Vini per il pesce

Abbinare il giusto vino ai piatti di pesce

abbinamento vini pesce
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin


Abbinare il vino ai piatti di pesce

Con il pesce, è d’obbligo un vino bianco. La ragione è semplice: i piatti di pesce sono portate tendenzialmente delicate e meno strutturate delle portate di carne. Un vino rosso, soprattutto se di corpo, sovrasterebbe il sapore del piatto non permettendo di apprezzarlo. In secondo luogo, le portate di pesce non sono caratterizzate dalla succulenza delle carni, per cui la tannicità dei vini rossi disturberebbe il palato piuttosto che stimolare le papille gustative. Escluderemo anche vini dolci e liquorosi, che non si abbinano in generale con piatti di portata, men che meno con quelli a base di pesce.

Piatti di pesce e vino

E’ però vero che esistono infinite ricette per la preparazione del pesce: a seconda del tipo di pesce, della sua origine, del metodo di cottura, delle salse in accompagnamento, la struttura e la complessità gustativa del piatto può variare anche moltissimo, e con essa variano le possibili combinazioni di abbinamento col vino.

Tipi di pesce e i vini

Innanzitutto possiamo distinguere tra pesci di mare e pesci d’acqua dolce. I pesci di mare tendono ad essere più saporiti e richiedono vini potenzialmente più strutturati rispetto ai pesci di lago (sempre in funzione della struttura del piatto). I crostacei e i molluschi richiedono vini più morbidi e magari anche leggermente aromatici, o spumanti metodo classico.

La cottura del pesce e il vino

I pesci al vapore, lessati e serviti con salse bianche si potranno servire con vini bianchi secchi, giovani e non molto strutturati, non esageratamente intensi all’olfatto o spumanti elaborati con il metodo charmat anche semiaromatici . I pesci in salsa rossa richiedono vini bianchi secchi di maggiore struttura o anche vini rosati, in dipendenza dalla struttura della portata. Pesci grassi cucinati in salsa rossa e in portate di una discreta succulenza possono profittare della tannicità di un vino rosso leggero, anche se questa rimane un’eccezione alla regola generale che prevede vini bianchi in abbinamento al pesce.

Alcuni esempi di abbinamento

 

 

L'autore

Laureato in Chimica, Sommelier AIS. Si interessa di biochimica ed enologia, di enografia e storia del vino e della vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici.it nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale, nonchè della struttura e dell'impostazione della maggior parte dei suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Commenta questo contenuto