsamici di mentolo ed eucalipto.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Valpolicella:
complesso Balsamico Floreale Fruttato Speziato
I Riconoscimenti olfattivi per il Valpolicella

Valpolicella - La Degustazione - Esame gustativo

Al contatto col palato il Valpolicella ed il Valpolicella Superiore sono spesso caratterizzati da un’apprezzabile astringenza e da un certo calore alcolico. Più morbida ed armonica è invece la prima sensazione del Valpolicella Ripasso, equilibrato da una piacevole morbidezza, risultato della particolare tecnica di vinificazione e della maturazione in botte. Buona la corrispondenza con le sensazioni olfattive che ci fa ritrovare i sapori identificativi iniziali, cioè mora, prugna e amarena. Tutti i vini della Valpolicella, in particolare il Valpolicella Ripasso, sono di struttura notevole e hanno buona persistenza gusto-olfattiva.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Valpolicella:
Equilibrato Tannini marcati Tannini di trama fitta

L'Abbinamento con il cibo del vino Valpolicella

Il Valpolicella è un vino rosso strutturato, di solito giovane, adatto all’abbinamento con salumi, primi piatti a base di carne e carni alla griglia. Il Valpolicella Superiore è sulla stessa linea, ma contraddistinto da maggiore struttura che gli consente di “osare” di più verso arrosti e formaggi di media stagionatura. Il Valpolicella Ripasso è decisamente più morbido e rotondo, e permette anche abbinamenti con piccola selvaggina e formaggi stagionati.

 
I tipi di portata in abbinamento per il Valpolicella:
Formaggi stagionati Secondi piatti con funghi Carni bollite o marinate Portate a base di carne arrosto o alla griglia Portate a base di carne in umido o in tegame Portate a base di selvaggina
>

Argomenti correlati


  • Registrati su Quattrocalici

  • Il Blog di Quattrocalici

    Quaderno di degustazione - My Wines

    Come compilare la scheda di degustazione per un vino

    La sequenza sensoriale nella degustazione Nella degustazione di un vino è importante seguire la giusta sequenza sensoriale: prima si valuta l'aspetto visivo, poi quello olfattivo...
  • My Wines – Quaderno per le Degustazioni

    My Wines - Quaderno di Degustazione