L’abbinamento dei piatti di portata

Abbinare i vini in funzione della tipologia di piatto

abbinamento vini e portate

Per “piatto di portata” intendiamo il piatto principale, ossia il “secondo” nel menu all’italiana. Come per i primi piatti, la scelta del vino va fatta innanzitutto sulla base della tipologia (carne, pesce, etc.) e all’interno della tipologia in base alle caratteristiche del piatto quali: ingrediente principale, altri ingredienti, tipo di cottura, presenza o meno di salse che possano insaporire o alterare le caratteristiche del piatto e così via. Distingueremo innanzitutto le più importanti tipologie base. Sulla base di queste tipologie daremo un’indicazione su quale tipo di vini scegliere (o evitare), per entrare poi nei dettagli analizzando le varie possibilità che con maggiore probabilità si presenteranno all’interno della singola tipologia.

Alcuni esempi di abbinamento (di più nelle singole tipologie)

Piatti di carne, ad esempio:

Piatti di pesce, ad esempio:

 

 

 

Articoli Correlati

L'autore

Laureato in Chimica, Sommelier con interessi in campo biochimico ed enologico, appassionato di Enografia e storia del Vino e della Vite, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti che legano la produzione vitivinicola al territorio e alla vicende umane. Ha fondato Quattrocalici.it nel 2011 ed è l'autore della struttura e del progetto del portale, nonchè della struttura e dell'impostazione della maggior parte dei suoi contenuti. Fin da allora si occupa attivamente di marketing e comunicazione del vino e di divulgazione nel campo dell'enogastronomia.

Commenta questo contenuto