Guida alla degustazione dei vini italiani – Quattrocalici

Lacryma Christi rosato

La degustazione dei vini "Lacryma Christi rosato"


I vitigni di base trasmettono ai Lacryma Christi le loro caratteristiche organolettiche più salienti, per cui nei rosati troviamo l’eleganza e la facilità di beva del Piedirosso.

Le Caratteristiche del vino Lacryma Christi rosato

I vitigni di base trasmettono ai Lacryma Christi le loro caratteristiche organolettiche più salienti, per cui nei rosati troviamo l’eleganza e la facilità di beva del Piedirosso.

Colorerosato
Tipo vinofermo
Strutturaleggero
Qualitàarmonico
Temperatura di servizio10-12°C
Bicchierebicchiere da vino bianco leggero

La degustazione del vino Lacryma Christi rosato

Avendo cura di aprire la bottiglia di Lacryma Christi una mezz’ora prima della degustazione, per permettere ai profumi di entrare in equilibrio con l’ambiente aperto, useremo calici di misura media con luce ampia per permettere la diffusione dei profumi. I rosati vanno degustati ad una temperatura di 10-12°C.

Esame visivo

I Lacryma Christi rosati si presentano di colore rosa cerasuolo più o meno intenso.
 
Rosa cerasuolo

Esame olfattivo

I Lacryma Christi rosati al naso sono fruttati, con note di piccoli frutti di bosco.
 
abbastanza complesso Fruttato abbastanza intenso
Riconoscimenti olfattivi

Esame gustativo

Al palato i Lacryma Christi rosati ricordano i rossi, secchi e armonici, ma con accentuata freschezza e bevibilità.
 
fresco
>

Argomenti correlati


  • Quattrocalici consiglia

  • Registrati su Quattrocalici

  • Segui Quattrocalici sui social

  • Le Regioni del Vino

  • Il Blog di Quattrocalici

    lieviti indigeni e lieviti selezionati

    Lieviti indigeni o autoctoni e lieviti selezionati

    lieviti indigeni e lieviti selezionati Il ruolo dei lieviti nella fermentazione alcolica del mosto La fermentazione alcolica è la trasformazione...