Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Lacrima di Morro d’Alba

La degustazione dei vini "Lacrima di Morro d’Alba"

lacrima morro d'alba degustazione vino
Condividi questa pagina sui social   Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

La degustazione dei vini Lacrima di Morro d’Alba

Le Caratteristiche del vino Lacrima di Morro d’Alba

Il Lacrima di Morro d’Alba è un vino rosso di media struttura, caratterizzato dall’intensa profumazione varietale del vitigno di origine, che dona queste caratteristiche anche quando presente in assemblaggi anche in modeste quantità. E’ un vino che si caratterizza poi per una struttura di tutto rispetto, ha una buona acidità e componente tannica, ma in genere non è un vino con buona attitudine all’affinamento per cui va bevuto in gioventù. Le versioni passite, di buona struttura ed armonia, si caratterizzano per la lunga persistenza che ricorda le note fruttate percepite al naso.

Colorerosso
Tipo vinofermo, passito
Strutturadi corpo
Qualitàabbastanza fine
Temperatura di servizio18-20°C, 8-10°C
Bicchierebicchiere da vino rosso classico

Degustazione guidata del vino Lacrima di Morro d’Alba

E’ consigliabile l’apertura della bottiglia almeno una mezz’ora prima della degustazione del Lacrima di Morro d’Alba. Utilizzare un calice di dimensioni medio-grandi, baloon o a luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. Temperatura di degustazione, 16-18°C. Nel caso delle versioni passite, usare un calice per vini dolci a stelo lungo e una temperatura di degustazione di 8 -12 °C.

Lacrima di Morro d’Alba - La Degustazione - Esame visivo

Il Lacrima di Morro d’Alba si presenta con un colore rosso rubino intenso con sfumature violacee, di buona consistenza. Le versioni passite si presentano con sfumature granata su una tonalità più scura ed intensa.

 
I descrittori per l'esame visivo del Lacrima di Morro d’Alba:
limpido Rosso rubino con riflessi violacei Consistente

Lacrima di Morro d’Alba - La Degustazione - Esame olfattivo

Al naso il Lacrima di Morro d’Alba è più intenso che complesso, con note fruttate spesso travolgenti, su di un sottofondo di vinosa fragranza. Più eleganti le versioni passite, con note fruttate e floreali di fragola, ciliegia, more di rovo, mirtilli, viola e violetta.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Lacrima di Morro d’Alba:
intenso abbastanza complesso Aromatico Floreale Fruttato vinoso
I Riconoscimenti olfattivi per il Lacrima di Morro d’Alba

Lacrima di Morro d’Alba - La Degustazione - Esame gustativo

La struttura del Lacrima di Morro d’Alba è di medio corpo, al palato è asciutto, con tannino evidente e ben tornito e buona componente acida. Morbide e suadenti le versioni passite, con buona armonia ed equilibrio con la componente tannica. La persistenza dona ricordi fragranti e fruttati per le versioni ferme, di frutta rossa sciroppata nelle versioni passite.

 
I descrittori per l'esame olfattivo del Lacrima di Morro d’Alba:
Abbastanza caldo Tannini marcati giovani

L'Abbinamento con il cibo del vino Lacrima di Morro d’Alba

Il Lacrima di Morro d’Alba si abbina a piatti semplici ma decisamente saporiti, antipasti a base di salumi quali il salame tipo “Fabriano”, ciarimboli o salcicce di fegato e primi piatti con salse al pomodoro. Piatti di portata con carni bianche in preparazioni anche strutturate o speziate, come coniglio, tacchino arrosto o carni alla griglia. I passiti accompagnano piccola pasticceria secca ma anche formaggi stagionati o erborinati.

 
I tipi di portata in abbinamento per il Lacrima di Morro d’Alba:
Antipasti con salumi Piatti di pasta a base di carne Secondi piatti con funghi Portate a base di carni bianche
>

Argomenti correlati